Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 17 ottobre 2021 | aggiornato alle 14:11 | 78726 articoli in archivio

Cuochi 2011, classifica invariata Alajmo il più amato dalle Guide

Massimiliano Alajmo del ristorante Le Calandre si riconferma al massimo grado d’eccellenza secondo i giudizi delle più importanti guide (Gambero Rosso, L’Espresso, Touring club e Michelin). Ancora una volta è stata la Rossa ad avere un peso decisivo. Svanite così le speranze per Bottura e Vissani

24 novembre 2010 | 17:10
Cuochi 2011, classifica invariata Alajmo il più amato dalle Guide
Cuochi 2011, classifica invariata Alajmo il più amato dalle Guide

Cuochi 2011, classifica invariata Alajmo il più amato dalle Guide

Massimiliano Alajmo del ristorante Le Calandre si riconferma al massimo grado d’eccellenza secondo i giudizi delle più importanti guide (Gambero Rosso, L’Espresso, Touring club e Michelin). Ancora una volta è stata la Rossa ad avere un peso decisivo. Svanite così le speranze per Bottura e Vissani

24 novembre 2010 | 17:10



Nessuna novità nell'Olimpo dei cuochi con 3 stelle Michelin. Massimiliano Alajmo si riconferma così al massimo grado d'eccellenza incrociando i giudizi delle più importanti guide specializzate (Gambero Rosso, L'Espresso, Touring club italiano e Michelin). La 'Rossa” ha riconfermato al top nel panorama della ristorazione italiana i 6 'tri-stellati” dello scorso anno: Massimiliano Alajmo de Le Calandre (Rubano, Pd), Italo Bassi e Riccardo Monco dell'Enoteca Pinchiorri (Firenze), Nadia Santini di Dal Pescatore (Canneto sull'Oglio, Mn), Heinz Beck de La Pergola - Hotel Hilton (Roma), i coniugi Valazza di Al Sorriso (Soriso, No) e i fratelli Cerea del Da Vittorio (Brusaporto, Bg).

Anche quest'anno è stata proprio la Guida Michelin ad avere l'ultima parola sulla classifica finale stilata da 'Italia a Tavola” comparando in maniera incrociata le valutazioni delle guide. Alajmo, come detto, si attesta di nuovo alla prima posizione, seguito da Heinz Beck e Italo Bassi e Riccardo Monco. Svaniscono così i sogni di gloria di Massimo Bottura e Gianfranco Vissani, che avrebbero potuto scalzare dalla vetta il cuoco de Le Calandre nel caso in cui avessero ottenuto le ambite 3 stelle della 'Rossa”.

Bottura si ferma pertanto al quarto posto della classifica generale, guadagnando due posizioni rispetto allo scorso anno (soprattutto grazie agli elevati punteggi che gli sono stati attribuiti da L'Espresso e Touring), mentre Vissani è sesto, preceduto da Nadia Santini.

Di seguito la classifica finale che tiene conto delle valutazioni delle quattro guide (L'Espresso, Gambero Rosso, Touring club e Michelin).

Ristorante

Espresso

Gambero

Touring

Michelin

Variazione








Le Calandre
Rubano (Pd)
Massimiliano Alajmo

19,5

92

90

3

=








La Pergola - Hotel Hilton
Roma
Heinz Beck

19

94

86

3

+








Enoteca Pinchiorri
Firenze
Italo Bassi e Riccardo Monco

18,5

90

91

3

-








Osteria La Francescana
Modena
Massimo Bottura

19,75

92

93

2

+








Dal Pescatore
Canneto sull'Oglio (Mn)
Nadia Santini

18,5

92

88

3

-








Vissani
Baschi (Tr)
Gianfranco Vissani

19,5

94

90

2

-








Uliassi
Senigallia (An)
Mauro Uliassi

19

91

85

2

+








Combal.Zero
Rivoli (To)
Davide Scabin

18,5

93

85

2

-

http://www.lombardiaatavola.it/images/contenutiarticoli/cannavacciuolo-guide.jpg






Piazza Duomo
Alba (Cn)
Enrico Crippa

18,5

92

85

2

+

http://www.lombardiaatavola.it/images/contenutiarticoli/cannavacciuolo-guide.jpg






Reale
Rivisondoli (Aq)
Niko Romito

18,5

93

84

2

+

Villa Crespi

18,5

92

84

2

 

La Madia

18

90

87

2

 

Da Vittorio

17

87

83

3

 

Torre del Saracino

18

94

81

2

 

Duomo

18

88

85

2

 

Cracco

18,5

87

83

2

 

Perbellini

17,5

88

85

2

 

Caino

17,5

90

82

2

 

Madonnina del Pescatore

17,5

90

82

2

 

Miramonti L''Altro

17,5

90

82

2

 

Trussardi alla Scala

17,5

90

82

2

 

Don Alfonso 1890

16,5

93

82

2

 

Il Luogo di Aimo e Nadia

17,5

88

82

2

 

La Peca

17,5

88

81

2

 

Hotel Rosa Alpina - St. Hubertus

17

90

81

2

 

Al Sorriso di Soriso

16,5

84

79

3

 

San Domenico

17

88

82

2

 

Il Pagliaccio

16,5

91

81

2

 

Antica Corona Reale - Da Renzo

17,5

88

79

2

 

Hotel Manzi Terme - Il Mosaico

17

86

83

2

 

Il Pellicano

17

87

82

2

 

Met Restaurant - Metropole hotel

16,5

89

81

2

 

Il Rigoletto

16,5

87

82

2

 

Piccolo Lago (Verbania)

16

89

82

2

 

Taverna del Capitano

17

85

81

2

 

Bracali

17

86

79

2

 

Il Desco

16

87

80

2

 

Antica Osteria del Ponte (Cassinetta di Lugagnano)

15

87

79

2

 

Lorenzo

17

90

80

1

 

All''enoteca

17,5

88

79

1

 

Colline Ciociare

17

90

79

1

 

Gambero (Calvisano Bs)

16,5

87

83

1

 

Il Povero Diavolo

17

87

80

1

 

Hotel Gardena - Anna Stuben

16,5

86

82

1

 

Oasis Sapori antichi

16

91

79

1

 

Paolo e Barbara

17

83

82

1

 

Romano

16,5

88

79

1

 

Symposium quattro stagioni

16,5

88

79

1

 

Zur Rose

16,5

88

79

1

 

La Caravella

17

85

79

1

 


Articoli correlati:
La Rossa quest'anno non premia l'alta Cucina italiana
Trentaquattro novità per la Rossa Ma i 'tre stelle” rimangono 6
Guide, è il momento della Rossa A chi andranno le '3 Stelle”?
Per le guide italiane Bottura al top Ma a decidere sarà la Rossa
Per Enzo Vizzari (L'Espresso) Bottura sopra Vissani e Alajmo
Troppe frazioni di punto La Guida dell'Espresso non spicca il volo…
Gambero, Vissani non più solo Al top con Beck ed Esposito
Dopo l'Espresso, anche il Touring elegge Bottura miglior cuoco 2011
Vissani e Bottura non scalzano gli stellati della Guida Michelin
Testa a testa fra Vissani e Bottura Sarà la Rossa a decidere la gara
Bibenda e l'Ais premiano i ristoranti Quindici i '5 baci 2011”
Vissani e Bottura non scalzano gli stellati della Guida Michelin

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali