Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 05 marzo 2024 | aggiornato alle 08:04| 103610 articoli in archivio

a milano

Caffè, cucina stellata e arte nell'evento di Torrefazione Dubbini

Questa iniziativa ha coinvolto diversi attori del settore con l'obiettivo di esplorare il caffè come un indicatore di un modo di vivere la caffetteria e, più in generale, la gastronomia fuori casa

28 settembre 2023 | 17:53

Caffè, cucina stellata e arte sono stati i protagonisti di un evento straordinario chiamato "La Voce del Caffè - Torrefazione Dubbini con Voce a Milano", che si è tenuto oggi, giovedì 28 settembre, presso Voce Aimo e Nadia, situato in Piazza della Scala a Milano. Questa iniziativa ha coinvolto diversi attori, tra cui la Torrefazione Dubbini, Voce Aimo e Nadia e le Gallerie d'Italia, con l'obiettivo di esplorare il caffè come un indicatore di un modo di vivere la caffetteria e, più in generale, la gastronomia fuori casa, che a Milano, nota per la sua alta ristorazione, assume un ruolo particolarmente distintivo.

Caffè, cucina stellata e arte nell'evento di Torrefazione Dubbini

Lo chef Alessandro Negrini racconta la storia del caffè a bordo del tram storico di Milano

La Voce del Caffè: il racconto dell'evoluzione del consumo di caffè

L'evento è stato caratterizzato da una collaborazione sinergica tra caffè di alta qualità, cultura culinaria e arte, mirando a narrare l'evoluzione del consumo di caffè: da un semplice momento fugace a un vero e proprio rituale che accompagna anche occasioni inusuali, come l'aperitivo, il quale è stato realizzato utilizzando il "cold brew" della Torrefazione Dubbini. «Un momento unico - racconta Giannandrea Dubbini, presidente di Diemme spa torrefazione - in cui il caffè diventa motore trainante nel cuore nevralgico di Milano. Siamo orgogliosi di essere partner di un attore così illustre come quello di Voce: due eccellenze al servizio della qualità».

Quali sono stati i caffè protagonisti delle degustazioni?

I protagonisti delle degustazioni, che si sono susseguite come un autentico percorso artistico, sono stati il "Caffè Superiore," la miscela esclusiva firmata dalla Torrefazione Dubbini, e i caffè speciali provenienti dall'"El Salvador" e dall'"Ethiopia Guji", raccontati da Davide Cavaglieri, il trainer di caffè della storica torrefazione. La location di Voce Aimo e Nadia, con la sua Caffetteria sempre aperta al pubblico, è stata il cuore dell'evento, offrendo la possibilità di vivere e gustare il caffè in ogni momento della giornata, dalla colazione all'aperitivo. In questo luogo iconico, continua il meticoloso studio del mondo del caffè, con tutte le sue varietà, lavorazioni ed estrazioni. Da non dimenticare, il suggestivo giardino di Alessandro Manzoni, che è anch'esso uno dei luoghi più evocativi di Milano.

Caffè, cucina stellata e arte nell'evento di Torrefazione Dubbini
Caffè, cucina stellata e arte nell'evento di Torrefazione Dubbini
Caffè, cucina stellata e arte nell'evento di Torrefazione Dubbini
Caffè, cucina stellata e arte nell'evento di Torrefazione Dubbini

In occasione dell'evento, il museo delle Gallerie d'Italia di Milano, di proprietà del Gruppo Intesa San Paolo, ha offerto un percorso guidato tra opere d'arte selezionate per narrare una storia inedita delle tracce del caffè a Milano nell'arte. Al centro di tutto ciò è stata la cucina di Voce Aimo e Nadia, guidata dai rinomati chef Alessandro Negrini e Fabio Pisani, entrambi insigniti di due stelle Michelin. Essi hanno presentato un percorso culinario che ha intrecciato i sapori dell'arte culinaria italiana con un approccio culturale al cibo, incarnando la visione degli chef per la cucina di Voce. «La Caffetteria è, come ci disse Michele de Lucchi, un'espansione di piazza della Scala: gli alti soffitti, le ampie porte aperte e i rumori del tram creano un luogo di incontro che dialoga con l'energia della città» ha commentato chef Alessandro Negrini.

© Riproduzione riservata