Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
lunedì 18 dicembre 2017 | aggiornato alle 14:08 | 51834 articoli in archivio
HOME     OLIO    
di Gabriele Ancona
vicedirettore
di Gabriele Ancona
vicedirettore

Dall'ulivo all'olio extravergine bio
Raccolta e produzione in Valle d'Itria

Pubblicato il 09 novembre 2017 | 10:14



Angelo Fusillo e Paola Totaro hanno inaugurato recentemente a Milano il ristorante Olio Cucina Fresca. Qui le materie prime di Puglia, olio extravergine in testa, sono il filo conduttore della linea di cucina.

Un mosaico di sapori composto dal cuoco Marco Misceo, pugliese come i due titolari del locale di piazza Lavater. Nel corso dell’intervista realizzata da Italia a Tavola, Angelo Fusillo ha raccontato ad Andrea Radic che quando sente la nostalgia di casa pensa a quella sterminata distesa di uliveti in collina. È il mare verde della Valle d’Itria, una meraviglia che si porta nel cuore. Tanto da chiamare Olio il locale.

(Dall'ulivo all'olio extravergine bio Raccolta e produzione in Valle d'Itria)

Le sue parole ci hanno spinto a immergerci in questa natura unica approfittando del fatto che in Puglia la raccolta delle olive sta entrando nel vivo. Si stima che in tutta Italia si raccoglieranno 320mila tonnellate di olive, con un incremento del 75% rispetto al raccolto precedente che si è attestato a quota 182mila. Tornando alla campagna tanto cara ad Angelo Fusillo, abbiamo seguito la filiera completa, dall’ulivo all’olio extravergine bio, di un piccolo podere a 330 metri sul livello del mare nelle campagne di Ceglie Messapiaca, provincia di Brindisi.

(Dall'ulivo all'olio extravergine bio Raccolta e produzione in Valle d'Itria)

Ore 7.15: arriva lo scuotitore meccanico, un trattore con un braccio a tenaglia che aggancia i rami più robusti e li fa vibrare. Un’operazione che richede grande professionalità, sensibilità e delicatezza nell’infilare tonnellate di acciao tra le chiome di una pianta spesso secolare. Ne consegue una pioggia di olive in caduta libera sulle reti adagiate in precedenza.

(Dall'ulivo all'olio extravergine bio Raccolta e produzione in Valle d'Itria)

Si raccoglie quindi il bottino, che viene scaricato nel cernitore, un macchinario che una volta separate le olive da rametti e foglie le deposita nel cassone agganciato a un trattore. Nel frattempo altre squadre hanno raccolto le reti che sono già state sistemate ai piedi di un’altra pianta in attesa di una nuova scuotitura. E così si procede di ulivo in ulivo.

Ore 16.30: il raccolto viene consegnato al frantoio, l’Oleificio Ligorio. Qui le olive vengono pesate e versate nella “tramoia”, un grande contenitore a imbuto in acciaio, da cui vengono trasportate a una macchina che provvede alla pulitura e all’eliminazione di eventuali residui come terriccio e foglie. Si passa quindi alla frangitura e alla gramolatura: le olive e il nocciolo vengono sbriciolati e amalgamati fino a ottenere la cosiddetta “pasta di olive” che viene mescolata fino a raggiungere un grado ottimale di uniformità. A questo punto la pasta viene immessa in una centrifuga che separa, attraverso il diverso peso specifico, i suoi tre componenti: l’acqua di vegetazione, l’olio d’oliva e la sansa. L’olio e l’acqua vengono ancora una volta filtrati per separare l’olio da impurità ed eventuali sedimenti di olive frante.

(Dall'ulivo all'olio extravergine bio Raccolta e produzione in Valle d'Itria)

Ore 22.30: l’olio extravergine d’oliva è pronto.

(Dall'ulivo all'olio extravergine bio Raccolta e produzione in Valle d'Itria)

Per informazioni: www.oleificioligorio.it

olio extravergine raccolta Puglia Valle dItria filiera ulivo territorio


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548