Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
martedì 25 luglio 2017 | aggiornato alle 02:45 | 49521 articoli in archivio
HOME     EDITORIALI    
di Alberto Lupini
direttore
di Alberto Lupini
direttore

TripAdvisor e la credibilità in Toscana:
se son rose fioriranno

Pubblicato il 26 agosto 2013 | 16:45



È possibile rendere “credibile” l’attività di TripAdvisor, il sito di commenti su hotel e ristoranti più consultato, ma anche più tarocco, del mondo? Ad un obiettivo così ambizioso sembra crederci la Fipe Toscana, che insieme a Italia a Tavola da tempo ha ingaggiato una battaglia contro le recensioni fasulle e i ricatti che prolificano nell’assenza di un minimo di deontologia da parte della multinazionale, non a caso più volte multata per concorrenza sleale. La più attiva sezione regionale della federazione degli esercizi pubblici italiani sembra crederci al punto che ha annunciato l’avvio di un confronto con TripAdvisor per sperimentare in Toscana procedure che possano garantire l’autenticità dei commenti. Il che, se fosse realizzato, costituirebbe davvero una rivoluzione positiva per i locali del fuori casa e i consumatori.

Proprio l’impegno fin qui dimostrato dal presidente della Fipe Toscana, Aldo Cursano, nella guerra alle falsità sul web costituisce un elemento di garanzia che ci porta a guardare con interesse a questa sfida. Uno degli esponenti più rappresentativi e autorevoli del mondo della ristorazione italiana, rischia direttamente la sua credibilità personale per mettere alla prova, dopo il periodo delle polemiche e delle azioni legali, un colosso come TripAdvisor che delle regole e dei controlli finora se ne è fatto un baffo.

Già il fatto che il portale delle recensioni abbia accettato di farsi in qualche modo controllare potrebbe essere una vittoria per chi, come noi, registra ogni giorno lamentele per il sistema truffaldino con cui si può fare crescere in pochi giorni nelle classifiche dei gradimenti un locale, o invece insultare la professionalità degli operatori non disposti a pagare il pizzo richiesto da chi si muove grazie alla copertura garantita dall’anonimato sul web.

Con grande trasparenza dobbiamo dire ai lettori che l’amicizia e la stima per Aldo Cursano ci impongono di seguire con rispetto ed attenzione questo confronto per il cui esito positivo non possiamo non tifare. E tutto ciò senza ovviamente abbassare la guardia rispetto a situazioni davvero indecenti che si riscontrano ogni giorno su quel portale. Aggiungiamo che per il momento non abbiamo in ogni caso sciolto la riserva rispetto all’invito che ci è stato fatto di partecipare alla definizione delle nuove regole come garanti di questo confronto fra Fipe Toscana e TripAdvisor.

Restiamo di fatto alla finestra perché per noi esiste una questione pregiudiziale che se non sarà risolta temiamo possa inficiare qualunque sistema di controllo: l’abolizione dell’anonimato. Se TripAdvisor vuole davvero impegnarsi per un sistema basato sull’onestà (e non cercare una sponda per recuperare quella credibilità oggi decisamente in discussione) saremo pronti ad impegnarci direttamente. Ma il passaggio sostanziale è la dimostrazione che l’utente esiste realmente ed ha realmente frequentato il locale.

TripAdvisor false recensioni anonimato web pubblici esercizi Fipe Toscana Aldo Cursano


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

TUTTI GLI EDITORIALI


Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

COMMENTI

02/12/2015 09:19:08
74) dinero
buonasera   Sto spesa il più da coloro che pretendono di finanziatori escros sono tutto quello che hanno preparato la ricerca è stato 2 anni ho sono fatto truffati da gens.Moi ho visitato un prestito annuncio sito soprattutto tra serio in tutto il mondo e hanno sperimentato meravigliosa signora di nome Ms. Fredia LAILA e chi mi aiuta concesso un prestito di 30.000 € che devo rimborsare in 15 anni con un basso interesse per la sua parte o del 2% sul mio periodo di prestito e c'è il mattina seguente ho ricevuto i soldi senza protocole.Besoin credito personale, la vostra banca non prestare si dà, si è sotto permanente altri stanno parlando di lui e spremere soddisfatti, ma attenzione a voi che non piace rimborso prestiti. Ecco la sua e-mail: fredialaila@gmail.com
pepe cossi

10/08/2015 18:45:59
73) Si rilevi l'identità a richiesta, per mantenere visibile il commento
Chi si ritiene danneggiato ingiustamente DEVE poter pretendere la pubblicazione della vera identità di chi commenta. Nel passaparola ci ci si mette la faccia; se si denigra, occorre che chi lo fa sia rintracciabile. Se offenda pure, ma col rischio di essere costretti a dire chi si è. Se non lo si fa subito, il commento DEVE essere cancellato fino alla sua ricomparsa, dopo il rilascio di dati veri.
Mariano T

21/07/2015 12:53:38
72) TRIPADVISOR pubblica recensioni di ristoranti chiusi da anni!!
“Pessima serata” 1 su 5 stelleRecensito il 18 luglio 2015 NOVITÀ Sono stato in questo posto circa 10 giorni fa il locale era sporco e maleodorante la paella era scotta, dolce pessimo vino che era aceto caffè schifoso, appena è arrivato l'antipasto ci siamo alzati e andati via. Visitato a Luglio 2015 Questa recensione è stata utile?Sì Chiedi a vapore2013 in merito a Rossolounge
Questa recensione rappresenta l'opinione personale di un membro di TripAdvisor e non di TripAdvisor LLC. Daniel K, Direttore alle Rossolounge, ha risposto a questa recensione., ieri
Buongiorno continuo a non capire perchè arrivino ancora recensioni se il ristorante è chiuso dal 30 Ottobre 2012!!! Lo stabile commerciale è stato trasformato in appartamento quindi non capisco dove queste persone abbiano trovato il Rossolounge e la sua Paella!!! http://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187807-d3179171-Reviews-Rossolounge-Rimini_Province_of_Rimini_Emilia_Romagna.html
domenico marino

22/09/2014 11:46:15
71) Recensioni a pagamento
salve, vi segnalo anche questo sito, http://recensionitrip.it/ si possono ottenere recensioni per tripadvisor a pagamento ma reali
maria tessari

23/04/2014 16:28:20
70) Tripadvisor sito che si affida all' illegale
Non esiste alcun modo di rendere questo sito legale ed imparziale - Questo e tutti quelli simili a questo. Innanzitutto considerate la mole enorme di materiale che un singolo Albergatore o ristoratore si trovano a dover controllare ogni giorno, verificare, intuire a chi appartiene la recensione, rispondere, oppure addirittura spesso e' necessario agire legalmente nei confronti di chi recensisce e di chi pubblica, semplicemente impossibile. Facile immaginare che sulla scia di Tripadvisor stanno gia' nascendo non 10 0 100 ma migliaia di siti simili. Sull' onda del "visto che lui lo fa perché noi no" - Nessun albergatore o ristoratore o altro avrebbero piu' il controllo della situazione - Questo dovrebbe gia' essere sufficiente a far chiudere il sito e suoi simili. In quanto non esiste piu' proporzione tra l' eventuale offesa e la difesa comunque la si voglia vedere. Il danno arrecato da una singola recensione e' incalcolabile e del tutto sproporzionato rispetto alla eventuale offesa o difetto verso quel singolo cliente.
michele oria

22/12/2013 14:32:05
69) Clientadvisor
le persone che giudicano come le persone che usano tripadvisor sono solo gente che è meglio non avere come clienti per il semplice fatto che sono persone frustrate dalla vita che perdono tempo utilizzano il giudizio per colmare il loro senso di inferiorità. gente che si sente inutile che per colmare il senso di inferiorità crede che giudicanto possano in qualche modo colmarlo...gente aimè poco evoluta. meglio non averli come clienti: le persone intelligenti che hanno dei problemi con un servizio invece di fare i leoni da tastiera vanno a parlarne direttamente o comunicano direttamente agli interessati ma si sa il mondo è pieno di persone piene di paura e rabbia per questo che credendo di fare i diffamatori possano cambiare la propria situazione...detto questo: i clienti soddisfatti quelli buoni quelli che meritano di essere trattati bene che rispettano il lavoro che ricevono e sono persone intelligenti...di certo non vanno a perdere tempo a scrivere una recensione su un portale di gente senza valore ma spendono il loro tempo molto meglio. Chi invece fa buisness su trip advisor come consulting magari sono goli stessi che hanno diffamato il posto con fake email...come fate ad affidarvi a questo sistema? bah...chi usa tripadvisor perde il suo tempo che è piu prezioso del denaro.
giustizia onestà

25/11/2013 17:08:01
68) TRipAdvisor fuinziona bene, ma gli esercenti non lo sanno usare
Tripadvisor è uno strumento formidabile ve lo posso garantire. Il problema è che le aziende della ospitalità (di cui io faccio parte ramo hotel ) non si aggiornano con i tempi, con i servizi e con le strutture e soprattutto non attuano nessuna campagna di marketing. Considerando i clienti come tali. E poi inveisconon perchè magari qualcuno gli fa notare le proprie carenze. Talvolta giustamente sarebbe piu logico e saggio affidarsi ad una Agenzia Seria che si occupi della vostra comunicazione, in special modo per la gestione di tripadvisor e del proprio profilo aziendale. Se posso dare una piccola testimonianza io mi sono affidata a tripadvisorhelp un team di giovani esperti italiani che gestiscono e promuovono gli account tripadvisor aziendali. Vi assicuro che sono bravissimi. li trovate qui www.tripadvisorhelp.it Grazie e ricordate di curare di piu le vostre aziende.
lara mengo

Hotel Trentino
25/11/2013 17:04:37
67) Ottimo il ristorante Colombo
Per caso mi sono trovato per turismo delle manifestrazioni dedicate al "November Porc 2013" nel Basso Polesine Parmense, ammirato paesaggio, architettura, arte ecc. in occasione di acquisto di sigarette ho chiesto ad un tabaccaio dove potevo mangiar bene a pranzo. Senza tanti preamboli mi ha indicato il Ristorante "COLOMBO" con cucina tipica Parmigiana in località S. Franca di Polesine Parmense. Impostato il navigatore sono giunto a destinazione dopo aver percorso circa 25 km. Non avrei mai immaginato che tanta strada potesse così essere ampiamente ripagata. L'accoglienza ed il servizio ottimi ma non ci sono parole ed aggettivi sufficienti a qualificare la cucina in generale. Ogni portata una inenarrabile fantasia di profumi e sapori. Ho mangiato "CULATELLO" di 24 mesi come non mai!!!! Sorvolo a torto tutte le altre portate ma non posso esimermi dall'esaltare il " Culatello al forno con cipolle in agrodolce"; non ci sono parole per le "cotenne in umido con fagioli", i dolci un tocco di magia ed il vino del padrone di casa di eccellenza. Se transitate nei pressi consiglio una deviazioone, ne vale veramente la pena!!!!! Il rapporto qualità prezzo va ben oltre qualsiasi immaginazione. Un accorato elogio ai titolari e personale tutto del Ristorante "DA COLOMBO" , complimenti ed arrivederci a presto. Mia visita domenica 17 novembre.
Elio Chiapella
Pensionato
04/11/2013 18:41:53
66) Perchè TripAdvisor non pubblica il mio commento ?
ho scritto questa recensione su tripadvisor su Enoteca Pinchiorri ma ha detto che lede le regole del portale???? forse era molto scomoda .... a una farsa del genere non avevo mai assistito, nè ci avrei creduto se me lo avessero raccontato. prenoto siamo in lista di attesa finalmente mi richiamano molto gentili mi confermano il tavolo per la sera. l ingresso è sontuoso e l accoglienza garbata. ci accomodiamo in una stanza grande con altri 6 tavoli parquet per terra lampadario di murano al centro alle pareti spoglie un solo quadro. i commensali viciniori russi e polacchi qualche italiano rumoreggiano al lato ordiniamo dell acqua Ferrarelle, la porta al tavolo una cameriera dell est che me la mostra per circa un minuto come se mi avesse mostrato un Picasso , le dico che nn ho intenzione di annusare il tappo, non apprezza l ironia e scompare velocemente il costo della bottiglia di ferrarelle da 0.75 al supermercato è di 0.29 il costo qui è di 15 euro un ricarico di sole 51 volte vabbe scegliamo il primo spaghetti alla chitarra costo 80 euro magari saranno speciali ...... arriva il piatto di dimensioni importanti, solo il piatto all 'interno non vi erano piu di 37-40 grammi di pasta ... vabbe magari saranno fantastici.... li ho mangiati solo perche avevo fame il cameriere ci domanda se fosse tutto ok... sbalordito dico che con queste porzioni non solo rimarro magro ma uscirò con la fame.... sguardo stizzito del cameriere vuole dire che erano porzioni troppo piccole lo guardo interrogativo dicendo ... siamo su Scherzi a parte vero?... infastidito si eclissa. ora ordino astice con verdure e spero nel riscatto. Non ci crederete arriva il piatto con circa 25 grammi di astice in due piccoli pezzi qualità niente di eccezionale... costo 90 euro? vabbe i dolci saranno i fuochi artificiale: cremino destrutturato una porcheria immangiabile costo 25 euro Vini: vi parlo subito di prezzi ; il più economico era un bianco del Piemonte niente di che 75 euro uno Chardonnay decente 600 euro che in cantina costa 8 euro alcuni Chateaux arrivavano oltre 60000 avete letto bene 60.000 euro seguo le aste dei vini di Sotheby e altri ma questiprezzi applicati sono se non strabilianti semplicemente ridicoli ORA IL PEZZO FORTE: Arriva il preconto paghiamo ci portano il resto ma non la ricevuta Ho dovuto insistere , si sono scusati se la erano DIMENTICATIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII iN nessun posto al mondo ho visto una tale surreale presa in giro del cliente ho letto le altre recensioni oh ragazzi o vi hanno pagato o siete fuori dal
aldo coladonato
medico
28/10/2013 11:32:22
65) TripdAdvisro è antidemocratico
Sono Proprietario di una Trattoria/Pizzeria in Brescia. Malgrado la mia struttura vanta giudizi piu' che positivi , sono ESTREMAMENTE contrario a tale portale . Lo definisco ANTIDEMOCRATICO , Noi Ristoratori dobbiamo avere la LIBERTA' di decidere ,previo autorizzazione , di inserire la nostra struttura in questo ,che io definisco, "giochetto" per frustrati che non hanno null' altro da fare che divertirsi a far commenti sul lavoro altrui non avendo la minima conoscenza di cio' che si va a recensire e sopratutto la minima competenza in ambito culinario... per fare un piccolo esempio , la mia struttura è stata accusata di aver utilizzato olio esausto per la frittura, olio che era stato cambiato proprio la mattina e la friggitrice aveva all' attivo 3 fritture compresa quella di questo MASCALZONE... La mia IRA è dovuta al fatto che su Tripadvisor non mi limito a leggere commenti inerenti la mia struttura , ma cominciai l' anno passato a leggere commenti su tutte le strutture del Bresciano... Risultato ???? RABBIA ... Tanta rabbia, per aver letto cattiverie gratuite nei confronti di miei colleghi che non si meritasno di essere INSULTATI con parole e cattiverie del tutto gratuite nei loro confronti (Insulti personali) e delle loro strutture. Da quel momento ... IO sono divenuto Psicologicamente schiavo e catturato INGIUSTAMENTE da questo portale ... Una Persona non puo' svegliarsi la mattina ... e come prima cosa prendere lo smartphone e con timore controllare se qualche emerito IDIOTA si è inventato qualcosa sulla tua struttura , sul tuo lavoro , quando sei consapevole di cercare di lavorare sempre e comunque al meglio del possibile. Una settimana fa la mia struttura è stata protagonista di un articolo su uno dei quotidiani cittadini , perchè ho affisso circa 20 giorni fa un cartello che VIETA l' INGRESSO agli utenti di tale portale Web.... questo: http://s10.postimg.org/ivmzsk6y1/ere.jpg La mia battaglia a cui si sono gia' aggiunti numerosi altri colleghi della mia citta' contro questa INGIUSTIZIA ANTIDEMOCRATICA è cominciata ... Nei giorni prossimi mi rechero' a far denuncia alla procura della Repubblica contro questo portale per varie cose ... a cominciare da: 1)Sfruttamento di immagine senza autorizzazione (Gia' ... perchè quella Gente si fa i soldi sui nostri nomi ... sulle nostre attivita' senza alcuna autorizzazione) .. ) 2)Violenza Psicologica (Gia' .... perchè la gente che non sa cosa vuol dire il nostro lavoro non ha la minima idea di come ci si sente quando si ha la certezza di aver svolto appieno il proprio dovere e si vede invece un perfetto improvvisato che inventa cose che non stanno ne in cielo ne in terra che diffamano la propria azienda). 3)Sequestro Psicologico ... (quanti colleghi ho sentito che si sentono OSTAGGI di questo portale !!!! Io stesso , purtroppo la mattina appena apro gli occhi ancor prima di fare ogni cosa , vado a visionare se qualche IDIOTA ha voluto INFIERIRE scrivendo boiate diffamatorie sulla mia azienda. 4)Istigazione al SUICIDIO ... potrebbe succedere ... che ad un gestore gia' particolarmente in crisi , sommerso da fatture pagamenti e quant' altro , gia' in una fase depressiva gli arrivi un' ennesima batosta, un commento pessimo in una recensione che lo ISTIGA a compiere un gesto ESTREMO ... 5) ISTIGAZIONE A DELINQUERE .... Mi metto nei panni di qualche gestore gia' di carattere Fumantino che riceve una recensione non corrispondente al reale ... una recensione pessima .. una recensione diffamante nei confronti della sua struttura... questo gestore va su tutte le furie cerca.. cerca ... cerca .. ed infine trova la persona , non certamente per stringergli la mano ... Nei prossimi giorni mi rechero' a sporgere tale Denuncia , se qualcuno volesse aggregarsi mi contatti pure .. questa PIAGA nei nostri confronti DEVE terminare. NOI DOBBIAMO AVERE LA LIBERTA' DI DECIDERE SE FAR FIGURARE O MENO LA NOSTRA AZIENDA IN QUESTO PORTALE ... E NON VEDERLO INSERITO SENZA LA MINIMA AUTORIZZAZIONE . Saluti a Tutti
Franco Giordano

07/10/2013 18:09:56
64) Sansone precisa le contestazioni ai "critici"
Rispondo al Signor Fiore , litografo. Mi spiace che lei se la sia presa, io sono stato gentile e mai ho usato nei suoi confronti la parola mentecatto!? Non mi riferivo a Lei, unico censore, ma alla categoria. Lei sicuramente sara' equilibrato e competente, mi infastidisce la categoria. Comunque io sicuramente non perdo tempo ad andare sui blog a leggere del tale o del tal altro, ma una cosa gliela dico: io mi sento di dare dei suggerimenti e non dei giudizi e ora che so che lei e' un appassionato di arte, sono piu' sereno. Auguri da un ristoratore con 33 anni di servizio!
Marco Sansone
ristoratore
ristorante buca di bacco
03/10/2013 15:57:30
63) Fiore replica a Sansone
rispondo al sig. marco sansone ristorante la buca di bacco gent. sig marco io nonj sono uno sprovveduto che faccio giudizi a vanvera. se lei va' nel mio di trip trova nome cognome indirizzo e notera' che su oltre 100 recensioni fatte solo 2 sono negative. le restanti cento sono piu' che positive e ottime nei riguardi dei ristoranti visitati , dunque almeno io non sono un mentecatto. poi riguardo ai musei non si preoccupi sono un amante dell'arte, e lei non puo' dare suggerimenti, e mi preoccupa suo il fare nel ristorante. la invito a visitare il mio sito su tripadvisor e poi potra' dare giudizi. con osservanza
giovanni fiore
litografo
03/10/2013 15:50:46
62) L'anonimato è giusto
Rispondo volentieri al Sig. Zarri Egregio Signore la validità di Tripadvisor è propio quella di partire dal basso, dai così detti clienti finali, che se dopo aver mangiato in un ristorante stellato escono con un tremendo mal di pancia o attacchi improvvisi di diarrea ne hanno tutto il diritto di dirlo e comunicarlo alla comunità, così come se il cameriere mi ha trattato a pesci in faccia ho il titolare dell'esercizio mi sta antipatico ho tutto il diritto anzi il dovere di farlo sapere, ovviamente nei limiti della decenza e del buon gusto. Del resto di guide, manuali, liste ecc. ecc. fatte da "esperti" ne abbiamo fin troppe ed il "giochetto" delle assegnazioni di punti stelle stellette o altro è spesso evidentemente scoperto se non ridicolo. Voglio dire che strutture veramente serie e qualificate in tal senso sono veramente poche. Riguardo l'anonimato è vero che "rompe" ma deve rompere ed è giusto che continui a rompere, fintanto chè continueremo ad bitare in un paese che si qualifica democratico.
Adone Rocco

30/09/2013 17:00:32
61) Risposte a Napolitano e Fiore
Voglio rispondere al Signor Raffaele Napolitano ristoratore in quel di Monza e al Signor Giovanni Fiore Litografo!!!. Al primo dico che se ha aperto il ristorante, peraltro molto bello a vedere la foto, per scalare la hit-parade della somministrazione alimentare Monzese, puo' gia' pensare ad un posto in comune o alle Poste Italiane. Ma come!! spende un capitale per mettere su un'attivita', si fa un mazzo cosi' tutto il giorno, combatte contro questa nostra burocrazia e accetta regole e balzelli e di piu', per poi frignare se uno che si nasconde dietro un nickname e che ha dato un bel voto alle cozze con il mascarpone del vicino?????
Ma lo volete capire che il nostro lavoro procura gioie e dolori in egual misura? Ma non vada nei siti che la deprimono e soprattutto non faccia l'errore di criticare nessuno dei suoi colleghi, perche' chi vende un riso precotto nel bar ha una sua dignita' che va rispettata e sicuramente lo fa per portare a casa anche lui la pagnotta. Quindi faccia il suo e si preoccupi della clientela che sicuramente l'apprezzera' per cio' che fa se lo fara' con passione e chi se ne frega di tizio o caio che scrivono, sia in bene che in male.
Ed ecco il signor Fiore che e' un sostenitore dei delatori ed ha quello che si dice la verita' in tasca. Forse e' lui che recensisce a quella maniera ? Girando tutta l'italia ha trovato tutti questi furbetti, cavolo sto censore. Guardi e con grande rispetto per il suo lavoro, mi hanno recensito due volte con il locale chiuso a gennaio su guide di cui non faccio il nome, quindi non faccia la parte del leone ne' quello dell'inquisitore. Quando gira l'Italia vada anche nei musei cosi' la nostra categoria tira un sospiro di sollievo!!!!
marco sansone
ristoratore
ristorante buca di bacco
30/09/2013 10:02:26
60) I giudizi dovrebbero esprimerli i professionisti
Carissimo Alberto, buongiorno da Cortemilia!
Mi permetto darti del tu in quanto “colleghi” e perché, dato che ti/vi leggo ogni mese, mi viene da trattarci da amici. Ho letto con interesse il tuo editoriale nel numero di agosto-settembre su TripAdvisor. Premesso che, ovviamente, faccio il tifo accanto a te e premesso anche di potermi ritenere un “privilegiato” dai giudizi espressi dai clienti di TripAdvisor  sia sul nostro hotel che sul nostro ristorante, mi permetto comunque di sottolineare come, a mio parere, siano almeno altre due le questioni importanti per cui TripAdvisor debba per lo meno lavorare per acquisire maggiore credibilità:
  • Uniformità e omogeneità di giudizio. Come facciamo a paragonare un buon tre stelle (4 se stessimo a guardare i punteggi del sistema di classificazione regionale in Piemonte) di Villa San Carlo con, per esempio, un 5 stelle come Il Borromeo (il primo che mi è venuto in mente) di Stresa? Se, come capita, a Villa San Carlo i clienti danno il massimo, ovvero 5 punti, per la struttura, quanto dovrebbero dare al Borromeo?
  • Imparzialità e conoscenza della materia di chi esprime il giudizio. Premesso che riuscire ad eliminare le recensioni tarocche sarebbe già una grandissima vittoria, ciò non toglie che noi “professionisti” saremmo sempre e comunque soggetti (fortunatamente a me è capitato solo in una occasione!) a critiche e recensioni anche da parte di chi potrebbe voler così esprimere i suoi mal di pancia, le sue paturnie oppure, anche delle piccole vendette personali. Se io volessi entrare in un hotel o ristorante, pagare il conto e poi scrivere una recensione perché il titolare non mi è simpatico... chi me lo può impedire? Come farebbero i lettori di TripAdvisor ad essere dotti di questa situazione?
Sogno una guida agli hotel e ristoranti, fatta da chef e albergatori seri che conoscendo la materia esprimano giudizi sui propri colleghi in tutta onestà... ovvero, per poter dire che i miei tajarin sono buoni vorrei che chi lo dicesse fosse in grado di farli più buoni dei miei... continuo a dormire e sognare.
Grazie del tempo che avrai dedicato alla mia.
Cordiali saluti.
Carlo Zarri
titolare
Hotel-Ristorante Villa San Carlo
27/09/2013 16:21:15
59) Ma perchè si contestano solo le recesioni false negative ?
ma come sono buoni questi ristoratori, per scoprire le recensioni false e' semplice se fra tante recensioni del locale sono favorevoli e solo qualcuno al contrario vuol dire che c'e' qualcosa che non va, anche se capita una giornata negativa. ho fatto molte recensioni veritiere e combaciano esattamente con le altre. poi i ristoranti non rispondono mai alle recensioni solo qualcuno serio lo fa'. giro tanto per l'italia e ne vedo di cotte e di crude nei ristoranti, chi e' senza peccato scagli la prima pietra, non fate gli angioletti che i nas ogni giorno scoprono qualche altarini ,peccato che non mettono mai i nomi dei locali.
giovanni fiore
litografo
25/09/2013 16:31:15
58) TripAdvisor è immondizia
Chiudetelo e molto falso e mercenario figuratevi lo sto levando dai biglietti di visita poco serio un`altalena se sei buono i clienti stessi ti fanno la pubblicita` e poi l`esperienza comunque la fai da te stessa anche se ti propongono favole di stelle come anche facebook ed altri secondo me se se non seguono una disciplina i social network saranno in futuro a scomparire non li ho mai calcolati eliminateli tutti tranne qualcuno che sia ufficiale e se ne prende le responsabilita` il resto e tutto immondizia elettronica come gia` c`e` nell`internet fatevi coraggio
antonino pane`

25/09/2013 16:27:54
57) Commenti negativo su TripAdvisor .... per una visita nel giorno di chiusura
RECENSITA ANCHE DI LUNEDI GIORNO DI CHIUSURA CHE NE DITE ? Il cliente dice di essersi trovato talmente male da chiedere di voler pagare il coperto e lasciare il ristorante prima di pranzare cosa che pero non ha fatto ...e non perche il ristorante di lunedi è chiuso ma perche secondo lui gli avremmo chiesto €28,00.
Ho diffidato trip advisor dal passare ulteriori recensioni circa il mio ristorante Mi hanno risposto che i profili vengono rimossi solo dopo la chiusura definitiva dell'attività. Non so voi ma non ho intenzione di cedere in quanto trovo la cosa vergognosa trip advisor si arricchisce a nostre spese mentre noi ristoratori lavoriamo 16/ 18 ore al giorno per pagare le tasse e mantenere questi fannulloni ciarlatani. Sig Matteo Scibilla fin a quando dovremo farci mettere i piedi in testa da tutti?
Adelio Rigamonti

Il Bugigattolo - Lecco
10/09/2013 10:10:34
56) TripAdvisor non prende provvedimenti
i messaggi scritti dai viaggiatori a volte non sono veritieri ma falsi e TripAdvisor non prende provvedimenti invio cosa e successo alla mia struttura.

Commento di un utente:
Davvero una grossa delusione! Sono stata diverse volte in questo in questo bar pasticceria situato sul lungomare di Catanzaro Lido. L'ultima volta questo agosto (2012) ho assaggiato una delle peggiori granite mai mangiate in vita mia. Palesemente preparata con dei preparati per gelatodi pessima qualità,. il risultato è che la mia granita sapeva di gomma da masticare. Devo ammettere che ero abituata a trovare un ottimo gelato in questo bar pasticceria dunque mi ha stupito trovare un prodotto così palesemente scadente.(Che abbia cambiato gestione?) Credo che un buon locale per definirsi tale dovrebbe mantenere tutta la sua produzione su un buon livello. Se questo non è possibile meglio trovare qualche prodotto in meno che qualche schifezza in più (no more granita al Chewing-gum PLEASE!). Non credo che tornerò più.

Risposta del gestore:
Cara sig Ljdia se lei a gustato gusto more mi sai dire che sapore è, se lei sa degustare, mi spiega lei che sapore sa il gusto more grz cosi me lo puo insegnare.

Replica dell'utente:
Oddio ma 6 italiano? No perchè non si direbbe :D cmq la granita-Chewingum da me "degustata" presso il vostro locale era Arancia e non mora Insegnare mmmmh e perchè no! :) Effettivamente sono abbastanza brava in cucina., molto modestamente me la cavo, quindi se le serve qualche dritta per migliorare la sua granita di more chieda pure. Smile!
Antonio Cosentino
pasticcere
bar pasticceria gelateria
06/09/2013 11:56:56
55) In troppi comprano recensioni positive
le cose vanno fatte con criterio: sapete che si possono acquistare recensioni positive grazie a questi servizi di marketing? http://www.recensionitripadvisor.it  Io sono rimasto senza parole ma sembra che il servizio (A detta di un albergatore che lo usa e che è tra i primi in classifica), vada alla grande!
carlo spinoza

02/09/2013 18:58:44
54) Competitor sleali...
Era ora che qualcuno se ne accorgesse! Bravi! Dopo 40 anni di passaparola tra i clienti che ci mettevano la faccia, è bastato qualche competitor sleale e ci hanno conciato per le feste!
Buon lavoro!

Giuseppe Feola

Hotel La Lampara - Golfo Aranci
02/09/2013 10:47:24
53) Bravi per le migliorie al sito di Italia a Tavola... e cerchiamo di vivere nonostante le stupidità di TripAdvisor
intanto bravi per le migliorie apportate al sito, bravi ripeto.
Poi siamo andati addirittura a scomodare le religioni per stigmatizzare la liberta' di parola e di tutte le liberta'!!!Belin che roba.Ma piu' parliamo di TA e piu' diamo importanza a un problema che non dovrebbe esistere, altro che fare tavoli con le PA delle varie regioni. Ma chi se ne frega! Ma davvero dobbiamo lavorare tutto il giorno per poi la sera andare ad aprire il sito di TA per vedere se il compito fatto ha preso la sufficenza????
E chi sono tutti questi esperti che ci additano e giudicano la o le strutture dei locali e i o il piatto???? Sara' mica quell'impiegato delle poste che quando vai allo sportello ha molte cose da fare e cosi' se non lo fai adirare e' meglio??? Ma chi sono queste persone che dopo aver mangiato corrono a scrivere del bene o del male di noi???? E poi noi possiamo rispondere e metterci all'altezza o no??? Ripeto chi se ne frega.!!!!
marco sansone
ristoratore
ristorante buca di bacco
28/08/2013 13:14:32
52) Condivido la giusta battaglia per avere uno strumento utile e veritiero
Il direttore Lupini ha condotto una bella battaglia sulla questione TRIPADVISOR che ho seguito passo dopo passo, credo che abbia fatto un ottimo lavoro e quindi ho piacere nel manifestare la mia stima per il suo operato. Personalmente ho postato nel tempo diverse recensioni su TA, con la massima serietà professionale, da sempre con la mia foto personale e il mio nome e cognome, una modalità che anche se non risolve molte questioni e in fondo non impedisce, al 100%, a scorretti e male intenzionati di commettere nefandezze, darebbe un rapido e concreto giro di vite all'abuso scriteriato nell'utilizzo che alcuni fanno di questo strumento.
Il sito TRIPADVISOR è di fatto uno strumento pieno di lacune, uno strumento impreciso, un "monitor" di rilevazione che al primo posto fra i ristoranti a volte mette indistintamente pub o gelaterie, oppure consente all'utente di fornire giudizi troppo generici e superficiali... diciamo che già nella sua stessa organizzazione interna avrebbe molto da lavorare per diventare uno strumento più serio, efficace ed utile. Poi si deve lavorare sulle identità di chi scrive e posta rilevazioni, che deve essere certa: questo è un punto fermo.
In molti casi TA aiuta realmente a farsi un'idea del locale che stiamo cercando, fornisce un orientamento, un impressione, basata su pareri ed opinioni che a volte si sono rivelati addirittura precisi, ma i "buchi neri" sono troppi. Se i punti suggeriti più volte da Lupini venissero attuati sarebbe davvero una bella conquista.
gianluigi veronesi
direttore
De Gusta
27/08/2013 19:46:51
51) Se salta l'aninimato é un bene per tutti
Purtroppo anche io ho avuto dei commenti che non stavano ne in cielo ne in terra,uno mi ha contestato una pietanza che io non ho più' nel mio menu dal 2007, pero lui e' convinto che nel giugno 2011 ha mangiato quella determinata pietanza, poi ancora un'altra offensiva, ma immaginavo la provenienza, pero debbo dire che non appena ho spiegato tutto alla direzione l'hanno tolta. E' vero come ho letto che si possono ricevere commenti da concorrenza o da qualche persona specifica, niente male se si modifica il sito e tutti si devono registrare veramente salve a tutti 
Paolo Fresilli
cuoco
Via veneto
08/08/2013 17:09:07
50) Troppo spazio a falsitá e interessi
Io sono molto rattristato di come un mezzo che dovrebbe servire per il turismo e non solo per il turista diventa di fatto un'arma per disprezzare un locale senza tenere conto dell'impegno e sacrificio profusi da chissà quanti anni. Degustatori inventati e approssimativi, grandi affaristi che credono di poter trovare prezzo e qualità eccelse in ogni luogo dove vanno, che si prendono gioco della serità di chi lavora calandosi nella parte dello sceriffo. Di fatto persone che non sanno cosa vuol dire. Il problema maggiore è che una piccolissima parte di chi si trova bene in un locale ha voglia di tornare a casa e recensire mentre tutte le persone che hanno le lune storte o si aspettano troppo o hanno gusti differenti recensiscono subito appena messe giù le valige e con una rabbia, aggressività, negatività inverosimile a persone di mondo. Maleducazione senza limiti e controlli pari allo zero. Grazie tante Tripadvisor. Un mezzo quasi inutile e facilmente falsificabile.
Albergatore Hotel Solmar

01/08/2013 11:54:49
49) Ora TripAdvisor decide cosa pubblicare .....
Ho fatto tante recensioni TripAdvisor, quelle positive le hanno pubblicate subito mentre l'ultima l'ho fatta negativa, non l'hanno ancora pubblicata. Reputavo questo sito molto affidabile mentre adesso non lo credo più. Mi dispiace.... Decidono loro quello che vogliono pubblicare....
aceto 1

10/07/2013 12:37:11
48) Tanti farebbero carte false
Il sito tripadvisor a me piace, come servizio di informazione di una struttura va più che bene, il difetto di questo servizio è che esiste una classifica in base alla qualità delle recensioni. Questa cosa è sbagliatissima perchè fa si che la gente imbrogli, per salire di gradimento, tanti farebbero carte false!
Dario Spagnoli
ristoratore
enoteca forte san pietro
10/07/2013 11:23:10
47) Vergognose proposte per salire in classifica su Tripadvisor
Ecco cosa mi è arrivato per avere recensioni positive... a voi l'ardua sentenza... Ovviamente ho oscurato numeri e nomi di riferimento, li ho comunque salvati nella mia mail per i più scettici...

Mail n°1 Come ricevere tante prenotazioni in piu per la tua struttura? Conosci Tripadvisor? Siamo degli esperti a farti crescere nella sua graduatoria. Piu recensioni! = Piu prenotazioni! OFFERTA DEL MESE: Garanzia di 15 recensioni positive al costo di 300 Euro! Il NOSTRO SERVIZIO FA AL CASO TUO! clicca su www.marketin***** Quante persone possono arrivare nella tua struttura grazie a TripAdvisor? La risposta non è una sola, perchè dipende dalla reputazione di cui la tua struttura goda all'interno di TripAdvisor, ma possiamo invece dirti quante sono le persone che, giornalmente, leggono le recensioni di TripAdvisor e le utilizzano per scegliere la meta delle loro vacanze: circa 556.000 persone al giorno con oltre 50 milioni di recensioni disponibili. E tu, sei competitivo su TripAdvisor? Se non lo sei ti perdi una buona fetta delle prenotazioni che potresti invece accaparrarti! La maggior parte degli utenti TripAdvisor tiene in grandissima considerazione le recensioni degli altri viaggiatori e la classifica delle strutture, ecco perchè è sempre bene utilizzare la forza di TripAdvisor a tuo vantaggio e aumentare il numero delle tue recensioni per avere molte piu prenotazioni. Con il nostro servizio potrai diventare popolare su TripAdvisor! ?La nostra azienda sarà incaricata di migliorare la tua reputazione all'interno di TripAdvisor tramite strategie di marketing mirato che comprendono: ANALISI DELLA STRUTTURA SU TRIPADVISOR O EVENTUALE INSERIMENTO. INVIO DI MATERIALE STRATEGICO PER MARKETING TRIPADVISOR INVIO DI MATERIALE PROMOZIONALE PER I TUOI CLIENTI RECENSIONI GARANTITE OFFERTA DEL MESE: Garanzia di 15 recensioni positive al costo di 300 Euro! Tutto questo ti consentirà di ottenere una maggiore popolarità su TripAdvisor, ma come possiamo promettertelo? Semplice, l'effetto del nostro servizio sarà quello di FAR AUMENTARE LE TUE RECENSIONI POSITIVE! , devi solo scegliere a che numero vuoi arrivare!!! Il nostro servizio, infatti, ti garantisce come risultato un aumento di recensioni positive verso la tua struttura in un determinato periodo di tempo, in base al pacchetto che hai acquistato. Rispondi a questa mail chiamando il numero 02.87197*** e chiedendo del Sig.Carlo S**** oppure acquista diretamente l'offerta del mese per arrivare a un incremento di 15 recensioni positive. Le recensioni sono garantite. O arrivano le recensioni o ti rimborsiamo!!! OFFERTA DEL MESE: Garanzia di 15 recensioni positive al costo di 300 Euro! Il trattamento dei dati degli iscritti al servizio della newsletter è conforme a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali.

Mail n°2 Diventa Popolare su TripAdvisor! Ai mai pensato a quanti utenti leggono, ogni giorno, le recensioni su TripAdvisor per decidere le loro vacanza? Migliaia! Con il servizio che ti offriamo noi potrai, fin da subito, aumentare la tua popolarità su TripAdvisor e, di conseguenza, i contatti che riceverai dai turisti che navigano all'interno del portale di recensioni turistiche online più famoso al mondo. L'offerta che ti facciamo, però, è limitata AL SOLO MESE DI GIUGNO! Ti offriamo infatti, solo per questo periodo di tempo: 20 Recensioni su TripAdvisor a 400 Euro! Ci occupiamo da anni di marketing su TripAdvisor e ti assicuriamo ottimi risultati e recensioni puntualmente pubblicate, ma l'offerta che ti facciamo è valida solo per il mese di Giugno, dopo di che il prezzo tornerà ad essere quello di listino di 500 Euro per 20 Recensioni! Acquistando subito, quindi, avrai uno sconto del 20% pari a ben 100,00 Euro di risparmio! Se vuoi altre informazioni, chiama pure il numero: 0583.46**** ----------------- C'è pure lo sconto...
Vincenzo Tufano
albergatore
09/07/2013 14:44:21
46) Bisogna imparare a interpretare le recensioni
buongiorno, io sono un recensore abituale di Tripadvisor e soprattutto un utilizzatore frequente del portale che considero utile nella scelta di hotel o ristoranti: è vero che la recensione falsa, dettata da interessi di varia natura, ci può essere dal momento che non esistono filtri particolari, ma come sempre bisogna imparare a muoversi e soltanto dopo una attenta lettura di tutte le recensioni, positive e negative, uno può farsi un'idea della bontà di ciò che scrive. A difesa del portale posso dire che le mie recensioni negative sono state sempre pubblicate (sono nervetto) e che difficilmente la mia opinione si è discostata dalla media riferita a un dato esercizio.
elisa raimondi

09/07/2013 14:40:44
45) TripAdvisor è da chiudere
Ma sono tutti pazzi... nonché delinquenti e nel frattempo che siti simili chiudano per sempre a me i danni chi li paga e sono danni enormi di ritorno economico, di perdita di occupazione perché non ho richieste, di tempo perso che vale oro - Sono tutti impazziti - Siti come Tripadvisor e compagnia bella vanno semplicemente chiusi - Se cosi` non si vuole si lasci perlomeno la liberta` ai gestori se lasciarsi pubblicare (nel bene e nel male) oppure no. Voglio ricordare in ogni caso che un cliente che si e` trovato bene difficilmente andra` a fare una recensione perché e` in pace con il mondo mentre uno che non ha avuto lo sconto che pretendeva o gli hanno tr...to la moglie o ha trovato una macchiolina di sporco sotto all`orlo della tazza del water puo` fare recensioni che sconvolgono e tutto questo certamente non rispecchia la realta`...MAI !!!
michele oria

04/07/2013 15:07:43
44) TripAdvisor blocca le recensioni negative a chi li paga
POsso confermare per esperienza diretta che TripAdvisor blocca le recensioni negative fatte ad esercenti "Compiacenti" o che pagano i servizi di TA. Ho fetto diverse recensioni, e per una negativa fatta su un locale a Castenuovo di porto (Roma) per la pizzeria IL PORTICO (Bruttissimo posto con pessima qualità) la mia recensione oramai risulta in sospeso da settimane. Nonostante le mail indirizzate a TA per avere spiegazioni....nessuna risposta. lo stesso è accaduto ad amici che come me per alcuni locali hanno espresso parere negativo. Quindi TA prende i soldi dai locatori, e ne gestisce e filtra i giudizi. E' indubbio che ci sono interessi economici da parte dei locatori e di TA. E questo ovviamente penalizza il sito non rendendolo più credibile. Basterebbe affossare TA con mail e comunicazioni di disappunto, incazzate a dir poco. Ma nessuno lo fa, o almeno molti se ne sbattono. Non considerando che tante persone leggono le recensioni per decidere di un posto. Spero chiudano TA per comunicazioni false.
Marco Terri

07/05/2013 11:27:10
43) TA fa estorsione
Una domanda. Perchè non si riesce a dimostrare che questa forma di business di TA nasconde un estorsione? Basterebbe aprire un indagine attraverso un magistrato e in breve tempo il problema sarebbe risolto. Peccato che tripadvisor fà troppo comodo cosi come poichè crea quel meccanismo di favoritismi che in Italia tanto piace...allora inutile il dibattito solo per ridicolizzare ulteriormente la categoria...anzi in qualche modo incentivare l'utilizzo di questo ignobile mezzo di comunicazione. Sembra la satira politica su chi ruba alle nostre spalle e questo ci fà sorridere...allora spero di essere stato comico dopo quello che vi ho scritto!
edo morelli
imprenditore
05/02/2013 19:32:20
42) Era una bufala
Era una bufala avete visto? ecco la soluzione http://viaggi.notizie.it/inchiesta-di-notizie-it-recensioni-a-pagamento-su-tripadvisor/
Elisa Crespi

19/09/2012 18:56:00
41) L'anonimato è nemico della democrazia e della libertà di opinione

Ma come si può dire che avere commenti veri equivalga a voler uccidere i Blog. Mi spiace davvero, ma la blogghista Tina Pehtty ha un ben strano concetto della libertà di opinione. Il bello del web (e cerchiamo di dimostrarlo tuttui i giorni) è che ognuno può esprimere quel che vuole e ogni idea ha tanto più valore quanto più si sa a chi appartiene. Senza la trasparenza ognuno può inventare consensi o dissensi come vuole e, soprattutto, può imbrogliare. Se poi un blog ha bisogno che ci siano commenti anonimi allora siamo davvero al ribaltamento delle regole base della libertà di opione e dell'informazione. Nelle democrazie occidentali per secoli la battaglia la si è giocata proprio sulla possibilità di esprimere idee e fare opposizione, e la segretezza o l'anonimato appartengono solo ai periodi più bui.E non acaso il suo compagno era la delazione...

Capisco che qualcuno possa difendere l'anonimato in Paesi dove non c'è democrazia o libertà religiosa, ma almeno in Occidente la battaglia contro l'anonimato ha per obiettivo la difesa di tutte le opinioni. Vogliamo dare cittadinanza ad ogni idea, ma senza nasconderle dietro una maschera come i criminali. Nel caso poi di TripAdvisor e dei siti simili, francamente non si capisce che rischi si corrano nell'esprimere, usando nome e cognome, delle opinioni su un piatto o un servizio.

Con tutto il rispetto per Tina Pehtty e altri bloghhisti che incentivano l'anonimato ... cerchiamo di essere seri.


direttore Italia a Tavola
19/09/2012 18:38:00
40) Dopo la crisi pure TripAdvisor
Caro direttore, leggendo il vostro giornale di settembre 2012, ho potuto riscontrare con piacere il vostro articolo che parlava di TripAdvisor. Purtroppo le recensioni sul web sono diventate il colpo finale aiutato dalla costante crisi che attanaglia il mondo dei consumi, e che vede molte attività alla chiusura, il nostro locale storico a Milano conosciuto come strippoli oppure come osteria pugliese, e stato bersagliato da recensioni non veritiere in particolare una persona che dicendo una marea di bugie, alla fine faceva pubblicità ad un altro ristorante pugliese, va be forse ci sta anche, e forse qualche piccolo sbaglio lo facciamo anche noi, dato che siamo esseri umani. Il mio modesto parere e che non dovrebbero esistere questi strumenti di infamia nei confronti di esercizi onesti, che vengono bersagliati dallo stato e in alcuni casi anche da clienti che di cucina ne capiscono veramente poco, mi spiego meglio, se il mio vicino di casa non gli sono simpatico, entra in rete e fa una recensione bugiarda e io pago lo scotto. E vero che i signori di TripAdvisor ti danno la possibilità di rispondere come gestore, ma e altrettanto vero che ormai il danno e stato fatto e che un cliente nuovo rimarrà sempre nel dubbio. Per favore fermate o rallentate questo sistema che non tutela nessuno, dato che per una mangiata non si spendono milioni di euro, e se non mi trovo bene non ci vado più, e quelle attività che seminano male raccoglieranno nel tempo solo tempesta, ma a noi che stiamo nelle nostre attività 12-14 ore al giorno, per passione e per guadagno chi ci aiuta? Perdonatemi le chiacchiere ed eventuali errori di ortografia, ma avevo proprio bisogno di potermi sfogare con qualcuno.

Osteria pugliese, Milano
17/09/2012 16:54:00
39) TripAdvisor e la battaglia della FIPE
Non è tutto oro quello che circola sul Web. Lo sa bene la Federazione dei pubblici esercizi, sempre più decisa a tentare la via giudiziaria per tutelare la ristorazione di qualità, contro gli abusi del Web marketing 'Get the truth, then go…” ('Trova la verità e poi vai”) - così promette TripAdvisor, la community di viaggi più influente e con il più alto tasso di crescita al mondo. Una recente ricerca online, condotta da Nielsen/NetRatings, ha dimostrato che più dell'80% dei viaggiatori si basa esclusivamente sul passaparola, rendendo, quindi, i portali come TripAdvisor strumenti ancora più potenti sul piano del marketing. Possiamo davvero considerare le recensioni degli utenti come 'Verità”? Qualcuno ha cominciato a volerci vedere chiaro: così è cominciata la battaglia di Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola (la rivista italiana dedicata al mondo della ristorazione prima per diffusione e seconda nel canale HO.RE.CA) e della FIPE. L'incontro (di giovedì 13 settembre) fra i 'capi” della divisione europea di TripAdvisor e quelli della FIPE, si è concluso con un nulla di fatto. Anzi, lo scontro potrebbe alzarsi di livello arrivando nei palazzi di Giustizia. A rendere difficile il dialogo è la questione della tracciabilità e della veridicità delle recensioni: nella sostanza «regolari» per TripAdvisor, «false per almeno un caso su tre» - secondo le ricerche di FIPE e Italia a Tavola.

I FATTI
Dopo l'annuncio, nelle scorse settimane a Firenze della discesa in campo della FIPE contro i tarocchi di TripAdvisor e altri portali simili, il colosso del Web (già punito per concorrenza sleale, a Londra e a Parigi) aveva chiesto un incontro col sindacato. E così giovedì a Milano, nella sala delle Rose dell'Unione del commercio - Lino Stoppani, presidente della FIPE ha incontrato Alison Copus, vice presidente marketing Europa. TripAdvisor minimizza e rimanda al mittente le accuse, attraverso il suo portavoce italiano, Lorenzo Brufani, che difende così il sito dalle accuse: «Non è possibile affermare che il 100% delle recensioni presenti sul sito siano vere, ma l'azienda esegue controlli periodici. Algoritmi e filtri riescono a smascherare le false recensioni. Queste sono prontamente cancellate e le proprietà marchiate con un red disclaimer, allertando gli utenti a diffidare dai giudizi presenti». Non solo. «A livello mondiale TripAdvisor è presente in 30 paesi e i 60 milioni di recensioni al mese sono il frutto del contributo libero e gratuito di milioni di viaggiatori e internauti. Il nostro team antifrode di Londra è composto da 70 persone dedicate alla verifica e allo scanner delle recensioni. Gli abusi ci sono, ma sono combattuti. Anzi alcuni comportamenti non corretti sono messi in atto proprio da soggetti che hanno un interesse economico diretto e spesso sono gli stessi albergatori».

LA REPUTAZIONE E' TUTTO
Secondo Umberto Rapetto, già colonnello del Nucleo speciale frodi telematiche della Guardia di Finanza, docente di investigazioni digitali e sicurezza nelle telecomunicazioni e meglio conosciuto dagli addetti ai lavori, come 'lo sceriffo del Web”- «la vigilanza sui contenuti pubblicati, sulla loro attinenza, sulla loro liceità è determinante. Il pretesto addotto dai responsabili di diversi portali dell'impossibilità di controllare ogni singolo contenuto è smentito dall'esistenza di software idonei». Il fenomeno delle false recensioni e quello collegato del cyber racket è nato con la Rete ed è una realtà, che non si può contestare. «Chi lascia una recensione - propone il colonnello Rapetto - dovrebbe essere identificabile e tracciabile anche da un punto di vista fiscale. Le recensioni che non sono in ordine cronologico possono essere sospette, ma la battaglia all'anonimato è un falso problema». I fenomeni di creazione di recensioni e opinioni false di prodotti o servizi sono aumentati considerevolmente negli ultimi annI perché tale attività genera indirettamente profitto. TripAdvisor rappresenta un perfetto esempio dei rischi possibili di 'manipolazione” delle informazioni in Rete. Ma non è il solo. Anche lo scrittore inglese britannico, RJ Ellory, ne sa qualcosa, dopo essere stato beccato, dal Daily Mail, a scrivere su Amazon recensioni favorevoli ai propri libri, utilizzando falsi profili. Recensioni false e brutte - o troppo belle per essere vere - sono un elemento di distorsione della concorrenza - e per chi legge e ci crede - un brutto colpo alla fiducia dei consumatori/utenti. Il caso TripAdvisor è solo la punta dell'iceberg. E' difficile resistere alla tentazione di manipolare la realtà, a ogni livello. Anche nei media tradizionali accade, ma non se ne parla. Se nessuno è in grado di quantificare il volume di recensioni 'fake” che circolano in Rete - una cosa invece è certa - prima o poi le 'magagne” vengono alla luce. E la Rete non perdona, più dei media tradizionali. L'autodisciplina e l'autocontrollo da parte della community Web si dimostrano l'unico antidoto efficace contro ogni genere di abusi, più di molte Authority. Tra operatori e categorie di mercato bisognerebbe trovare un terreno comune di collaborazione reciproca per combatte gli abusi, invece di combattersi in tribunale. Dura è la legge della Rete dove - la reputazione è l'unico valore che conta - se la perdi, sei fuori.

http://datamanager.it
12/09/2012 16:42:00
38) Le stelle di TripAdvisor in cambio di soldi...
Caro Alberto,
quella che segue è una mail che ho ricevuto in questi giorni, da cui si può capire benissimo come funziona TripAdvisor.

'
Successo su TripAdvisor
Salve,
mi chiamo Luca Lez, e sono un esperto di TripAdvisor. Sono in grado di rilasciare numerose recensioni positive a 4 stelle, in diverse lingue da numerosi paesi del mondo grazie ai miei contatti che visitano il mondo, sappiamo ormai quanto sono diventate importanti le recensioni per il mercato del turismo. Ovviamente ciò non lo facciamo gratuitamente, ha un costo. Se siete interessati contattatemi e Vi rilascerò maggiori dettagli.

Luca Lez
Trinidad y Tobago Web Marketing


titolareRistorante Agata e Romeo
10/09/2012 15:07:00
37) Ancora recensioni negative su TripAdvisor
Buonasera,
ho letto i vostri articoli su TripAdvisor. Vorrei sapere a chi segnalare comportamenti e recensioni sospette. Il mio locale, il Ristorante Da Pellegrino a Montecatini Terme, si trova proprio di fronte ad un altro (La Margherita) e mi è capitato di leggere sulla pagina del locale concorrente una recensione in cui si dice: «Non confondetevi col locale di fronte, mi raccomando». Secondo me non è corretto fare una cosa del genere, come non è corretto fare una recensione negativa del mio locale e parlare bene di quello di fronte, mio concorrente. Ho segnalato questo a TripAdvisor, ma secondo loro non c'è nulla di male ed è tutto in regola.

Ecco la recensione sospetta: http://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g194830-d1235743-r139103838-Ristorante_La_Margherita-Montecatini_Terme_Province_of_Pistoia_Tuscany.html#CHECK_RATES_CONT

Ristorante Da Pellegrino
09/09/2012 16:11:00
36) TRipadivsor e 2spaghi sarebbero utili.. se ci fossero i nomi e cognomi
Io da titolare di un ristorante dico che Tripadvisor come anche 2Spaghi sono siti molto utili e allo stesso tempo interessanti perchè l'idea che un'ospite possa dire la sua è di per se una buona cosa il problema nasce dal fatto delle recensioni fasulle al quale si potrebbe ovviare facendo in modo che i recensori mettano nome cognome e ricevuta o scontrino quanto meno sai chi è e se è stato realmente a mangiare per adesso possiamo solo sperare nell'onestà delle persone Cordiali Saluti

titolareRistorante il Gambero ( Prato )
09/09/2012 16:10:00
35) Non c'è etica nella comunicazione e non sappiamo fare squadra

Il caso Trip Advisor e la cronaca gastronomica in Italia
Caro amico Alberto. Dopo i capitoli trattati con perfetta conoscenza e coscenza dal Colonnello Rapetto - essi dovrebbero circolare nel nostro paese anche in tante altre occasioni, e non soltanto nella cronaca gastronomica e delle informazioni di carattere alimentare - in termini responsabilità  dall'informazione di cibo, salute e sicurezza, non posso non contribuire ad una riflessione che deriva dall'avere dedicato buona parte del mio tempo disponibile in vita alla divulgazione di una cultura etica e del buon gusto, con i mezzi che man mano mi sono stati resi disponibili e tolti nel tempo.

Dalla lettera di Alex condivido la sua voglia di chiarire come autori, giornalisti ed esperti di crritica gastronomica seria siano stati per lunghi anni persone che hanno esperienza e termini di paragone di solida efficacia. Era per tanti lustri una caratteristica che aveva generato qualche decina di buoni cronisti e saggisti, il cui parere o opinione veniva ripresa e ragionata con grande rispetto da parte di operatori del settore gastronomico e della ristorazione di qualità  o di ben chiare caratteristiche dall'identificazione, di gusto e creatività  e di tradizione bene quaificata sul campo, al tavolo e in cucina. Da trent'anni è scoppiata la corsa all'accaparramento di clienti, notorietà  e immagine; la popolarità  dalla piazza e dai mercatini è passata alle insegne e alla ristorazione promossa con tutti i mezzi.

Il web con la sua esplosione di mercato accessibile a chi offre e a chi consuma ha trasformato le filiere in rete, universale, locale e contemporaneamente intercontinentale, a complemento di una mobilità  che si riflette sulle stesse composizioni etniche territoriali. Tutto OK, tutto positivo, si espanderà  ancora di più. La mia ricetta per il nostro paese in cui il prete, il podestà , il medico ed i farmacista contano sempre di meno e non fanno i testimonial di morale per una convivenza e competizione non solo civile e legale, ma anche rispettosa delle libertà  e del piacere della società  condivisa, è di abbandonare la supponenza di leggi e regolamenti e di instaurare un principio del rispetto dell'uomo nelle sue professioni e nelle sue qualità  di studiosi ol di sopra della media dei problemi e temi della società  comune civile.

Non è solo un problema italiano, ma solo particolrmente italiano, per la complessità  della nostra storia di abitudini all'associazionismo (scarsissime), alla cultura (nemica delle gabbole vendute dalla pseudocultura politica che occupa ognim potere). I professionisti della comunicazione sono i responsabili delle decadenza del rispetto della verità  per eccesso di protezione di parte e per mancanza di rispetto della professionalità  dei valori. L'onestà  professionale dei comunicatori e dei collaboratori estemporanei non trova di fatto nè censori nè difensori. La tradizione di diritto ha solo per abitudine di articolo di statuto la presenza dei cosidetti probiviri, con presidente e membri elettivi, ma di fatto, salvo che in occasioni di lotta poliitica, non entra nel merito dei contenuti di materia e di sostanza. Si chiamerebbe Codice etico. Se c'è non si sa che esista, in quanto è generico.

In genere viene rifiutato dalla maggioranza degli aventi diritto all'inserimento. Ho personalmente provato a mettere in atto un serio accoglimento del concetto di eticità  professionale, proprio nell'unica libera associazione che aveva a cuore anche il tema oggi in dibattito. DI FATTO , nel nostro paese, ciascuno interpreta l'impegno di eticità  professionale a solo suo vantaggio, per cui non è un bene sociale da difendere e proteggere. L'Europa non può aiutarci questa volta, con leggi e direttive, che tuttavia esistono e si accettano ogni qualvolta ci si impegna in un assignment internazionale.

Personalmente ho smesso di scrivere di ristorazione, dei suoi meriti e dei suoi problemi, perchè mi sento fuori paese nel nostro e non sono in grado di dare un contributo valido. Di tanto in tanto intervengo, ma non mi aspetto ormai altro che silenzio. Forse anche nel caso di TripAdvisor è così. Ciascuno da solo per il proprio vantaggio. Poi di colpo si scopre che abbiamo perso l'occasione di fare ITALIANA e protetta la denominazione internazionale di PIZZA, mentre i cugini di bollicine si esaltano nell'impedire l'uso della denominazione CHAMPAGNE: che è vera! Ma anche PIZZA era vera, e in Francia e altre nazioni usano promuoverla per ogni accezione edibile di quiche, a pasta feullete, brise o galette. Quanto varrebbe il marchio? Scemenza, non ETICA. Come si farà  con l'olio extravergine, settore in cui abbiamo perso 1° e 2° posto nel trade mondiale, andato a favore del dinamismo e della capacità  di fare squadra di due nazioni come Spagna e Grecia che con tutto il Mediterraneo per duemila anni hanno sempre riconosciuto quanto la qualità  dei buoni OLI d'oliva italiani fosse la punta di diamante di una buona parte della nostra cucina? Solo la volontà  di creare una cultura dei VINI ci ha riportato al vertice del potenziale, in cinquanta anni di duro e serio lavoro, di tutti, nel rispetto di tutti e con una strategia di vero Made in Italy. Grazie, scusate lo spazio.


Consulente internazionaleAgoràAmbrosiana - Lo Scalzo Associates
05/09/2012 18:43:00
34) Rispondere alle recensioni negative per limitare i danni
Lo sapete che potete rispondere alle recensioni? E che il recensore non può rispondere alla vostra risposta? E che potete denunciare a tripadvisor quelli che ritenete falsi recensori? La nostra esperienza dice che (di solito) tripadvisor rimuove le recensioni false e che una buona risposta limita (a volte elimina) i danni delle recensioni negative. Naturalmente la cosa funziona se la base di partenza è buona, ossia se il locale lavora bene. I nostri clienti sono più che soddisfatti.

web content managerexout - Firenze
05/09/2012 11:34:00
33) Al n°1 su TripAdvisor? Basta pagare!
Egregio Direttore, le giro una mail molto interessante, a proposito di recensioni fasulle: basta pagare. Si tratta di un sistema per scalare i punteggi di TripAdvisor e mettersi ai primi posti. Vergognoso, siamo arrivati al peggio del peggio. Spero che possiate usare questa mail per screditare chi si vanta di aver scoperto l'acqua calda in barba al mondo del food. Grato per il suo brillante lavoro.

'
Bauto is # 1 on TripAdvisor!
Non sarebbe bello essere al n°1 su TripAdvisor e fare il 'tutto esaurito” per sempre ai prezzi migliori? Sappiamo che lei non è ancora là, ma siamo in grado di aiutarla a raggiungere i primi posti su TripAdvisor RAPIDAMENTE attraverso il nostro servizio di ottimizzazione. Ci siamo specializzati nell'ottimizzazione dei giudizi su TripAdvisor in modo da aumentare notevolmente e RAPIDAMENTE le prenotazioni.

Come ci riusciamo? Per scoprirlo vada su TripAdvisorSuccess.com e si registri per il nostro speciale 7 giorni di prova gratuita. è un FATTO che le imprese al primo posto in classifica su Tripadvisor mantengono per tutto l'anno occupazione e tariffe molto alte, anche in bassa stagione. Si tratta di un servizio di ottimizzazione speciale che lei non troverà da nessun'altra parte. è il momento di agire.

Marcio Andrade
TripAdvisorSuccess.com

228 Park Avenue South
New York, NY 10003


chef-titolareRistorante Bauto di Bassano del Grappa
05/09/2012 09:45:00
32) Vergognose le recensioni anonime di TripAdvisor
Faccio il Ristoratore da oltre 47 anni con serietà e correttezza, e sono pienamente d'accordo contro queste vergognose recensioni di TripAdvisor, di cui molte recensioni apparse su questo sito sono solo di comodo, e vengono pubblicate al volo senza sapere chi le manda, chiunque può scrivere quello che vuole, e se vuole danneggiare qualche ristoratore è molto facile, secondo il sottoscritto andrebbero vietati.

cuoco ristoratorealbergo ristorante
05/09/2012 09:36:00
31) Troppe falsità sulle recensioni
Sono ASSOLUTAMENTE d'accordo, troppe falsità sulle recensioni e molto pressappochismo!!!

DirigenteGreppi holding
29/08/2012 13:02:00
30) Concordo con la battaglia di Italia a Tavola
Concordo pienamente con l'azione di Italia a Tavola e la posizione presa dall'amico Alberto Lupini. Aggiungo che la critica gastronomica seria viene effettuata da persone che hanno esperienza e termini di paragone di solida efficacia. Pur avendo iniziato a scrivere di ristoranti e itinerari golosi alla fine degli anni '80, sono arrivato alle recensioni sul Corriere di Milano solo nel 2000. Da allora ad oggi (12 anni) avrò cenato a casa non più di 60 giorni l'anno. Credo che questa condizione particolare (bella o scomoda, a seconda dei punti di vista) faccia sì che una persona sviluppi e perfezioni alcuni meccanismi critici e riservi il proprio entusiasmo alle esperienze gastronomiche di reale valore. Ma l'abitudine (seria) alla critica non è solo fatta di severità o ottusa notazione di cronaca: si impara a cogliere i lati promettenti di una cucina, si osservano i dettagli positivi, le possibilità di miglioramento e ci si abitua a contestualizzare la critica alla luce della città, del quartiere e - anche - dei prezzi. Senza questo non sarebbe critica, ma nuda fotografia di situazioni, senza questo non servirebbe sapere di cucina, di cultura gastronomica ed enologica, ma basterebbe avere la propria bocca e i propri occhi come unici elementi di giudizio. E solo a questi ultimi TripAdvisor e simili si affidano nel giudicare, senza chiedere ai giudicanti di fornire garanzie di obiettività e qualificarsi prima di abbandonarsi ad affermazioni spesso discutibili, che generano classifiche ancora più risibili. Per contro i miei colleghi e io firmiamo gli articoli col nostro nome. nel mio caso mi presento col mio nome e discuto in prima persona coi ristoratori le mie impressioni, senza paura di avanzare critiche e dubbi. E posso essere criticato e persino querelato, se qualcuno lo ritiene necessario. Chi spara dietro lo scudo di TripAdvisor, invece, non rischia nulla ed è anonimo, da bravo terrorista.

giornalistacorsera
28/08/2012 23:21:00
29) Non c'è parità di condizioni fra chi critica e chi è criticato
Trip advisor è un bussiness di dimensioni ragguardevoli e,come molti dei siti che hanno avuto successo negli ultimi anni, sioccupano di lavorare sul lavoro degli altri facendo uno sforzo minimo.Il mio ristorante ha 7 recensioni più o meno belle, si può pensare che in due anni di trip advisor posso aver avuto solo 7clienti? La crisi è brutta per carità, ma se così fosse saremmo chiusi da un pezzo.Questa stupida considerazione per dire che non tutti i locali hanno target da trip advisor (gente che smanetta con losmartphone)e non tutti i clienti arrivati tramite trip advisor hanno rilasciato recensioni.Per appropiarmi della mia pagina ho dovuto fornire tutti i miei dati persino il numero di carta di credito.Non credo che questo succeda a chi si iscrive come utente-recensore.La sfida si può accettare, ma deve esserci la parità di condizioni.Facciamo un esempio, se esistesse una sorta di trip advisor per recensire gli avvocati, i piastrellisti o i dentisti , ci sarebbe giàstata una grande mobilitazione, in quanto si andrebbe a colpire delle persone, dei professionisti singoli. Con i ristoranti è lastessa cosa, perchè la grande maggioranza sono formati da famiglie, non sono aziende da 50 persone che in un eventualegiudizio verrebbero associate ad una ragione sociale(brutto gioco di parole).Quando qualcuno scrive che la cameriera è antipatica, sta lasciando scritto per sempre un giudizio pesante su una persona,a chi legge arriverà questo, senza sapere se chi ha scritto quel giudizio è simpatico o antipatico.Ricordo quando ci fu la lite tra Gualtiero Marchesi e la guida Michelin per il declassamento, in quel caso Gualtiero Marchesi fuintervistato da tutte le testate giornalistiche nazionali per esprimere la sua replica (giusto dato la portata del personaggio), mac'è gente che per aver perso l'unica stella che aveva , ci ha rimesso la salute, il lavoro e poi pelle (non scherzo), perchèsembra che se sei arrivato lì , ma poi tornato indietro, non sei più un ristorante di qualità ed esci dal giro.Questo dico, calma con i giudizi buttati lì perchè ci si può nascondere dietro ad uno pseudonimo,o almeno pensate al pesoche avranno alle parole che state per pubblicare.Grazie.

cuoco e proprietarioristorante Negrone Scanzorosciate
28/08/2012 14:46:00
28) Dopo un certo periodo di tempo le recensioni vanno cancellate
Constatato che per scrivere a Tripadvisor io devo dare tutti i miei dati di riconoscimento e di contatto (non mi nascondo perché dico la verità), trovo scorretto il fatto che i fanatici scrivono senza paura anche il non vero perché rimanendo in anonimato non é possibile denunciarli e Tripadvisor li difende anche. Tutte le recensioni (buone o cattive) pubblicate, dopo un tempo da definire (per corretteza) dovrebbero essere cancellate perché nel tempo (dell´arco di un anno p.es.) tutte le aziende possono essere o migliorate o peggiorate. Non é corretto che per motivi di vecchie recensioni che ormai non corrispondono alla realtà c´é chi ne approffitta e chi invece deve soffrire e nello stesso tempo i lettori interressati vengono informati in modo sbagliato. Cordiali saluti.

scultore
27/08/2012 10:43:00
27) Bisogna imparare a leggere i commenti con obiettività
Io sono dalla parte del 'sistema TripAdvisor', in cui includo solo la parte 'buona' dei commenti, scartando quelli fasulli, e anche tutti gli altri siti che funzionano allo stesso modo (es. Booking.com). Difficilmente quando una struttura ha molti commenti, difficilmente il trend generale è 'sbagliato'. Bisogna imparare a saper leggere i commenti e a scindere fra quelli veri e quelli meno realistici. Detto questo, ho la mia proposta, un keygenerator: http://phabio79.wordpress.com/2012/08/01/attaccare-tripadvisor-lo-sport-dellestate/

blogger
24/08/2012 17:24:00
26) Tanta saggezza e speranza
Egregio Sig. Alberto Lupini, sento di doverLa ringraziare per il lavoro che sta svolgendo anche a nome del Gruppo Ristoratori Bassanesi, dove milito da oltre trant'anni (inizialmente da presidente per 22 anni ora da vice). Ho ascoltato con molto interesse le sue parole e letto il Suo editoriale, colgo nelle sue parole tanta saggezza e speranza. Le auguro di riuscire nella Sua battaglia contro il gigante, anche perchè è interesse nostro e di tutta la comunità. Con osservanza e stima.

Ristorante Bauto dal 1917
23/08/2012 17:31:00
25) Bisogna avere l'ottica più ampia possibile
Gentile Direttore ho letto con piacere i vs Articoli e mi sono aggiornato con attenzione sulla vostra giusta battaglia. Ma se è deve esser giusta, corretta e nell'interesse del consumatore, a mio parere, anche citando i casi specifici, bisogna avere l'ottica più ampia possibile. Ho navigato su Tadv, Ristoranti Madonna di Campiglio e: ho visto lo scoring del Vecchio Sarca, non male; ci sono 56 recensioni (una q.tà già adeguata per un giudizio globale) e il 67% consiglia il locale; l'area di debolezza più volte citata è il prezzo percepito come elevato (si cita ad esempio due fette di crostata casalinga per 24€) il gentilissimo ref.te del locale fornisce spesso commenti competenti e costruttivi, ma non ha smentito il dato di cui sopra; al primo posto a M. Campiglio c'è un altro locale, con caratteristiche molto simili al V.S., ma una percezione Qualità/Prezzo migliore Conclusioni: il V.S. non esce con le ossa rotte da Tadv, chi ha mente sveglia discerne, guarda la media e "gli estremi" e fa le sue libere considerazioni; chi poi usa Tadv come strumento di scelta e viene smentito poi dai fatti, abbandonerà Tadv l'esempio della crostata, non smentito per ora, mi pare un segnale di cui tener conto, poi ognuno con le proprie tasche fa quello che può concordo che gli utenti dovrebbero avere Nome e Cognome e Foto (vera); io personalmente non avrei problemi a metterci la faccia; altro a mio parere non serve infine: perfezioniamo questa Community e altri Forum, ma rimarrà sempre l'esigenza della Nuova Comunicazione Web di leggere informazioni, dati, commenti e "verità" (mi scusi il mood pirandelliano...:-) che nascono spontanee dall'utenza e dai singoli e non solo dai Canali Ufficiali (noi del Vino stiamo ancora subendo gli strascichi della "dittatura delle Guide" e dei /100, che in questi anni si sta per fortuna sgonfiando...) Cordiali Saluti di Buon Lavoro

Tenuta Badia Di Morrona e Poderi dei Bricchi Astigiani
23/08/2012 17:25:00
24) Certificare con la ricevuta
Caro Alberto, seguo con attenzione la battaglia di ITALIA A TAVOLA su TripAdvisor ... Perché non proporre a TripAdvisor di inserire nel commento, come certificazione, copia della ricevuta/fattura del locale? Certo, qualcuno potrebbe ugualmente procurarsene una, ma forse ci sarà anche meno NERO e meno bugie. Buon proseguimento.


23/08/2012 16:01:00
23) TripAdvisor è una minchiata
TripAdvisor è una minchiata... la gente che non capisce un ca**o dovrebbe stare solo a casa propria...

23/08/2012 16.01.00
Meno male che c'è TripAdvisor27) Meno male che c'è TripAdvisor, con tutti i ladri che ci sono in giro!!!Manuel Ferfoglia
23/08/2012 16:00:00
22) Molti dilettanti sono meglio degli "esperti"
Sicuramente l'invidia fra colleghi non è una bella cosa e tantomeno le valutazioni (recensioni) molto dubbie anche se a favore. Il momento non è dei più rosei per tutti. Devo però dire che qualche recensione l'ho fatta anch'io e ne farò ancora, ma io ci metto la faccia (o meglio la foto sul profilo), mentre la maggioranza si nasconde dietro ad immagini di fantasia. A me non interessa se mi riconoscono, ma quando devo stroncare, stronco anche se fosse uno più o meno stellato. Circa 400 tra pasti e/o cene all'anno mi danno la possibilità "magari" di valutare meglio di certi "sapientoni" o incompetenti che a casa mangiano "pane e cipolle" e fuori vogliono fare gli esperti.

23/08/2012 16.00.00
TripAdvisor è affidabile25) E no! Non sono d'accordo! Nelle mie ricerche per le vacanze ho trovato sempre e dico sempre corrispondenza tra i commenti su TripAdvisor e la
23/08/2012 15:59:00
21) Basta puntare il dito contro i ristoranti
Oggi i vari "Raspelli", con rispetto verso Edoardo Raspelli, si improvvisano enogastronomi senza titolo. E' nata la peggior moda che potesse abbattersi sul mondo del food e dell'ospitalità. Che il cliente abbia diritto di fare le sue rimostranze all'atto del servizio è legittimo ma deve usare termini civili e rispettosi. In molte recensioni leggo punte di veleno e cattiverie come fossero vendette personali. La recensione dovrebbe essere costruttiva e propositiva, non declassante. Anch'io appaio in Tripadvisor, fortunatamente con un buon punteggio, eppure non ne ho fatto richiesta e francamente non so quanto sia legale tutto ciò. E' vero, e bello leggere di clienti soddisfatti ma quelli incazzati vanno giù con la mannaia e tirano fuori il peggio del peggio. Si nascondono vigliaccamente sotto un nickname per non essere riconosciuti. Si sentono in diritto di "bastonare" e "offendere" ma hanno il valore delle lettere anonime, insignificanti. Magari, anche solo per farti del male, scrivono di te senza esserci mai stati, oppure è un collega invidioso. Insomma Tripadvisor è uno strumento pericoloso e dannoso se non si porranno delle nuove regole. Anzitutto chi scrive si deve identificare ed assumersi le proprie responsabilità, visto che fa nomi e cognomi, deve dimostra di esserci stato con un documento fiscale e nel caso di calunnie o falsità, affrontare una denuncia da parte della parte offesa. In questo caso ne avremo beneficio tutti, Tripadvisor, i Gestori e i Clienti stessi che leggeranno verità e consigli utili. Il mio locale è stato gestito dalla mia famiglia per tre generazioni, non è possibile che arrivi l'ultimo dei "fenomeni" e metta in discussione anni e anni di onorata gestione. Certo siamo sul banco di prova tutti i giorni e quello che abbiamo fatto ieri non conta nulla, sarai giudicato solo da quel momento. Non siamo astronauti e la giornata storta capita anche a noi. Concludo facendo una riflessione: gran parte delle recensioni criticano pesantemente il prezzo del servizio ricevuto, questo è inacettabile dal momento che fuori dei ristoranti è esposto il listino prezzi e al tavolo viene portato il menù con i prezzi ben evidenziati. Dal momento che "ordini" le pietanze, o ti porti una calcolatrice tascabile e ti fermi quando hai raggiuto il tuo budget, o paghi e te ne stai zitto. Se non te lo puoi permettere ti alzi dal tavolo e te ne vai. E' ora di finirla di puntare i ristoranti e additarli di ladrerie. Grazie per aver dato voce alla nostra fantastica categoria.

Titolare-ChefRistorante Bauto
23/08/2012 12:27:00
20) La battaglia dà i suoi frutti
Bene, bene, vedo che il sassolino lanciato nello stagno a dicembre, continua a produrre cerchi sull'acqua. Grazie alla forte spinta di Italia a Tavola si è riusciti ad ottenere la collaborazione di una guida italiana, Oraviaggiando, che controlla con grande attenzione le recensioni. Il colosso Tripadvisor vacilla e ammette gli errori del passato, promettendo maggiori controlli. Ora sta a tutti noi, che a vari livelli operiamo nel settore, fornire il nostro giusto contributo. Non sono d'accordo con l'amico Emanuele Esposito che chiede la chiusura di Tripadvisor (scordiamocelo, non avverrà mai) ma credo che, grazie all'interessamento di Alberto Lupini che ha messo a disposizione la sua competenza e le pagine del suo giornale, si siano ottenuti grandi risultati. Da parte mia ringrazio anche Oraviaggiando che si è messa a disposizione e, per prima in Italia, ha filtrato con attenzione i commenti, dando anche la possibilità di farli firmare. Questa cosa non ha preso piede perchè non piace l'idea di firmarsi, ma, attraverso i controlli, c'è stata una notevole diminuzione del fenomeno e lo stesso Tripadvisor oltre a dare possibilità di replica (c'è sempre stata), ora offre la possibilità di rimuovere i commenti offensivi. Quindi, il mio consiglio ai ristoratori è di rispondere alle recensioni negative con calma e motivando ogni cosa, magari anche ammettendo un eventuale disservizio vero che può essersi creato, addirittura invitando il cliente a tornare come ospite. Perchè queste risposte rimangono scritte sul web a disposizione di tutti coloro che vorranno leggerle e servono a tutti per comprendere meglio quali siano le recensioni di cui tenere conto e quali no. In casi di non valide motivazioni e offese si può chiedere la rimozione. Fatelo. Lo so,è un lavoro in più che appesantisce ancor più il duro lavoro di un ristoratore, ma in questo Mondo bisogna comprendere che non è più possibile fare a meno della comunicazione web. Che può essere una grande risorsa se usata bene. Da parte nostra, la battaglia è ancora lunga ma si può vincere, i risultati sono incoraggianti. E se i ristoratori si uniscono e magari imparano anche ad utilizzare Internet come una risorsa e non pensando che sia un ostacolo, i vantaggi in fatto di comunicazione ci saranno per tutti. Italia a Tavola e Oraviaggiando continueranno ad essere al fianco dei ristoratori che svolgono onestamente e professionalmente il loro mestiere.

Console Sud Italia Accademia Italiana Gastronomia StoricaConsulente Oraviaggiando
23/08/2012 12:26:00
19) Se non è il cliente a avere ragione dove andremo a finire?
Caro Direttore, seguo "a distanza" la sua/vostra polemica nei confronti di Trip Advisor, ma mi sento di dire che siamo alle solite all'italiana! Dove i furbi sono tanti e sovrastano gli onesti. Purtroppo per lei io credo che la libertà di espressione e la democrazia, con l'onestà che supervisiona, applicate a Trip Advisor lo rendano uno strumento potentissimo al servizio del cliente finale e non al servizio del ristoratore (forse è questo che non ci accomuna nella visione della cosa). Conosco la possibilità di avere recensioni positive attraverso un acquisto di beni o servizi pressoché inutili, anche questo lo trovo "folcloristicamente " Italiano, ma trovo che l'arma migliore sia dire no grazie e denunciare, ma come al solito il sospetto è che chi denuncia sia messo male in classifica, ambisca ad una posizione migliore, ma anche volendo non possa permettersi l'acquisto di ciabatte o di spazzolini... Recensioni non gradevoli le abbiamo tutti, ma devono servire a capire cosa non ha funzionato "quella volta", nel nostro lavoro basta che l'atmosfera sia distorta da un muso lungo o dal troppo sale ed ecco fatto il cliente non sa perché, ma non torna e questo succedeva in tempi anche lontani dall'era di internet. S e però si continua a vedere il web solo come un modo per fare più soldi perché si raggiungono più persone allora la vedo molto dura da cambiare a favore di tutti. Scusate se mi sono permesso di esprimere in modo così appassionato ciò che penso, ma uso abitualmente Trip Advisor in giro anche per il mondo, quando sono cliente) e ho sempre trovato riscontro di ciò che viene riportato leggendo le recensioni. Non penso di essere stato solo fortunato penso però che tanti miei colleghi non amino sentirsi dire che cosa non va nel loro locale, come non piace a me, ma se non è il cliente ad avere ragione dove andremo a finire? Grazie

RistoratoreRistorante Lalimentari
23/08/2012 12:24:00
18) Trip Advisor: utile solo se normato
Buongiorno a tutti come i colleghi plaudo a ogni iniziativa che possa regolamentare Trip Advisor, utile strumento se normato ma delatore così senza regole. Come Voi ho subito e subisco ricatti (da esigue minoranze per il vero) di consumatori che per mancanza assoluta di onestà intellettuale lasciano recensioni abominevoli, animati da più oscure trame (recensioni pessime e magari uniche e sole del recensore!!!); a loro, con disincanto e realismo, ho mai risposto visto la latitanza di Trip Advisor che dietro questo si para.... ma ormai, visto la realtà tedesca, inglese etc.., visto sopprattutto il vizio normativo assurdo che IMPONE A ME AVVENTORE durante la registrazione al portale di digitare la MIA CARTA DI CREDITO così tracciandomi e identificandomi, con discriminazione e disparità vs il consumatore ai limiti del paradossale, perchè finalmente non si affidi finalmente alla giurisprudenza la finalità, così come in altri paesi più civili, di porre semplici regole normative che possano rendere uno strumento di per sè utile diverso dal fine sovente delatorio che ha attualmente? Anche perchè, ripetendomi, esistono giurisprudenzialmente elementi altamente discriminatori e vessatori vs la categoria... Grazie a tutti per l'attenzione Paolo Pandini

Proprietario AgriturismoAgriturismo Cascina Madonnina
22/08/2012 17:40:00
17) Le recensioni dovrebbero essere una risorsa
Sono un recensore Trip Advisor e mangiando e dormendo fuori per lavoro quasi 5 giorni su 7, mi ritengo qualificato per recensire un locale. Quello che mi lascia stupito è come quasi tutti questi commenti siano sfavorevoli a questo servizio, mentre dovrebbero essere una risorsa per un azienda che offre un servizio importante come la ristorazione e l'ospitalità alberghiera. Devo essere sincero, ne ho cassati ben pochi, 1 ristorante ed 1 albergo ed a ragione, eventualmente segnalo il disservizio che ho riscontrato, facendo presente che avrebbe meritato un voto migliore. E penso come ho notato per alberghi di una certa importanza che le segnalazioni non solo vengono viste, ma anche inserite risposte di giustificazione se il disservizio segnalato c'è stato. In ogni caso se qualcuno avesse una mia recensione, posso fornire tutte le fatture del caso e fra le altre cose credo che si possa addirittura contattare l'autore della recensione con un semplice clic. Credo che non valga la pena osteggiare una novità che può sicuramente rilvelarsi come in USA un veicolo pubblicitario e non ha sicuramente la pretesa di essere una guida. Quanto alle dichiarazioni del responsabile italiano credo che sia tanta diplomazia, perchè in realtà, loro non pubblicano niente ed ognuno di noi che recensisce si prende la responsabilità di quello che scrive. La domanda più logica da farsi invece è un'altra, quanti sono in grado di distinguere il piatto non mi piace dal il piatto è fatto male? Per i disservizi invece dovete migliorare l'attenzione al cliente.

Responsabile commerciale
22/08/2012 17:21:00
16) Servono recensioni certificate
Buongiorno Signor Lupini, ho avuto modo di leggere questo suo editoriale e l'ho trovato parecchio interessante. Devo dire che a mio avviso la mancata volontà d'applicare sistemi sicuri al 100% come quello da lei proposto, nascono a mio avviso da due problemi: 1) si teme che complicando/certificando le cose, diminuiscano i numeri e purtroppo nel web a volte i numeri contano più dell'affidabilità dello stesso, soprattutto quando si parla di pubblicità. 2) la gente che utilizza internet, non è ancora così smaliziata da concepire qualcosa come quello da lei proposto, anche se tecnicamente non è affatto difficile. Il problema è che lo scanner non lo hanno in tanti (nemmeno io) e la fattura via mail non so se sia possibile. Una soluzione potrebbe essere quella d'inserire ad esempio recensioni certificate e non, le cui prime valgono molto più delle seconde.

Skyscanner
22/08/2012 17:13:00
15) Siamo al vostro fianco in questa battaglia
Egregio direttore, ho letto con piacere il vostro articolo su Tripadvisor. Finalmente ho trovato un "supporto" morale per combattere i soprusi perpetrati dagli utenti "schizzati" di questo sito. Noi siamo stati presi di mira da qualcuno che saltuariamente inserisce recensioni pessime sul nostro agriturismo, contenenti informazioni false. Siamo sconcertati dall'impossibilità di sottrarci a questo tipo di diffamazione. ci condannano senza appello. Tripadvisor, come soluzione, ci risponde solamente di controbattere alla recensione. Per esempio, l'ultima recensione,di oggi, (che al momento abbiamo segnalato ed è temporaneamente bloccata) dice che qui si paga una cifra di molto superiore al nostro menu degustazione (l'unico che offriamo è a 20 euro) e riporta piatti e vini che noi non serviamo. abbiamo contattato l'utente, chiedendo spiegazioni, la data del pasto o la copia della ricevuta; la risposta, arrogante a dir poco, è che dobbiamo accettare in silenzio le sue critiche ma che non intende darci informazioni dettagliate. abbiamo comunicato a tripadvisor che abbiamo la documentazione fiscale degli ultimi 5 anni che dimostrano i costi dei nostri pasti, ma sappiamo già, sconsolati, che non servirà. E' una battaglia persa, ma non è giusto. Siamo al vostro fianco in questa battaglia. La ringrazio

Agriturismo Le Bianchette
22/08/2012 17:09:00
14) Ci vogliono nomi e cognomi!
Recinsioni? Ok! Ogni persona che scrive una recinsione deve lasciare numero di telefono indirizzo e giorno del soggiono. E poi TrpAdvisor controlla insieme alla struttura prima di pubblicarla , la veriticità. Quelle false vanno cancellate tutte, specialmente quelle che sotto non c'è ne nome ne giorno del soggiorno. Chi fa "Recinsione false" è un truffatore . Albergo il Chiostro di Bevagna Fabio Ercolini

Direttore TitolareAlbergo il Chiostro di Bevagna
21/08/2012 15:04:00
13) Controllare sì, censurare no!
Buongiorno, utilizzo TripAdvisor nella doppia veste di utente e struttura/attrazione. Il mondo social è ormai pieno di sedicenti venditori di prime posizioni sui motori di ricerca o su qualsivoglia classifica, quindi c'è davvero poco di cui stupirsi. è altrettanto vero però che "smascherare" una struttura con recensioni palesemente finte o una che, di contro, ne ha di stranamente negative è molto facile. TripAdvisor, così come altri portali, danno voce a chi davvero vuole lasciare un messaggio costruttivo (negativo o positivo che sia) alla struttura visitata. Purtroppo, c'è chi ne approfitta e, in molti casi, ci lucra anche. Propenderei quindi per un maggiore controllo da parte di questi portali e delle strutture recensite (che, ricordiamolo, possono rispondere/contestare la recensione ricevuta) ed evitarei di fare tutta l'erba un fascio (non tutti i recensori/le strutture sono disonesti).

marketing
20/08/2012 15:12:00
12) TripAdvisor si crede una Guida!
La cosa strana è che Trip...si sta comportando come una guida vera, a molti ristoratori è stata inviata una lettera ed un adesivo da esporre che segnala che il tuo locale è tra i preferiti dalla clientela di Trip...e viene aggiudicato anche un punteggio che va da da uno a cinque cerchietti è arrivata anche a me sabato scorso, la cosa che mi lascia esterefatto è il silenzio della stampa tradizionale, dovrebbero stare al nostro fianco, perchè cosi tra un po le guide cartacee non serviranno più, con uno smartphone in pochi minuti hai tutte le indicazioni che vuoi, attraverso le recensioni di tripadvisor, un nuovo grande fratello ormai si è insediato e guarda caso colpisce proprio noi del turismo, Aldo Cursano ha ragione, è una battaglia che ci deve vedere tutti uniti. matteo scibilia consorzio cuochi di lombardia

cuoco-ristoratorebuona condotta
13/08/2012 11:26:00
11) Vittime di diffamazione!
Anche noi con il nostro B&B siamo vittime di diffamazioni, e dopotutto i clienti che ci lasciano dei commenti e delle gentilezze non vengono pubblicati. Sono certa che questo portale possa fare dei danni notevoli ed ingiustificabili a strutture che lavorano da anni anche senza Trip Advisor.

imprenditriceColle Wanda B&B
10/08/2012 16:21:00
10) TripAdvisor è il male oscuro della ristorazione!
TripAdvisor è il male oscuro della ristorazione!! E' una lotta impari, perchè in tanti vogliono sapere chi è il nostro interlocutore, e chi è che si nasconde dietro il pc! E' troppo facile offendere così, denigrare e criticare la nostra professionalità e il nostro lavoro. Basterebbe identificarsi con nome, cognome o codice fiscale. Direi in aggiunta che al di là dei commenti su TripAdvisor,perché nn puntiamo sui siti italiani "di casa nostra"?? Noi come ristorante abbiamo scelto di essere seguiti da Oraviaggiando.it;un sito di massima correttezza, con una storia alle spalle che la dice lunga e che ci sostiene giorno per giorno in questo impervio cammino di ristoratorazione! Abbandoniamo questi siti sconosciuti e avvaliamoci di siti italiani!

ristoratoreRistorante Porta Nova
07/08/2012 11:57:00
9) TripAdvisor va chiuso
Purtroppo ci siamo capitati tutti in questo contenitore che produce soldi, io sono per l'eliminazione e da parte mia c'è tutta la mia disponibilità personale a prendere azioni legali affianco a Italia a Tavola. E non perché al primo posto nella classifica trovo un noto fast food e il ristorante che io rappresento e solo al terzo, non è che vivo per questo sito, e che è semplicemente non da l'esatta idea di chi lavora onestamente, quindi io propongo, come già avanzato, di unirci a una Class action e non solo nei confronti del sito incriminato ma anche contro alcune riviste.

06/08/2012 17.07.00
Uniti in questa battaglia11) Queste importanti testimonianze ci confortano nella strada intrapresa e vi invitiamo a riportarle nella apposita pagina che abbiamo realizza
06/08/2012 12:17:00
8) TripAdvisor andrebbe chiuso!
Trovo anche io che sia indecente far pubblicare accuse, calunnie e offese da selvaggi frustrati che, siccome nella loro vita non hanno voce, sporcano e insidiano infamando nel peggiore dei modi. Questo sito andrebbe chiuso perché provoca danni gravi e noi sotto continue minacce di questi personaggi ibridi poichè protetti da una privacy insulsa. E se tu gli rispondi che le accuse e le calunnie sono perseguibili dalla legge, loro ti minacciano di provocarti danni peggiori. io ne ho prove e farò tutto ciò che mi è possibile per difendermi e se loro continueranno a proteggere i calunniatori, bisognerà trovare il sistema perché paghino loro di Tripadvisor. Bisognerebbe che tutti i ristoratori e albergatori si uniscano in una unica causa contro costoro.

cuoco/chef/titolareristorante la pergola rosa
01/08/2012 18:22:00
7) Non ce la possiamo fare da soli!
Da soli non ce la possiamo fare. Anche noi abbiamo innumerevoli prove di recensioni palesemente false non solo, negli ultimi tempi, abbiamo ricevuto alcune offerte di servizi che propongono a pagamento la possibilità di salire in graduatoria. Abbiamo girato questa proposta a TripAdvisor che ha promesso il proprio interessamento. Comunque il nostro lavoro non può essere quello di stare dietro giornalmente alle recensioni su TripAdvisor per contestare quelle palesemente in malafede. Dobbiamo pensare a gestire bene il ristorante, non a rispondere a dei fantasmi in rete. Una cosa è certa, le nostre, come le altre, lamentele nei confronti del meccanismo di TripAdvisor non possono avere un grande peso nei confronti di questo colosso. Dobbiamo unirci e Italia a Tavola può farsi promotore di una class action come quella che hanno fatto gli albergatori francesi ottenendo un qualche successo. Siamo disponibili a partecipare.

PartnerG&F Caterig srl - Babette, Roma
01/08/2012 18:20:00
6) Mi associo alle preoccupazioni e al disappunto
Mi associo, nella mia qualità di direttore-editore della Guida alle Pizzerie d'Italia (www.guidapizza.it) alle preoccupazioni e al disappunto per un fenomeno sul quale nutro fortissimi dubbi. E mi accorgo di non essere il solo. Ho accertato personalmente che in tanti casi, certe recensioni sono opera di concorrenti invidiosi. O di clienti imbecilli e "ignoranti" (nel senso che ignorano persino la differenza, per esempio, tra Pachino e Pechino, quando ci si riferisce ai pomodori. Nella prossima edizione della Guida, riporterò le notizie di certi interventi "stravaganti" verificati da me e dai collaboratori della Guida. Poichè non mi fido affatto di certe operazioni che a mio parere sono soltanto speculazioni commerciali (nel vostro titolo parlate apertamente di "ricatti"), voglio informare chi legge questo mio intevento che la Guida alle Pizzerie d'Italia nel suo ambito specifico non tiene in alcun conto questo genere di segnalazioni. Troppi interventi sono camuffati sotto nicknames, forma vigliacca di lanciare il sasso e nascondere la mano. Ed è una prassi da condannare senza se e senza ma. Da questa prossima edizione, la Guida alle Pizzerie d'Italia, accanto ai nomi dei Locali (Pizzerie, Ristoranti/Pizzeria, Trattorie/Pizzerie, Hotel/Pizzeria/Ristorante) pubblicherà un distintivo speciale di Locale raccomandato. Lo assegnamo in tanti casi anche a Locali che non sanno neppure di averlo ottenuto: e stiamo provvedendo a consegnarlo materialmente, come si potrà verificare sulla pagina facebook della Guida. Avrei piacere di impostare una iniziativa in collaborazione con Italia a Tavola, almeno per quanto riguarda la Pizza. Col metodo del "copia e incolla" riporto questo interessantissimo articolo sulla home page della Guida, anche allo scopo di ricevere altre segnalazioni di prima mano, delle quali vi terrò informato. VITO SATURNO Editore e Direttore della Guida alle Pizzerie d'Italia (www.guidapizza.it)

Guida alle Pizzerie d''ItaliaVito Saturno Editore
01/08/2012 12:40:00
5) Ogni giorno combatto con recensioni false
Gentili signori, sono felice che qualcuno abbia intrapreso questa battaglia, mi trovo a combattere ogni giorno con recensioni e prenotazioni false. Presumo fatte da persone che fanno il mio stesso lavoro, ma che non mi sento di chiamare colleghi, data la serietà che io metto nella mia professione. Spero che un giorno venga messa a punto una procedura in cui i recensori siano tracciabili, così da ridurre le recensioni false. Cordiali saluti e buon lavoro a tutti.

chef e titolareL'osteria della corte
01/08/2012 12:35:00
4) Bisognerebbe registrarsi con il numero di telefono!
Io lo dico da almeno un anno e l'ho anche scritto a tripadvisior, la soluzione è semplicissima, basta registrarsi con il numero di telefono che non deve essere pubblicato, così chi mette le opinioni può metterne una sola ed è, in caso di falso, facilmente denunciabile. Grazie.

01/08/2012 12.34.00
TripAdvisor il "cervello" degli italiani5) E' veramente una vergogna ! Svolgo questa professione da 35 anni ma sta diventando impossibile lavorare con questo popolo di "
01/08/2012 12:31:00
3) Ho denunciato per diffamazione!
Io ho sporto denuncia alla locale stazione dei carabinieri per diffamazione a mezzo stampa nei confronti dell'anonimo recensore....tripadvisor mi ha risposto che per loro era tutto regolare, e mi sono ritrovata 36 posizioni più giù in classifica....devono modificare le regole di registrazione, con l'anonimato chiunque può scrivere ciò che vuole! Plauso alla vostra battaglia e al coraggio

titolarela taverna dei briganti - amalfi
31/07/2012 17:16:00
2) Non è una novità!
Buongiorno a tutti!!!!!!!!! Be scusate la cosa dispiace e anche molto ma non è una novità..........ah ah eh!!! Si sa da tempo.......guardate Trip Advisor di Minsk dove lavoro Io...............ah ah eh.......... La prima posizione e; un Cafe.......la seconda pure......... Premetto in 2 Milioni di abitanti siamo solo in due Chef Italiani e entrambi non siamo tra i preferiti........che strano..... Buon Trip advisor a tutti........

Executive ChefRistorante Falcone Minsk/Belarus
31/07/2012 15:30:00
1) Grazie!
1) Gentili Signori, opertori del settore enogastronia ed alberghiero, il nostro plauso va al direttore della rivista mensile - portale quotidino online - newletter settimanale - web tv (Risto TV) Italia a Tavola, signor Alberto Lupini, alla giornalista Jenny Maggioni ed a tutto lo staff operativo ai quali giunge il nostro plauso e riconoscimento per quanto stanno facendo e adoperandosi in una battaglia che sicuramente avrà i suoi risvolti. Il loro profuso impegno, da subito, non appena sono stati informati delle nostre vicende che incombevano sulla nostra attività di ristorazione. Senza presunzione, attività condotta da dodici anni, portata sempre avanti all'insegna della qualità e del buon gusto, unico Ristorante Osteria Tipico Trentino in Madonna di Campiglio. Ora speriamo, come tutti gli operatori che si sono a noi rivolti si auspicano, con fermezza portare avanti quanto di più caro può essere il nostro lavoro professionale giungere ad una estirpazione di soggetti che vogliono lucrare sulla buona fede.Il nostro invito è uno soltanto. abbiamo iniziato portiamo avanti il nozstro credo, sano, onesto e fattivo. Un abbraccio a tutti. Roberta e Roberto.



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548