Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 23 giugno 2024 | aggiornato alle 06:55| 106021 articoli in archivio

a rimini

Lollobrigida: dal Sigep parte la riscossa del cibo italiano

Il ministro dell'Agricoltura rilancia l'importanza di investire in qualità e innovazione e annuncia nuovi appuntamenti per promuovere la cultura e i sapori italiani. Per Iginio Massari: un Rinascimento con nuovi talenti

22 gennaio 2023 | 17:28

Qualità e innovazione. Questa la linea che Francesco Lollobrigida, ministro dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste indicata ala mondo dei pasticceri e dei panificatori in occasione dell’intervento in differita al Sigep di Rimini. Ad ascoltarlo, alla Pastry Arena, i massimi esponenti del food service dolce italiano e internazionale con l’amministrato delegato di IEG (Fiera Rimini), Corrado Peraboni e il ‘maestro dei maestri’, Iginio Massari.


L'intervento del Ministro Francesco Lollobrigida al Sigep Lollobrigida: dal Sigep parte la riscossa del cibo italiano

L'intervento del Ministro Francesco Lollobrigida al Sigep


«All’Italia – ha esordito nel collegamento il Ministro Lollobrigida - non può bastare parlare genericamente di cibo, serve investire con decisione sulla qualità e sull’innovazione, per mantenere la posizione di primato che riveste. Lì a Sigep si esprime questa eccellenza, dai Maestri delle varie arti rappresentate fino agli imprenditori, coi loro macchinari e tecnologie. Siamo una nazione che ha pericolosamente dismesso molte eccellenze. Dobbiamo proteggere maggiormente questo patrimonio. La ‘sovranità alimentare’ che vogliamo è questa, valorizzare e proteggere la nostra identità. Assistiamo invece spesso, recentemente col vino, a pericoli per la nostra produzione. Ho in programma di organizzare appuntamenti nel mondo dedicati al cibo italiano, per diffondere i nostri sapori. Penso a tavoli di confronto che insieme a tutti voi potranno generare una conoscenza precisa che distingua il prodotto italiano frutto di disciplinari precisi e dalla qualità riconosciuta».

 



«Il Sigep entra in una nuova era che per me richiama il Rinascimento – ha dichiarato per parte sua Iginio Massari – perché abbiamo superato i tormenti e qui abbiamo ritrovato menti e talenti, che devono sentirsi stimolati nella conquista di nuovi spazi e DI tecnologie innovative. Siamo chiamati a dare tutti il nostro contributo e ringrazio Sigep per la sua capacità organizzativa, per aver garantito questa splendida vetrina».

© Riproduzione riservata