Feudo Arancio
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 27 febbraio 2020 | aggiornato alle 03:20| 63679 articoli in archivio
Feudo Arancio
Pentole Agnelli
HOME     VINO     CONSORZI

Storia secolare, Docg giovanissima
Il Moscato di Scanzo a Vinitaly 2011

Storia secolare, Docg giovanissima 
Il Moscato di Scanzo a Vinitaly 2011
Storia secolare, Docg giovanissima Il Moscato di Scanzo a Vinitaly 2011
Pubblicato il 14 marzo 2011 | 18:02

Il Consorzio di tutela del Moscato di Scanzo sarà presente alla prossima edizione di Vinitaly (dal 7 all'11 aprile 2011) con 10 aziende. Quella del Moscato di Scanzo è la più piccola Docg d’Italia: la zona di produzione è infatti limitata alla fascia collinare del Comune di Scanzorosciate (Bg)

Il Consorzio di tutela del Moscato di Scanzo, la Docg più piccola d'Italia, sarà presente alla prossima edizione di Vinitaly (7-11 aprile 2011, Palaexpo, Padiglione Lombardia allo stand C9) con 10 aziende. Cogliamo l'occasione per ripercorrere la storia di questo vitigno.



La prima testimonianza 'scritta” della presenza di questo vino risale al 1347, ma la tradizione lo fa risalire al periodo attorno al 1000 a.C. e ne narra l'origine ellenica con Ateste, ricco commerciante felsineo, venuto in contatto con le popolazioni locali, i Celti Boi, per vendicarsi dei suoi concittadini con cui aveva in essere dispute economiche. Pare che i doni da lui portati ai Celti, tra cui salumi, vino e probabilmente vite, li conquistarono a tal punto che parte di questi decise di trasferirsi dove i doni erano prodotti. Lo stesso nome di Rosciate o Rosate, che deriva dal greco 'Ros” (grappoli o fascio di uva) unito al celtico 'ate”, che significa villaggio, è testimonianza di un'antichissima vocazione di questa terra alla produzione di vino.

Da allora e dalle lotte intestine tra i Guelfi di Scanzo e i Ghibellini di Rosciate, che pare si disputassero le ambite botticelle di 'moscadello” a suon di battaglie truculente, il vitigno ha trovato la sua prima fortuna nel ‘700, portato sino alla corte russa da Giacomo Quarenghi, pittore e architetto bergamasco, che lo donò a Caterina II di Russia alla fine del Settecento.

Da qui conquistò velocemente quote del mercato londinese e pare che furono proprio i londinesi a trasformarlo in delizioso passito, spinti dalla voglia di creare un nuovo sherry. Si dice che nel Settecento fosse il vino più caro al mondo, quotato alla borsa di Londra, e ancora oggi è uno dei vini scelti dalla Casa Reale d'Inghilterra. La Docg è invece una conquista recentissima, del 2009, la prima del territorio bergamasco, e ne conferma l'eccellenza e la qualità.

Moscato di Scanzo Docg
• La più piccola d'Italia: la zona di produzione è limitata alla fascia collinare del Comune di Scanzorosciate (Bg);
• I produttori sono 25, di cui 23 aderenti al Consorzio di tutela;
• La superficie a vigneto non supera i 31 ettari, con una produzione vinicola di poco superiore alle 60mila bottiglie all'anno.

Il Moscato di Scanzo in pillole
• Prodotto con uve autoctone a bacca rossa (Moscato di Scanzo 100%);
• La vendemmia è tardiva, eseguita tra fine settembre e ottobre; le uve vanno poi in appassimento per 40-50 giorni su graticci;
• L'invecchiamento obbligatorio è di due anni dal 1 novembre dell'anno della vendemmia, in acciaio o vetro;
• Il titolo alcolometrico minimo 17%;
• Vino da meditazione che si presenta rosso rubino carico. Le note intense di frutti di bosco e marasca con l'invecchiamento tendono ad avere un aroma di composta di frutta con retrogusto di incenso e a volte di pietra focaia.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


bergamo lombardia vinitaly verona consorzio moscato di scanzo scanzorosciate barrique cibo Italia a tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®