ABBONAMENTI
 
Rational
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 12 maggio 2021 | aggiornato alle 06:36| 74780 articoli in archivio
Rational
Molino Quaglia
HOME     VINO     CANTINE e CONSORZI
di Lucio Tordini
Lucio Tordini
Lucio Tordini
di Lucio Tordini

Bollicine, Francia al top
Ma l'Italia tiene testa

Bollicine, Francia al top Ma l'Italia tiene testa
Bollicine, Francia al top Ma l'Italia tiene testa
Primo Piano del 01 febbraio 2011 | 15:55

Sulla base dei dati del decennio 2000-2010, la produzione di spumanti italiani è passata da 210 a 380 milioni di bottiglie, mentre i vini effervescenti francesi sono passati da 420 a 480 milioni. L'Italia ha però registrato un trend di crescita dell'81%, contro il +14% della produzione francese

Le bollicine italiane, tra metodo Classico e metodo Charmat, non avranno ancora raggiunto le cifre di produzione dei vini effervescenti francesi, ma hanno registrato negli ultimi 10 anni (dal 2000 al 2010) un trend di crescita di gran lunga più consistente. Se nell'arco del decennio gli 'effervescenti” francesi sono passati dai 420 milioni di bottiglie prodotte nel 2000 ai 480 milioni nel 2010, con un incremento del 14%, le bollicine italiane, pur viaggiando su cifre indiscutibilmente inferiori (210 milioni di bottiglie prodotte nel 2000 e 380 milioni nel 2010), hanno fatto registrare una crescita dell'81%.



Il vantaggio della Francia sull'Italia si fa ancor più ampio se si estrapolano i dati relativi alla sola produzione di metodo Champenoise (Classico). Mentre lo Champagne francese, infatti, vanta 280 milioni di bottiglie prodotte nel 2000 e 320 milioni nel 2010 (+14%), la produzione di metodo Classico italiano si attesta sui 17 milioni di bottiglie nel 2000 e 24 milioni nel 2010. Anche in questo caso, però, l'incremento delle bollicine italiane è nettamente superiore: +41%.

Nei mesi scorsi gran parte della stampa specializzata è incappata nell'errore di annunciare il presunto 'sorpasso” della produzione italiana su quella francese, senza evidenziare il fatto che i dati diffusi dagli organi competenti riguardavano, nel caso della Francia, la sola produzione di Champagne, mentre per l'Italia consideravano l'intera produzione di bollicine (metodo Classico e metodo Charmat). Questa diffusa disinformazione ha suscitato nei giorni scorsi la reazione del presidente del Consorzio di tuela del Franciacorta Maurizio Zanella, che ha inviato una lettera a molte redazioni di testate del settore. Come dimostrano i dati qui riportati, invece, i vini effervescenti francesi detengono in ogni caso cifre da primato sull'Italia.

Va comunque sottolineato, come si diceva sopra, il trend di crescita estremamente positivo delle bollicine nostrane nell'ultimo decennio. Lo conferma, ad esempio, anche il dato relativo alle bottiglie vendute: mentre la Francia ha registrato un incremento del 29%, passando dai 340 milioni di bottiglie del 2000 ai 440 milioni del 2010, l'Italia ha fatto registrare invece un +83% nell'arco del decennio, con 205 milioni di bottiglie nel 2000 e 376 milioni nel 2010. Merito di tale risultato va attribuito in particolare all'aumento dell'export nel periodo considerato, che per le bollicine italiane si è attestato sul +223% (70 milioni di bottiglie esportate nel 2000, 226 milioni del 2010), contro il +38% della performance francese.

Di seguito tutti i dati - elaborati da Giampietro Comolli - relativi ai vini effervescenti francesi e agli spumanti italiani nel decennio 2000-2010 (escluse le importazioni). I numeri, salvo diversa indicazione, si riferiscono ai milioni di bottiglie (Elaborazione Ovse su fonti: produttori, enti e Consorzi di tutela, Istat, Ice, Istituti di ricerca, Inao, Faostat, Infoscan, Oemv, AcNielsen, Iwsr, Inao, Cmc).


FRANCIA

 

2000

2010 (stima)

Produzione totale

420.000.000

480.000.000

Produzione Champagne

280.000.000

320.000.000

Spedizione totale

340.000.000

440.000.000

Spedizione Champagne

253.000.000

300.000.000

Consumo interno totale

210.000.000

260.000.000

Consumo interno Champagne

170.000.000

180.000.000

Export spedizioni totali

130.000.000

180.000.000

Export spedizioni Champagne

105.000.000

115.000.000

Valore medio export

6,90 euro/bottiglia

8,30 euro/bottiglia

Valore medio export Champagne

11,20 euro/bottiglia

15,85 euro/bottiglia

Valore totale all'origine

2,35 miliardi di euro

4,45 miliardi di euro



ITALIA

 

2000

2010 (stima)

Produzione totale vini

210.000.000

380.000.000

Produzione metodo Classico

17.000.000

24.000.000

Spedizione totale

205.000.000

376.000.000

Consumo interno totale

135.000.000

150.000.000

Consumo interno metodo Charmat

117.000.000

128.000.000

Export totale

70.000.000

226.000.000

Valore medio export

2,35 euro/bottiglia

3,46 euro/bottiglia

Valore medio export m. Classico

6,15 euro/bottiglia

8,72 euro/bottiglia

Valore totale all'origine

0,48 miliardi di euro

1,15 miliardi di euro



Articoli correlati:
Spumante versus Champagne Zanella bacchetta (?) la stampa
Bollicine italiane all''estero Grandi numeri, ma la qualità?
Capodanno 'italiano” Il brindisi si fa con lo spumante
Bollicine italiane nel 2010 Il Prosecco è leader mondiale
Brindisi delle feste con bollicine italiane Nel mondo 95 milioni di spumanti
Si vendemmia in Franciacorta Zanella: le novità del Consorzio
Champagne, al via la vendemmia Si annuncia un'annata di qualità
Vola l''export di spumante Negli Usa l''Italia batte la Francia
In Francia piacciono le bollicine italiane +34% nel primo bimestre 2010
Consumo di spumanti italiani all''estero Un settore in crescita da 10 anni
Champagne, ripresa per il mercato Aumentate le spedizioni nel 2009
Franciacorta protagonista delle feste Più di 3 milioni le bottiglie da stappare
Per le feste si brinda italiano Soddisfatto il ministro Galan
Talento o no, brindo italiano
Il Talento sfida in casa il Franciacorta La bresciana Peri aderisce all''Istituto
Nuove regole per il Talento Metodo Classico, ma non dolce
Talento, 12 aziende lo rilanciano Più valore al metodo Classico
Al Forum Spumanti di Venezia buone idee ma pochi fatti
Ferrazzi invita a brindare con gli spumanti lombardi
La sfida delle bollicine 3 italiani su 4 preferiscono lo spumante
Cruasé: l''Oltrepò guarda al futuro Il Pinot nero si veste di rosa
Alta Langa spumante Bollicine alla ribalta
Trentodoc: è record nel 2008 Oltre 8 milioni di bottiglie
Brindando al nuovo anno con le bollicine italiane e il Barolo Cavour
A Capodanno bollicine tricolori anche al ristorante
I brindisi alla Del Noce fanno male all'Italia

© Riproduzione riservata


“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


franciacorta spumante champagne bollicine consumi barrique cibo Italia a tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

07/02/2011 10:27:00
1) La crescita della produzione italiana è da primato
La vera informazione è fatta solo di numeri, fatti e date. Resta comunque vero che la crescita della produzione italiana è da primato.



ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®