Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 11 agosto 2020 | aggiornato alle 03:32| 67160 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     ALIMENTI     DOLCI e GELATO

Tutte le combinazioni del cibo degli dei all'Atelier del cioccolato

Tutte le combinazioni del cibo degli dei all'Atelier del cioccolato
Tutte le combinazioni del cibo degli dei all'Atelier del cioccolato
Pubblicato il 04 settembre 2008 | 00:00

è sufficiente assaggiarlo per intuire perché il cioccolato viene definito 'Il cibo degli Dei”. La sola parola evoca dolci sensazioni sul palato: nella sua perfetta pastosità si scioglie lentamente, liberando inebrianti aromi, avvolgendo i nostri sensi, esplodendo in tutta la sua ricchezza. è qualcosa di più di una semplice golosità: è un immenso piacere.
Di questo piacere ci parlerà, giovedì 16 ottobre alle ore 19.00 a Villa San Carlo Borromeo (Mi), in occasione dell'Atelier del cioccolato, Bruno Gambacorta, noto giornalista del Tg2, ideatore e curatore della rubrica 'Eat Parade”.
Un percorso unico per capire perché il cioccolato, nelle sue innumerevoli combinazioni, si associa al gusto, alla sessualità, alla salute, al piacere, evidenziandone le componenti chimiche, gli aspetti nutrizionali, le proprietà organolettiche, indagando sulle correlazioni tra queste e le più avanzate teorie neurofisiologiche.
Un'invitante serata d'autunno per i più golosi ma anche per i più curiosi, interessati a degustare squisiti cioccolati e a scoprire vicende, misteri e qualità di uno dei cibi più apprezzati della storia. Un appuntamento goloso, in cui si combinano cultura, tradizione dell'arte cioccolatiera italiana e preziosi brandy, invecchiati 7, 15 e 21 anni, che saranno proposti dalle rinomate Cantine Carpené Malvolti, produttrici dal 1871 della prima tra le acqueviti del mondo, oggi prodotto di nicchia per un consumatore sempre attento alla ricerca della qualità.

Alla conclusione, gli ospiti potranno degustare le specialità proposte dagli chef del Ristorante The City che, ispirandosi alle antiche ricette, hanno studiato un appetitoso menu a base di cacao e i già noti cioccolatini di Villa San Carlo Borromeo, frutto dell'estro e delle sapienti mani del Mâitre Pâtissier Ranasinghe Rathnasoma e della sua equipe.
Per gli amanti dell'arte, la trecentesca dimora alle porte di Milano, propone una visita guidata al Museo, sede di una collezione permanente, e alla mostra temporanea di Antonio Vangelli, La Festa del Paradiso, allestita nella splendida Sala delle Muse, di recente restauro.


Dalle origini americane al primo cioccolatiere italiano
Le origini del 'cibo degli dei” ci riportano alle antiche civiltà centroamericane. Gli Aztechi ritenevano che la pianta del cacao, da loro chiamata quacaholt, provenisse dall'Eden e fosse stata portata in Messico dal giardiniere degli dei (Theobroma, cibo degli dei). Hernàn Cortés, partito da Cuba con 11 navi e 500 soldati il 21 aprile 1519, sbarcò sulla costa di Tabasco nella penisola dello Yucatàn. Re Montezuma era convinto che Cortés fosse la reincarnazione di Quetzalcoàtl, il re sacerdote venerato come un dio perché aveva insegnato agli uomini a coltivare l'albero del cacao. Così gli offrì l'ospitalità che si riserva a un re e lo riempì di doni, fra cui una piantagione di alberi di cacao. Bernal Dìaz del Castillo, letterato spagnolo al seguito di Cortés, raccontava nei suoi scritti: '... di tanto in tanto, gli uomini della guardia di Montezuma recavano al re, in grandi coppe d'oro puro, una bevanda ricavata dalla pianta del cacao, che egli sorseggiava prima di far visita alle sue mogli”.
Importato in Europa, il cioccolato s'impose dapprima nelle corti regali, poi ad un più largo utilizzo, diffondendosi e trovando nel tempo grandi estimatori come Manzoni, Goldoni, Goethe, Proust, Stendhal e D'Annunzio. 'Nel 1580 nacque in Spagna la prima fabbrica cioccolateria artigianale e poi ne nacquero tante altre in tutta la Spagna e l'Europa.
In Italia il cioccolato ebbe grande successo durante il regno dei Savoia. Fu il duca Emanuele Filiberto che, dopo la battaglia di San Quintino nel 1559, affidò i semi di cacao ai suoi cuochi perché preparassero il cioccolato, ma il primo cioccolatiere che rese solido il cioccolato fu il fiorentino Antonio Carletti, alla fine del Cinquecento.

Per informazioni e prenotazioni
Tel 02 994741;
info@villaborromeo.com
L'offerta per la serata è di 65 euro.



© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®