Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 15 agosto 2020 | aggiornato alle 07:45| 67230 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     ALIMENTI     DOLCI e GELATO

Il Miele varesino verso la Dop
Aumentano le denominazioni lombarde

Il Miele varesino verso la Dop 
Aumentano le denominazioni lombarde
Il Miele varesino verso la Dop Aumentano le denominazioni lombarde
Pubblicato il 22 dicembre 2009 | 13:11

Avviato dal Consorzio qualità l'iter per conferire la Dop al miele varesino. Il miele varesino è particolarmente pregiato ed è il frutto del lavoro di 142 apicoltori, 97 professionisti e 45 semiprofessionisti, ai quali si aggiungono quasi 300 appassionati che producono miele come hobby

Un gradito regalo sotto l'albero dell'agricoltura varesina e lombarda arriva con l'avvio dell'iter per conferire la Dop, prestigiosa denominazione europea di origine protetta, a un'altra eccellenza regionale. «Proprio oggi - dichiara Luca Daniel Ferrazzi, assessore all'Agricoltura della Regione Lombardia - i miei uffici hanno firmato il decreto che indica parere positivo all'avvio dell'istruttoria nazionale per il riconoscimento della Dop al "miele varesino", un prodotto di grande importanza per la nostra agricoltura prealpina, che sta finalmente per ottenere un traguardo ambito e meritato».

La procedura per l'ottenimento della Dop prevede ora la trasmissione del dossier con la documentazione da parte della Regione Lombardia al ministero delle Politiche agricole e forestali. Dopo l'istruttoria nazionale, verrà avviata l'istruttoria comunitaria, ultimo passo verso il riconoscimento ufficiale.

«Il miele varesino - continua Ferrazzi - è particolarmente pregiato ed è il frutto del lavoro di 142 apicoltori, 97 professionisti e 45 semiprofessionisti, ai quali si aggiungono quasi 300 appassionati che producono miele come hobby. La produzione rappresenta il 13% del totale lombardo e si caratterizza per la presenza di pollini da piante ornamentali, quelle presenti nei nostri parchi e in ambienti assolutamente incontaminati, che si aggiungono a quelli di acacia che conferiscono le caratteristiche primarie al prodotto».

La domanda per l'ottenimento della Dop è stata presentata dal Consorzio qualità miele varesino, che raggruppa 37 iscritti con 6.755 arnie attive. In totale, in provincia di Varese sono presenti quasi 18mila arnie, per una produzione annua che supera i 2,5 milioni di euro di valore. I prodotti a indicazione geografica lombardi (Dop e Igp), attualmente 27, sono il frutto di una lunga e continua attività agricola che nel corso del tempo è riuscita a conservare, adeguandosi alle nuove esigenze, le antiche modalità produttive.

«Sono certo - conclude Ferrazzi - che questo riconoscimento per il miele varesino possa, una volta terminata positivamente la lunga e difficile procedura per entrare nell'olimpo della qualità europea, avere una ricaduta positiva per il comparto produttivo: un ennesimo punto d'orgoglio per l'agricoltura lombarda».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


miele varese dop igp denominazioni api cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®