Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 14 agosto 2020 | aggiornato alle 02:15| 67215 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     PROFESSIONI     PIZZAIOLI

Pizza napoletana, parte l’iter Stg ma dall’Apes si alza un muro

Pizza napoletana, parte l’iter Stg ma dall’Apes si alza un muro
Pizza napoletana, parte l’iter Stg ma dall’Apes si alza un muro
Pubblicato il 08 giugno 2008 | 00:00

Basta parlare di Stg (Specialità tradizionale garantita) e la 'temperatura” si alza subito in casa dei pizzaioli italiani e degli operatori di questo settore. è recente la richiesta della certificazione Stg per la 'pizza napoletana” e subito l'Apes (Associazione pizzaioli e similari) si è opposta facendo appello alla Commissione europea di Bruxelles. Secondo l'Apes, tramite la voce del suo presidente Antonio Primiceri, il procedimento non sussiste in primo luogo perché «la pizza è anarchica e apolide, in tutto il mondo si chiama pizza, nome introdotto in tutti i Paesi». Analizzando poi la storia della pizza napoletana a livello nazionale si può affermare che, fino a una trentina di anni fa, era piuttosto sottostimata dalla grande ristorazione italiana, come da quella napoletana, peraltro. I napoletani non hanno dato a questo prodotto una particolare importanza nell'ambito turistico, gastronomico e promozionale della città.

Analizzando i punti del disciplinare, l'Apes porta l'attenzione su alcuni punti 'caldi”, tra cui l'uso 'obbligatorio” dell'olio extravergine di oliva prima della cottura previsto dall'Stg: «è uno spreco e sminuisce la bontà dell'olio stesso». Oppure l'impiego di sola mozzarella di bufala Dop e Stg che per pizzeria non esistono e i pizzaioli non usano. Ingredienti costosi snaturerebbero, infatti, il concetto stesso di pizza napoletana e renderebbero il prodotto finale troppo costoso.
A fronte di questi e altri appunti l'Apes sostiene che «il raggiungimento di qualifica Stg Pizza Napoletana, sul mercato italiano, porterà in secondo piano le pizzerie che non producono con il forno a legna». Ottenendo una certificazione di un certo tipo, ribadisce Apes, «il marchio verrebbe richiesto e pagato, gestito da un consorzio, ma stante l'atteggiamento 'all'italiana”, sarà impossibile valutare il controllo operato dal consorzio stesso. Si teme che la Stg venga data anche a chi userà la mozzarella di bufala bergamasca».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®