Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 29 maggio 2024  | aggiornato alle 07:33 | 105458 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Roero

Gambero rosso, Vissani da solo È il miglior ristoratore d'Italia

Da solo sul podio Gianfranco Vissani al massimo del punteggio 95/100. Secondo Gennarino Esposito, patron de La Torre del Saracino di Vico Equense. Al top una rosa di 21 locali. 2 nuovi ristoranti nell’Olimpo: il Met de l’Hotel Metropole di Venezia e l’Oasis di Vallesaccarda (Av). Cracco declassato

 
26 ottobre 2009 | 15:25

Gambero rosso, Vissani da solo È il miglior ristoratore d'Italia

Da solo sul podio Gianfranco Vissani al massimo del punteggio 95/100. Secondo Gennarino Esposito, patron de La Torre del Saracino di Vico Equense. Al top una rosa di 21 locali. 2 nuovi ristoranti nell’Olimpo: il Met de l’Hotel Metropole di Venezia e l’Oasis di Vallesaccarda (Av). Cracco declassato

26 ottobre 2009 | 15:25
 

 Gianfranco Vissani (nella foto) per il Gambero rosso è il re della ristorazione italiana: a portarlo sul podio più alto è l''edizione 2010 - la ventesima - della Guida dei Ristoranti d''Italia (pp.640; 22 euro), presentata oggi a Roma, per la prima volta senza la firma di Stefano Bonilli e Marco Bolasco. La curano ora Clara Barra e Giancarlo Perrotta. Ci sono molte novità al vertice, compresi clamorosi declassamenti per alcune tre forchette e due "new entry".  

I migliori ristoranti "Tre forchette" della penisola del gambero vedono come detto in testa il cuoco di Baschi (Tr), ormai solo al comando, mentre nelle passate edizioni condivideva il primato della Guida con Fulvio Pierangelini e il suo "Gambero rosso", che ha però chiuso l''estate scorsa. Al secondo posto sale clamorosamente sul podio Gennarino Esposito, patron de La Torre del Saracino di Vico Equense (Na) con 94/100 ex leader dei giovani cuochi italiani ora divenuto una certezza gastronomica nazionale. Al terzo posto, pari merito, con 93/100 Il Gambero rosso colloca invece 5 locali, Le Calandre di Rubano (Pd), Combal.Zero di Rivoli (To), Don Alfonso 1890 Sant''Agata sui due golfi (Na), Enoteca Pinchiorri di Firenze e La Pergola de l''Hotel Rome Cavalieri.

Scompaiono dal gotha dei premiati alla Città del gusto con il massimo riconoscimento cinque ristoranti importanti: in Piemonte Ugo Alciati di Guido a Pollenzo; in Lombardia due chef: Gualtiero Marchesi a Erbusco, Carlo Cracco (che prende un 89) di Milano; in  Veneto Bruno Barbieri dell''Arquade dell''Hotel Villa del Quar (San Pietro in Cariano, vicino a Verona).
Gianfranco VissaniLa rosa al top è composta da 21 locali e vede a livello di regioni il Veneto in testa con quattro locali, seguito da Piemonte, Toscana e Campania. Ci sono due new entry: una al nord e una al sud. La prima è a Venezia il Met de l''Hotel Metropolé, la seconda l''Oasis a Vallesaccarda (Av).  Avanzano  alcuni ristoranti, tra i tricappelluti, con un  punteggio in crescita: Gianfranco Vissani (foto accanto), la famiglia Iaccarino del Don Alfonso, Massimo Bottura della Francescana di Modena, e il giovane abruzzese Niko Romito del Reale di Rivisondoli. Penalizzati invece Gennaro Esposito di Vico Equense, i fratelli Alajmo delle Calandre di Rubano, Paolo Lopriore del Caino, l''Enoteca Pinchiorri, Davide Scabin del Combal.Zero, i Santini di Dal Pescatore di Canneto sull''Oglio, stabili gli altri. La nuova direzione ha privilegiato la cucina di gusto, piuttosto tradizionale, rispetto a quella puramente creativa, par di capire. 

Altra novità è che quest''anno per la prima volta compaiono le Tre bottiglie, cioé i migliori wine bar d''Italia. Cuoco emergente dell''anno è Francesco Sposito della Taverna Estia a Brusciano (Na), mentre la migliore carta dei vini va a Caino di Montemerano (Grosseto) e la Brinca di Ne (Ge).

Gambero Rosso ha anche deciso, al di là di ogni votazione, di assegnare un riconoscimento a cinque grandi esponenti della cucina tradizionale e cinque della cucina innovativa. Posto importante della Guida - che ha preso in considerazione circa 1980 locali - i 276 ristoranti che offrono ai loro clienti un''adeguata selezione di birre: cioé il 21,5% in più della passata edizione che vede in testa il Lazio. Una tendenza che si va sempre più consolidando è l''exploit della ristorazione d''albergo: sempre più nemerosi gli alberghi dove si mangia al top.

Il commento di Bonilli
 
Non è apparso soddisfatto della "nuova" guida l''ex direttore Stefano Bonilli che, attraverso la propria pagina del socialnetwork Facebook, ha commentato: «Vissani 95/100 e Cracco 89/100, demenziale. Poi non dirò più nulla su una guida che ho creato, diretto e affermato per 18 anni, suonerebbe male, ma questa perla non posso non metterla in luce».


Le 21 Tre forchette al vertice

Ristorante

punteggio

variazione

 Vissani
Baschi (Tr)
Giancarlo Vissani

95

+1

 Torre del Saracino
Vico Equense (Na)
Gennaro Esposito

94

-1

 Le Calandre
Rubano (Pd)
Massimiliano Alajmo

93

-1

 Combal.Zero
Rivoli (To)
Davide Scabin

93

-1

 Don Alfonso 1890
Sant''Agata sui Due Golfi (Na)
Ernesto Iaccarino

93

+1

 Enoteca Pinchiorri
Firenze
Annie Feolde

93

-1

 La Pergola - Hotel Hilton
Roma
Heinz Beck

93

=

 Osteria La Francescana
Modena
Massino Bottura

92

+1

 Dal Pescatore
Canneto sull'Oglio (Mn)
Nadia Santini

92

-1

 Piazza Duomo
Alba (Cn)
Enrico Crippa

92

=

 Villa Crespi
Orta San Giulio (No)
Antonino Cannavacciuolo

92

=

 Da Caino
Montemerano (Gr)
Valeria Piccini

91

=

 Hotel Certosa di Maggiano - Il Canto
Siena
Paolo Lopriore

91

-2

 Laite
Sappada (Bl)
Fabrizia Meroi

91

=

 La Madonnina del Pescatore
Senigallia (An)
Moreno Cedroni

91

=

 Perbellini
Isola Rizza (Vr)
Giancarlo Perbellini

91

=

 Reale
Rivisondoli (Aq)
Niko Romito

91

+1

 Uliassi
Senigallia (An)
Mauro Uliassi

91

=

 La Madia
Licata (Ag)
Pino Cuttaia

90

=

 Met Restaurant - Metropol Hotel
Venezia
Corrado Fasolato

90

+3

 Oasis Sapori Antichi
Vallesaccarada (Av)
Maria Luisa Fischetti

90

+4



Premio tradizione
Antica Corona Reale da Renzo, Cervere (Cn)
Rifugio Fuciade,
Soraga (Tn)
Da Nando, Mortegliano (Ud)
La Bandiera, Civitella Casanova (Pe)
La Cuccagna Giro di Vite, Crispiano (Ta)                       
                       
           
Premio innovazione
Antico Foledor Conte Lovaria, Pavia di Udine (Ud)
Il Votapentole, Castiglione della Pescaia (Gr)
Pipero, Albano Laziale (Rm)
Mosaico de l''Hotel Terme Manzi, Ischia (Na)
Bolina, Tricase (Le)


Le Tre bottiglie 2010
La Baita, Faenza (Ra)
Del Gatto, Anzio (Rm)
Osteria dei Fauni, Segrate (Mi)
Enoteca Marcucci, Pietrasanta (Lu)
Ombre Rosse, Preganziol (Tv)
Oste della Mal''ora, Terni
Picone, Palermo
Roscioli, Roma
     

Tre gamberi 2010
Angiolina, Pisciotta (Sa)
Antichi Sapori, Andria (Ba)
Osteria del Boccondivino, Bra (Cn)
La Brinca, Ne (Ge)
Ai Cacciatori, Cavasso Nuovo (Pn)
Caffè La Crepa, Isola Dovarese (Cr)
Cibus, Ceglie Messapica (Br)
Locanda al Gambero Rosso, Bagno di Romagna (Fc)
Lokanda Devetak, Savogna d''Isonzo (Go)
Luna Rossa, Terranova di Pollino (Pz)
Oasi degli Angeli, Cupra Marittima (Ap)
Pretzhof, Val di Vizze/Pfitsch (Bz)
La Ragnatela, Mirano (Ve)                                                   
La Sangiovesa, Santarcangelo di Romagna (Rn)
Osteria della Villetta, Palazzolo sull''Oglio (Bs)
 




© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Longarone Fiere
Vini Alto Adige
Onesti Group

Longarone Fiere
Vini Alto Adige

Onesti Group
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Comavicola