Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 05 marzo 2024 | aggiornato alle 09:34| 103613 articoli in archivio

Mixologist

Remy Martin sfida i baristi italiani a suon di cocktail Sidecar

Ogni bartender potrà rielaborare la ricetta utilizzando però obbligatoriamente le tre componenti che rendono unico il Sidecar: il 1738 Accord Royal o Rémy Martin V.S.O.P, Cointreau e succo di limone

21 settembre 2023 | 10:32

Remy Martin lancia una nuova sfida ai bartender d’Italia. Realizzare la versione più creativa di uno dei cocktail più emblematici della maison francese: il Sidecar. The Sidecar Competition è quindi un’occasione unica per dare nuova veste a un cocktail a base di storia e Cognac. Ogni bartender potrà rielaborare la ricetta e creare un nuovo incredibile mix pronto a lasciare la sua traccia nel mondo del bartending, proprio come l’originale. Attenzione però, la regola fondamentale della sfida è solo una: utilizzare obbligatoriamente le tre componenti che rendono unico il Sidecar e che non possono mai mancare nella sua preparazione, cioè il 1738 Accord Royal o Rémy Martin V.S.O.P, Cointreau e succo di limone.

Remy Martin sfida i baristi italiani a suon di cocktail Sidecar

Il celebre cocktail Sidecar

Come funziona The Sidecar Competition?

La competizione sarà strutturata in quattro tappe intermedie che toccheranno le principali regioni italiane, secondo il seguente calendario:

  • 11 ottobre alla Flair Academy di Milano;
  • 25 ottobre alla Flair Project di Roma;
  • 6 novembre all’Accademia Allcholica di Catania;
  • 15 novembre alla PFB Professional Flair Bartender’s di Napoli.

I bartender dovranno sceglierne una ed inviare la propria candidatura a questo link. I semifinalisti, uno per tappa, si sfideranno durante la finalissima a Roma, presso una delle scuole di bartending ufficiali Rémy Martin. Il vincitore volerà direttamente in Francia, a Cognac, Nouvelle-Aquitaine, a visitare le cantine Rémy Martin. Potrà immergersi nei luoghi della tradizione di casa Martin e partecipare ad una fantastica masterclass con la quale avrà l’occasione di toccare con mano la storia di una famiglia di esperti e raffinati viticoltori che si tramanda di generazione in generazione.

Come è nato il cocktail Sidecar

Il Sidecar porta con sé una storia misteriosa, ma estremamente affascinante che risale agli anni della Seconda Guerra Mondiale. Dalle origini incerte, c’è chi afferma che il suo vero padre sia Harry MacElhone, famoso mixologo inglese, inventore di altri famigerati cocktail moderni e proprietario dell’Harry’s New York Bar di Parigi. Pare che il cocktail sia stato preparato per la prima volta dopo che un capitano dell’esercito fece per sbaglio irruzione nel locale a bordo del suo scintillante sidecar.

© Riproduzione riservata