Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 03 dicembre 2023 | aggiornato alle 19:35| 101369 articoli in archivio

barba di frate

Ecco perché mangiare gli agretti

Ricchi di vitamine, sali minerali, fibre e antiossidanti, gli agretti sono considerati un alimento salutare e benefico per il nostro organismo, in grado di apportare numerosi benefici per la salute

17 maggio 2023 | 07:30

Gli agretti sono una pianta dalle molteplici proprietà benefiche per la salute. Questo ortaggio, originario delle zone costiere del Mediterraneo, è sempre più apprezzato grazie al suo sapore particolare e alle sue proprietà nutrizionali. Ricco di vitamine, sali minerali, fibre e antiossidanti, gli agretti sono considerati un alimento salutare e benefico per il nostro organismo, in grado di apportare numerosi benefici per la salute. Ne parla la dottoressa Elisabetta Macorsini, biologa e nutrizionista di Humanitas Mater Domini e in un articolo di Humanitas Salute che pubblichiamo.

Le proprietà degli agretti Primavera è tempo di agretti: scopriamo le proprietà

Le proprietà degli agretti

Cosa sono gli agretti?

Gli agretti, noti anche come barba di frate o erba salata, sono una pianta erbacea commestibile appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, la stessa famiglia delle bietole e degli spinaci. La pianta è originaria dell’area mediterranea e cresce spontaneamente lungo le coste sabbiose e i terreni salmastri.

Gli agretti sono caratterizzati da foglie lunghe e sottili, simili a fili d’erba, di colore verde intenso e dal sapore salato e delicato. La pianta è ricca di sali minerali come il ferro, il calcio e il potassio, nonché di vitamine come la vitamina C e la provitamina A. Gli agretti sono molto versatili in cucina e possono essere consumati crudi, conditi con olio e limone, o cotti, in insalate, minestre, torte salate, risotti e molto altro. La loro stagionalità va da marzo a giugno e vengono considerati un’importante risorsa per l’alimentazione sostenibile, poiché possono crescere su terreni non coltivati e non richiedono l’uso di pesticidi o fertilizzanti chimici.

Agretti: composizione e benefici

Dal punto di vista nutrizionale, 100 grammi di agretti cotti in acqua senza aggiunta di sale apportano circa 45 calorie, divise tra:

  • proteine (43%),
  • lipidi (10%)
  • carboidrati (47%).


In particolare, la stessa quantità di agretti cotti in acqua senza sale contiene:

  •  79,4 g di acqua,
  •  4,8 g di proteine,
  •  0,5 g di lipidi,
  • 5,6 g di carboidrati.
  • 2,3 g di fibra totale, suddivisa tra 0,41 g di fibra solubile e 1,88 g di fibra insolubile.

Gli agretti contengono una buona quantità di fibre, che aiutano a regolare la digestione e il transito intestinale, prevenendo problemi come la stitichezza.


Per quanto riguarda i minerali, i più presenti sono il calcio e il fosforo, seguiti da potassio, sodio, magnesio e ferro, che svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’equilibrio idro-elettrolitico e nel sostegno del sistema nervoso. Tra le vitamine, gli agretti contengono vitamina A, vitamina C e alcune vitamine del gruppo B, soprattutto B3 (Niacina o vitamina PP), che svolgono diverse funzioni nel nostro organismo, tra cui il rafforzamento del sistema immunitario e la protezione delle cellule dallo stress ossidativo.
Gli agretti sono anche ricchi di acidi grassi omega-3, come l’acido alfa-linolenico, che sono importanti per la salute del cuore e del sistema nervoso, ma anche di antiossidanti come i carotenoidi e i flavonoidi, che aiutano a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e a prevenire lo sviluppo di patologie croniche.

Come si possono usare gli agretti in cucina?

Gli agretti costituiscono un ottimo contorno, che può sostituire le “solite” insalate o verdure lesse.
Si prestano molto bene anche nelle frittate, magari abbinate ad altre verdure (come la cipolla) nonché nel condire la pasta.
Ad esempio, si può optare per una semplice pasta agli agretti.

Ingredienti per 4 persone

  •  320 g di spaghetti integrali
  • scalogno q.b.
  • 1 mazzo di agretti (o barba di frate)
  • 50 g di olive taggiasche denocciolate
  • 3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  •  sale e peperoncino q.b.


Porre la casseruola con l’acqua per la pasta sul fuoco in una padella antiaderente e fare insaporire l’olio con lo scalogno tagliato.
Quando sarà dorato, lo scalogno va eliminato, e a questo punto è necessario abbassare un po’ la fiamma e unire le olive taggiasche.
Aggiungere gli agretti, puliti e sbollentati, salare e unire poca acqua di cottura della pasta. Cuocere girando più volte fino a quando la verdura sarà cotta. Prelevare la barba di frate e tenete da parte in caldo, conservando il condimento.
Scolare la pasta, aggiungetela alla padella con il condimento. Unire gli agretti, mescolare e decorare con pecorino sardo grattugiato.

© Riproduzione riservata