Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 13 novembre 2019 | aggiornato alle 16:08| 61986 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     ALIMENTI     LATTICINI e UOVA

Dazi Usa sul Parmigiano
Bologna “invasa” dai produttori

Dazi Usa sul Parmigiano 
Bologna “invasa” dai produttori
Dazi Usa sul Parmigiano Bologna “invasa” dai produttori
Primo Piano del 28 settembre 2019 | 10:23

In migliaia stanno raggiungendo il capoluogo emiliano, dove fino a domani è allestito il Villaggio contadino della Coldiretti. In piazza anche decine di allevatori, casari, stagionatori, agronomi e animali. Il ministro delle Politiche agricole Bellanova ha inaugurato l’iniziativa dicendo: «Per scongiurare i dazi serve un’azione coesa del governo».

Continuerà ad arrivare numeroso fino a domani quello che si è già autoproclamato il “popolo del Parmigiano”. A Bologna in migliaia si stanno dando appuntamento in questi giorni al Villaggio contadino della Coldiretti per difendere il prodotto italiano più conosciuto nel mondo minacciato dalla guerra dei dazi con gli Usa, che potrebbero essere autorizzati il prossimo 30 settembre dal Wto ad applicare tariffe  per un importo compreso tra 5 e 10 miliardi di dollari ai prodotti europei compresi formaggi e vini.

A rischio il 90% dell'export del Parmigiano in Usa (Dazi Usa sul Parmigiano Bologna invasa dai produttori)
A rischio il 90% dell'export del Parmigiano in Usa

Di fronte ai nuovi pericoli legati al divampare delle guerre commerciali gli allevatori della Coldiretti guidati dal presidente della Coldiretti Ettore Prandini sono stati costretti a lasciare le proprie aziende per preparare il Parmigiano nel centro della Food Valley italiana utilizzando antichi attrezzi e seguendo rituali vecchi di ben nove secoli di storia.

Il villaggio della Coldiretti sarà aperto fino a domani (Dazi Usa sul Parmigiano Bologna invasa dai produttori)
Il villaggio della Coldiretti sarà aperto fino a domani

Quello americano è, dopo la Germania, il secondo mercato estero per Parmigiano e Grana su cui Trump minaccia di applicare un dazio pari al valore del prodotto importato. Ciò significa - rileva Coldiretti - che la tassa passerebbe da 2,15 dollari a 15 dollari al kg, facendo alzare il prezzo al consumo fino a 60 dollari al kg. Ad un simile aumento corrisponderà inevitabilmente un crollo dei consumi stimato nell’80-90% del totale, secondo il Consorzio del Parmigiano Reggiano.

Ettore Prandini (Dazi Usa sul Parmigiano Bologna invasa dai produttori)
Ettore Prandini

Da difendere c’è un sistema produttivo unico al mondo dal quale si ottengono circa 3,7 milioni di forme all’anno, con 330 piccoli caseifici artigianali della zona tipica alimentati dal latte prodotto nelle circa tremila stalle rimaste dove si allevano circa 250mila mucche. Una stagionatura che varia da 12 a 24 mesi, il divieto nell’uso di insilati, additivi e conservanti nell’alimentazione del bestiame, un peso medio delle forme di 40 chili, l’impiego di 14 litri di latte per produrre un chilo di formaggio e 550 per produrre una forma sono le caratteristiche distintive del prodotto alimentare italiano più conosciuto e più imitato nel mondo.
 
«L’Unione Europea ha appoggiato gli Stati Uniti per le sanzioni alla Russia che come ritorsione ha posto l’embargo totale su molti prodotti agroalimentari, come i formaggi, che è costato al Made in Italy oltre un miliardo in cinque anni ed ora - ha affermato il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini - l’Italia rischia di essere ingiustamente anche tra i Paesi piu’ puniti dai dazi Usa per la disputa tra Boeing e Airbus che è essenzialmente un progetto francotedesco».

L’iniziativa è stata aperta dal ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, che nel suo intervento ha detto: «Le nostre filiere agroalimentari sono giustamente allarmate per la minaccia di dazi annunciati da parte dell’amministrazione statunitense. Gli Stati Uniti rappresentano il mercato di sbocco più importante per i nostri vini e le produzioni di qualità. Ipotizzare un aumento delle tariffe doganali o altre forme di ritorsione metterebbe in serio pericolo posti di lavoro, imprese, famiglie, interi territori. Penso al Pecorino Romano, al Parmigiano Reggiano, al Grana Padano, alla pasta, all’olio vergine di oliva. È necessario e urgente rafforzare il dialogo con l’Amministrazione Usa per scongiurare questo rischio enorme».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


latticini fromage formaggi dazi usa parmigiano reggiano pecorino romano grana padano coldiretti villaggio coldiretti bologna produttori allevatori mucche animali agronomi Ettore Prandini teresa bellanova donald trump

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).