Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 14 novembre 2019 | aggiornato alle 05:08| 61996 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     ALIMENTI     TENDENZE e MERCATO

Caos Brexit, senza accordo
altro rischio dazi per il Made in Italy

Caos Brexit, senza accordo 
altro rischio dazi per il Made in Italy
Caos Brexit, senza accordo altro rischio dazi per il Made in Italy
Primo Piano del 21 ottobre 2019 | 09:28

L’intesa trovata dal governo britannico con l’Unione Europea era stata salutata positivamente dal settore. La mancata ratifica da parte del Parlamento inglese, però, fa tornare lo spettro di un’uscita al buio, che significherebbe un ritorno di dazi e barriere doganali. Il caso del Pecorino Romano, che in Inghilterra esporta 7.600 quintali l’anno.

Non bastavano i dazi introdotti dagli Stati Uniti venerdì scorso: ad agitare i sonni del comparto agroalimentare italiano è la situazione in Gran Bretagna, dove ancora non si trova l’accordo sulla Brexit. Il Parlamento non ha infatti ancora ratificato l’intesa trovata nei giorni scorsi dal Governo con l’Unione Europea, e il rischio di un’uscita al buio torna a farsi concreta, nonostante la nuova richiesta di proroga che il primo ministro britannico Boris Johnson ha inviato nelle scorse ore a Bruxelles.

La data fissata per la Brexit è ancora il 31 ottobre (Caos Brexit, senza accordo altro rischio dazi per il Made in Italy)
La data fissata per la Brexit è ancora il 31 ottobre

In gioco ci sono affari per 3,4 miliardi di euro, tanto valgono le esportazioni italiane del settore agroalimentare in Gran Bretagna. E dire che l’accordo trovato la settimana scorsa aveva soddisfatto gli addetti del comparto: scongiurata la cosiddetta "hard Brexit", ovvero un’uscita senza accordi, sembrava scampato anche il pericolo di un ritorno di dazi e barriere doganali, che invece ora si concretizza di nuovo.

Solo due giorni fa il presidente del Consorzio per la tutela del Pecorino romano, Salvatore Palitta, aveva definito “ottima” la notizia dell’intesa, che avrebbe salvato l’export di 7.600 quintali della Dop, per un valore di oltre 6 milioni di euro di esportazioni verso il Paese inglese: «Per noi la Gran Bretagna rappresenta il terzo mercato in Europa - ha detto Palitta - quest'anno in forte crescita, con +7,2% come fatturato e +17,6% come volume di prodotto».

Il Pecorino romano è uno dei prodotti del Made in Italy che non rientrano nella black list americana di quelli interessati dai dazi, ma potrebbe essere coinvolto, invece, nella tempesta della hard Brexit che in questi giorni si sta ancora cercando di evitare.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


alimenti brexit agroalimentare made in italy rischio dazi dazi usa pecorino romano formaggi rincari Salvatore Palitta

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).