ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 19 settembre 2020 | aggiornato alle 20:43 | 67855 articoli in archivio
Castel Firmian
Molino Quaglia

Dire ai bambini di stare a dieta produce l'effetto contrario

Dire ai bambini di stare a dieta produce l'effetto contrario
Dire ai bambini di stare a dieta produce l'effetto contrario
Pubblicato il 01 settembre 2009 | 18:18

I genitori sono sempre più incerti su cosa fare e dire per evitare di condurre i figli nel tunnel dell'anoressia, bulimia e obesità. Secondo ricerche americane, infatti, i genitori attenti all'alimentazione e alle variazioni del peso dei figli aumentano il rischio di sviluppare disordini alimentari

 Quando si analizza la spinosa questione del sovrappeso nell'età dello sviluppo e dell'adolescienza, i ricercatori sono in disaccordo su tutto tranne che sulla necessità di fare sport. L'argomento interessa in modo particolare i milioni di genitori moderni sempre più attenti e preoccupati del peso dei figli. Sarà per il bombardamento mediatico, sarà perché sono tanti i ragazzini troppo grassi o troppo magri, ma i genitori sono sempre più incerti su cosa fare e soprattutto che cosa dire per evitare di 'condurre” i figli nel tunnel dei disturbi alimentari e del cattivo rapporto con il cibo.

Sul tema, Frank Bruni, ex giornalista politico e famoso critico gastronomico del New York Times, oggi autore del libro Born Round: The Secret History of a Full-Time Eater (Nato tondo: la storia segreta di un mangiatore a tempo pieno), scrive che la maggior parte degli adolescenti moderni «rappresenta un gruppo maggioritario di bambini e ragazzi che si trova a metà tra i due estremi ampiamente pubblicizzati (e molto complicati). E quindi come si insegna ai più piccoli a star lontani dal cibo poco sano senza creare il panico? Come si riesce a fargli capire cosa e quanto mangiano senza renderli paranoici sulle conseguenze?».

Domande dalle difficili risposte. Una ricerche della Stanford University ha mostrato come i padri attenti all'alimentazione e al peso delle figlie aumentano il rischio di sviluppare disordini alimentari. E, secondo uno studio della University of Minnesota, i bambini che i genitori incoraggiano alla moderazione e alla dieta tendono a rimanere sovrappeso molto più dei figli di mamme e papà che non badano alle calorie. A conferma Tom Baranowski, professore di nutrizione pediatrica al Baylor College of Medicine di Houston, pesando un campione numeroso di ragazzini ha concluso che i giovani, virtuosi consumatori di frutta e verdura pesano come i golosi di merendine e bevande gassate. Alla fine le regole valide sono sempre le solite: fare moto con i figli, cucinare con loro e dare il buon esempio limitando le porzioni.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®