Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
domenica 17 dicembre 2017 | aggiornato alle 09:09 | 51827 articoli in archivio


Se si lavora con un progetto serio il ristorante non sente la crisi

19/02/2013
Caro Alberto, leggo spesso e volentieri i tuoi redazionali e tutti gli argomenti che, puntualmente, mi arrivano per mail.
Leggevo la rubrica di Vitali riguardo la crisi dei ristoranti. Vorrei dirti, con grande piacere, che non è sempre così. Nel mio caso ho ogni giorno il ristorante pieno, dal lunedì alla domenica. Da quando ho aperto, giugno 2009, non mi sono mai fermato e aggiungo che nei miei precedenti ristoranti non ho mai sentito la crisi.
Cosa voglio dirti, che se un progetto ha delle basi solide, se il cuoco/patron vive dentro il suo ristorante e tratta la gente come protagonisti assoluti, i risultati arrivano e veloci. Ovviamente è importante comunicare bene quello che si fa e soprattutto fare capire alla gente che la tavola è positività. Bisogna concentrarsi sul proprio lavoro e non sui falsi miti che le guide ed i punteggi ti possano dare. Lo stress da prestazione non porta a nulla. 
Io mi vivo il mio lavoro 16 ore al giorno ed ho una squadra affiatata e dedita a questo tipo di attività. Lo dico con orgoglio, anche perché avere un ristorante all’interno di un albergo ed averlo sempre pieno sia a pranzo che a cena, non è facile. Ma è così. Spero di dare un po’ di positività e di speranza.
Buon lavoro

p.s. complimenti di vero cuore per quello che sei riuscito a fare con il PREMIO ITALIA A TAVOLA!

Filippo La Mantia
chef
Risposta:

Caro Filippo
tu come molti tuoi collegghi sei un esempio da imitare. Il tuo impegno riconosciuto da molti, la professionalità, una location splendida e una città unica al mondo non sono però componenti comunci per molti ristoranti. La cosa in ogni caso più importante delle tue considerazioni è il concetto di "lavoro" al servizio del cliente e la capacità di astrarsi dai miraggi delle stelle. E anche questo fa di te un campione della Cucina italiana a cui molti dovrebebro rifarsi.

a.l.
Clicca qui per accedere all'archivio
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548