Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 27 settembre 2021 | aggiornato alle 12:06 | 78166 articoli in archivio

La Grecia a Roma la trovi da Akropolis Dove tutto è fatto in casa

Antonios, una vita nelle taverne prima di traferirsi in Italia, è richiesto per la sua competenza anche dai giornali e dalla tv. Dagli antipasti ai dolci, tutto è fatto in casa, a cominciare dalla pita, il soffice pane rotondo perfetto per raccogliere salse e che diventa una sostanziosa specialità

26 marzo 2011 | 11:56

La Grecia a Roma la trovi da Akropolis Dove tutto è fatto in casa

Antonios, una vita nelle taverne prima di traferirsi in Italia, è richiesto per la sua competenza anche dai giornali e dalla tv. Dagli antipasti ai dolci, tutto è fatto in casa, a cominciare dalla pita, il soffice pane rotondo perfetto per raccogliere salse e che diventa una sostanziosa specialità

26 marzo 2011 | 11:56

Se si vuol mangiar greco non si può che andare da Antonios e Gabriele, padre e figlio, cretesi. Se è vero che anche nella Roma imperiale i cuochi di Creta erano considerati i migliori, è da Akropolis che i nostalgici delle isole greche ritrovano i sapori e i profumi delle belle estati in vacanza. Antonios, una vita nelle taverne prima di traferirsi in Italia, è richiestissimo per la sua competenza anche dai giornali e dalla tv.
Nel rustico locale di Trastevere serve e racconta con passione i piatti della cucina tradizionale, fatta non solo di moussaka, souvlatki e dolmades - che comunque qui sono superbi - ma di sorprendenti specialità risultato di infinite combinazioni di semplici ingredienti mediterranei comuni anche alla nostra cucina. Dagli antipasti ai dolci tutto è fatto in casa, a cominciare dalla pita, il soffice pane rotondo perfetto per raccogliere salse e che, riempito di carni e verdure, diventa da solo una sostanziosa specialità.

Il menu è ricco e invitante: Polpette di polpo, Feta Saganaki (formaggio feta fritto), Spanakopita (Raviolo di pasta sfoglia al forno con spinaci, cipollina fresca, fior di finocchio e porro), la classica Insalata di pomodori, cetrioli, olive, cipolle, peperoni e feta, il Coniglio ripieno con feta e ricotta, l'Agnello con prugne e mandorle con tocco di miele e tutte le variazioni di Souvlaki (pollo, agnello e maiale) e di Dolmades, involtini di riso aromatizzato alla menta in foglie di vite o di verza (nella foto). Della sontuosa Moussaka, il piatto più richiesto a base di carne, pomodori e melanzane, esiste anche una versione vegetariana. La salsa Tzatziki con yogurth, cetrioli e aglio si addice a molti sapori, ma ce ne sono altre meno conosciute da gustare, come la Taramosalata (uova di pesce e patate), la Melintzanosalata, a base di melanzane e la piccante Tirokafteri con feta e ricotta.

Non si può chiudere un pasto greco senza un dolcissimo dessert: Baklavas e Kataifi sono variazioni di pasta sfoglia con pistacchi, mandorle, noci e miele, mentre nel Galaktobureko entrano anche la crema di latte e il semolino. Da provare per concludere il densissimo yogurt con miele, noci e petali di rosa. Akropolis è anche take away, ma solo se l'ordinazione è fatta prima delle 20.30, perchè poi gli ospiti reclamano tutta l'attenzione, e comunque proprio di fronte al ristorante il figlio Gabriele ha aperto un negozio di tipicità greche.

Si beve ovviamente vino resinato (Retzina) e il fortissimo Ouzo d'anice, da diluire con acqua, ma ci sono birre e vini italiani. Ultima nota piacevole il prezzo: non si va oltre i 20-23 euro. è aperto solo a cena.


Akropolis - Ristorante Greco
via di San Francesco a Ripa 103 (Trastevere), 00153 Roma
Tel 06 58332600

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali