Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 29 maggio 2024 | aggiornato alle 01:20| 105458 articoli in archivio

#host2023

Arc: innovazione nei bruciatori. Un'eccellenza frutto di anni di ricerca

In occasione della fiera di Host a Milano, l'azienda ha mostrato agli addetti ai lavori presenti nel capoluogo lombardo l'evoluzione di una serie di bruciatori unici nel loro genere e frutto di anni di ricerca

16 ottobre 2023 | 18:27

Nel corso di Host 2023, la fiera che offre uno spaccato internazionale sui prodotti, i cambiamenti, i modelli di consumo e i nuovi format dell'ospitalità, Arc (parte del gruppo Sabaf) ha mostrato agli addetti ai lavori l'evoluzione di una serie di bruciatori unici nel loro genere e frutto di anni di ricerca. Innanzitutto, i bruciatori Serie 102 che hanno avuto un importante aggiornamento tecnico che li posiziona tra le eccellenze del settore unendo efficienza e potenza. «Presentiamo per la prima volta in questa importante esposizione internazionale i nostri bruciatori Serie 115. Abbiamo depositato un brevetto internazionale per questi bruciatori. E la novità è che abbiamo integrato la fiamma pilota nel corpo bruciatore e in questa maniera abbiamo ottenuto tre risultati importanti» ci ha svelato Loris Gasparini, amministratore delegato di Arc.

 

Le novità di Arc portate ad Host 2023

«Il primo, semplicità di montaggio per i produttori di cucine professionali; il secondo, abbiamo il pilota che è integrato nel bruciatore in una posizione molto protetta e quindi eventuali liquidi di tracimazione dovuti alla cottura e all'operazione di preparazione di cibo non vanno ad ostruire la fiamma pilota, che preserva quindi la sua funzionalità integra nel tempo; il terzo vantaggio che abbiamo ottenuto con questo brevetto è quello di garantire la manutenbilità delle fiamme pilota, tramite un foro di ispezione dove è possibile pulire il cannello di adduzione del gas alla fiamma pilota. Quindi il servizio assistenza non ha più l'obbligo di sostituire pezzi, ma solamente di compiere un intervento di pulizia della fiamma pilota».

Arc: innovazione nei bruciatori. Un'eccellenza frutto di anni di ricerca
Arc: innovazione nei bruciatori. Un'eccellenza frutto di anni di ricerca
Arc: innovazione nei bruciatori. Un'eccellenza frutto di anni di ricerca

«I nostri bruciatori della Serie 115 sono da 10,5 kW e 6,5 kW e quindi molto potenti e in grado di soddisfare le richieste dei ristoratori moderni, ossia quelle di avere molta potenza in modo da cucinare molto velocemente il cibo anche in pentole di piccolo diametro - ha spiegato Gasparini. I bruciatori hanno, di fatto, un diametro molto piccolo. La seconda novità che presentiamo sono i bruciatori che, oltre ad avere un forte impatto estetico, combinano un diametro sempre molto piccolo, come i due precedenti, ad un bruciatore a doppia corona che permette cotture con una distribuzione del calore più diffusa all'interno della pentola. Questo agevola nella preparazione dei cibi utilizzando pentole di spessore 2 mm. Il concentrare troppo il calore al centro della pentola potrebbe causare allo chef qualche problema di bruciatura di cibo che si attacca al fondo della pentola o della padella. In questo modo abbiamo una distribuzione del calore ottimale del 75% all'esterno e del 25% all'interno, quindi un calore diffuso. Inoltre, la corona interna permette di aumentare di tre punti l'efficienza di questa serie di bruciatori, quindi la quantità di combustibile che bruciamo è quasi totalmente impiegata nella produzione del cibo. Non è dissipata nell'ambiente».

«La terza novità che presentiamo è un bruciatore di alta gamma, principalmente adatto all'impiego su monoblocchi. I monoblocchi sono quelle quelle isole di cottura dove ci sono per esempio due bruciatori a gas di fianco ad una friggitrice, dove lo chef, lavorando attorno a quest'isola, può preparare diverse tipologie di cibo, disponendo solo di due bruciatori a gas. È importante quindi che il cuoco possa cucinarci "il tanto e il poco". Si tratta di bruciatori concentrici: quello centrale dalla potenza di 2,5 kW, mentre quello esterno dalla potenza di 10,5 kW. Ed entrambi possono essere utilizzati congiuntamente o disgiuntamente a seconda delle esigenze di cottura dello chef» ha poi concluso Gasparini.

A.R.C. srl
Via Arzari, 6 - 35011 Campodarsego (Pd)
Tel 049 5565982

© Riproduzione riservata