Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 09 dicembre 2019 | aggiornato alle 23:12| 62477 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli

Riforma e scuole alberghiere Mancano soldi e stage in azienda

Riforma e scuole alberghiere Mancano soldi e stage in azienda
Riforma e scuole alberghiere Mancano soldi e stage in azienda
Primo Piano del 07 marzo 2010 | 17:11

Gli istituti turistico alberghieri hanno bisogno di risorse economiche per formare studenti in grado di entrare nel mondo del lavoro. Troppi istituti sono in condizioni fatiscenti, non hanno aule dotate di attrezzature e strumenti. Troppo pochi anche gli stage e il contatto con il mondo del lavoro



A giudicare dal gran chiasso che la riforma scolastica ha suscitato, se non si leggesse il testo del provvedimento, verrebbe da pensare a uno stravolgimento delle tradizioni e delle abitudini della scuola, a una rivoluzione della vita scolastica, a partire dalla primaria (forse anche dalla materna) per arrivare all'Università.

Le polemiche hanno imperversato sulle televisioni e fiumi di inchiostro hanno riempito i giornali. E così sono andato a spulciare parola per parola la riforma, ansioso di capire in che modo potesse apportare cambiamenti nell'ambito della formazione della scuola secondaria con riferimento agli istituti di formazione alberghiera o comunque legati al turismo. Niente. Neanche una parola, neanche una virgola.



Gli istituti professionali turistico alberghieri hanno bisogno di maggiori risorse economiche per formare studenti in grado di entrare nel mondo del lavoro preparati, in possesso dei requisiti necessari per affrontare l'attività lavorativa, con adeguata manualità e professionalità.

Questi istituti professionali, purtroppo, fatte salve le debite eccezioni, sono molto teorici e raramente prevedono una formazione pratica, un contatto diretto con il mondo del lavoro. Troppi istituti sono in condizioni fatiscenti, non hanno aule dotate di attrezzature e strumenti che possano consentire agli insegnanti di mettere gli studenti nella condizione di imparare un mestiere.

Gli stage in azienda, per esempio, vengono effettuati solo al terzo anno scolastico e non sono più previsti per i due anni successivi; ritengo invece che sia necessario garantire agli studenti, proprio dal terzo anno in poi, fino alla fine del percorso scolastico, di fare molta pratica, di essere messi nella condizione di coniugare gli elementi teorici acquisiti con gli aspetti pratici della professione che andranno a svolgere.

Ciò consentirebbe loro di affrontare qualsiasi situazione lavorativa, senza essere costretti a frequentare corsi di formazione successivi, della durata di 120 ore circa, il cui costo grava sulle aziende, che non sempre sono in grado di sostenerlo.

è dunque assolutamente necessaria una riforma dei programmi degli istituti professionali turistico alberghieri che prevedano un più stretto contatto con il mondo del lavoro, anche attraverso l'istituzione di stage nel corso dell'ultimo triennio di studi.

Il corpo docente dovrebbe essere messo in condizione di confrontarsi con chi opera sul mercato, di frequentare corsi di aggiornamento per aumentare la propria professionalità e competenza e di mantenere un costante contatto con il mondo del lavoro.

Una delle maggiori entrate economiche per il nostro Paese è il turismo e se l'investimento per la formazione di operatori del turismo continuerà a essere quasi nullo e se non si interverrà in maniera efficace per potenziare la scuola, si rischierà di perdere ancora posizioni nella classifica dei paesi più visitati del mondo. Dobbiamo puntare sulla qualità e sull'accoglienza, unendo alla nostra fantasia la professionalità degli operatori del turismo e, in particolare, della ristorazione.

Per il momento, in attesa di un'auspicata riforma delle scuole turistico-alberghiere, continuerà a essere compito di noi ristoratori completare la formazione di tanti ragazzi e ragazze che si avvicinano al nostro mondo lavorativo e che sono seriamente intenzionati a intraprendere il nostro meraviglioso lavoro.


* Consigliere delegato Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


riforma scuola istituti alberghieri stage aziende cuochi ristorazione fipe Albergo cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).