Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 17 aprile 2024 | aggiornato alle 15:14| 104651 articoli in archivio

orgoglio italiano

Bottega, chiuso il 2022 con un fatturato da 85 milioni di euro

Per Bottega una crescita del 20% (7% in Italia) nonostante le problematiche legate agli aumenti energetici, alle materie prime, al vetro. Sandro Bottega: «Abbiamo aperto il nostro 34° Prosecco Bar ad Istanbul»

di Giorgio Naccari
20 gennaio 2023 | 11:51

Allargando l’export a 155 paesi nel mondo e puntando sempre sulla qualità, Bottega, una delle nostre più conosciute aziende vitivinicole, ha chiuso il 2022 con un fatturato di 84,7 milioni di euro cui vanno aggiunti 25,3 milioni che, annualmente, incassano i 33 Prosecco Bar sparsi nei vari continenti. Una crescita del 20% (7% in Italia) nonostante le problematiche legate agli aumenti energetici, alle materie prime, al vetro, addirittura ai componenti del packaging

Bottega chiuso il 2022 con un fatturato da 85 milioni di euro

Le bottiglie arcobaleno di Bottega

«Entro l’anno daremo vita ad altri dieci Prosecco Bar»

«Siamo riusciti a conquistare altri mercati di primaria importanza anche se apparentemente non di grandi dimensioni. Siamo entrati in Alaska - dice Sandro Bottega, a capo dell’aziendatrevigiana che ha ben 6 siti produttivi tra Veneto, Friuli e Toscana - in Azerbajan e abbiamo ripreso, anche se parzialmente, le esportazioni in Ucraina. Siamo anche in Nepal e Butan, due mercati interessantissimi. In questi giorni abbiamo aperto il nostro 34° Prosecco Bar all’aeroporto di Istanbul, uno degli scali più trafficati mondo con i suoi 15 milioni di viaggiatori».

Bottega chiuso il 2022 con un fatturato da 85 milioni di euro

La sede di Bottega a Bibano

Continua: «Entro l’anno daremo vita ad altri dieci Prosecco Bar, da Nizza a Praga, da Mykonos a Toronto, addirittura un quarto al Londra oltre ad una enorme Terrazza Bar nel più lussuoso albergo di Nairobi, in Kenia. Il tutto nell’attesa, ai primi di marzo, di festeggiare il 45 anno di attività aziendale e il trentennale della collaborazione con Stefania Sandrelli, con la quale produciamo parte del Chianti».

© Riproduzione riservata