Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 luglio 2020 | aggiornato alle 01:49| 66594 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

L’arcobaleno in tavola Menu multicolor per pelle e salute

L’arcobaleno in tavola Menu multicolor per pelle e salute
L’arcobaleno in tavola Menu multicolor per pelle e salute
Pubblicato il 24 maggio 2011 | 12:00

Alcuni alimenti aiutano a migliorare l'incarnato regalando un bel colorito e altri grazie al loro potere antiossidante sono utili a difendere la pelle dai raggi solari che aumentano la produzione di radicali liberi. Il segreto è attingere alla tavolozza dell'orto e mangiare in multicolor

L'arcobaleno del pinzimonio per antipasto. Come primo piatto il rosso acceso della pasta con sugo al pomodoro, cucinato in padella e rigorosamente con la buccia. Verdure variopinte anche per secondo, e per chiudere un dessert a base di frutta. Il tutto condito con gli aromi della macchia mediterranea e il verde dell'olio extravergine d'oliva. Ecco servito il menu amico della pelle sotto il sole. Il segreto? Attingere alla tavolozza dell'orto e mangiare 'in multicolor”. Perché 'in cucina dobbiamo essere pittori”. La ricetta dell'estate arriva da Sara Farnetti, nutrizionista del Policlinico Gemelli di Roma, esperta di alimentazione funzionale.



Per prima cosa, però, la specialista vuole sgombrare il campo da un falso mito. I fanatici della tintarella, che si abbuffano di carote per acquistare una gradazione cromatica da podio, si illudono. Gli abbronzanti da tavola non esistono, anche se mangiando è possibile proteggersi da alcuni danni causati dal sole. A patto di scegliere gli ingredienti giusti e di evitare in ogni caso l'overdose di Uv. «Sfatiamo l'idea che esistano alimenti in grado di aumentare la produzione di melanina - dice Farnetti all'Adnkronos Salute - è vero però - conferma - che alcuni alimenti aiutano a migliorare l'incarnato regalando un colorito dorato, e che altri, grazie al loro potere antiossidante, sono utili a difendere la pelle dall'azione dannosa dei raggi solari che aumentano la produzione di radicali liberi», le 'mine vaganti' associate all'invecchiamento precoce e al rischio cancro.

In sintesi, lo scudo anti-Uv ha il sapore della frutta e della verdura, spiega la nutrizionista. Ma per non sbagliare, e per non sforzarsi di memorizzare l'elenco infinito delle virtù di ogni dono dell'orto, «l'imperativo è mangiare vario e soprattutto mangiare a colori. Bisogna essere pittori del piatto - ripete Farnetti - Mixiamo almeno 3 colori ogni volta», perché solo così possiamo essere sicuri di assumere tutto ciò che serve: carotenoidi, flavonoidi e tutte le vitamine dell'alfabeto. Compresa «la vitamina PP che aiuta a proteggere dalle scottature».

I primi colori alleati sono quelli della gamma compresa fra il giallo e il rosso, «ricchissimi di carotenoidi - sottolinea Farnetti - primo fra tutti il beta-carotene». Via libera quindi alle carote («ne bastano 100 grammi per coprire il doppio del fabbisogno giornaliero di vitamina A», insegna la nutrizionista), alle albicocche («mangiandone 2 al mattino si arriva a metà fabbisogno»), ma anche a papaya e mango per chi ama la frutta esotica, oppure per i consumatori più 'patriottici' a melone, pesche gialle, ciliegie e peperoni sia rossi che gialli. Ne guadagneranno la salute e il colorito.
Scrigno di carotenoidi anche il 're' della dieta mediterranea: il pomodoro, che racchiude un tesoro fatto di licopene. Ma attenzione: «Usiamolo fresco e maturo. Mangiamolo con la buccia, altrimenti il contenuto in licopene si riduce di molto - avverte Farnetti - Spezziamolo direttamente in padella e cuciniamolo con l'olio, perché la componente grassa è indispensabile per veicolare al meglio il licopene». Sempre nel pomodoro, oltre a beta-carotene e licopene, nella versione cruda troviamo anche tanta vitamina C, un potente antiossidante. «La natura non ci dà mai alimenti che contengono un solo elemento antiossidante - precisa infatti l'esperta. Come, anzi meglio, di un sapiente alchimista, "ci confeziona direttamente dei mix multivitaminici». Cocktail che non hanno bisogno di ritocchi o 'aiutini', perché già sono dosati alla perfezione.

La nutrizionista dice sì alla classica pasta al pomodoro come primo piatto. «Con il sugo preparato in padella con l'olio", ribadisce. Se è extravergine d'oliva, ci donerà anche un 'tot' di vitamina E. Nel condire, abbondiamo poi in "aromi come basilico, salvia, timo e maggiorana, ricchi di fenoli». Più fenoli ci sono, più un cibo è antiossidante.

Ma a soccorrere la pelle sotto il sole non c'è soltanto l''orange-power'. "Sono utilissimi anche gli ortaggi verdi come gli asparagi, gli spinaci o il peperone verde - elenca Farnetti - Crudi, sono una miniera di carotenoidi e di vitamina C. Mentre i carotenoidi resistono alla cottura - evidenzia infatti la nutrizionista - cuocendo l'alimento la vitamina C si perde. Ecco perché asparagi, spinaci e peperone verde vanno consumati crudi".

Per fare il pieno di 'Orac', l'unità di misura che esprime il potere antiossidante di un determinato alimento (Oxygen Radical Absorbance Capacity), la nutrizionista promuove dunque a pieni voti gli ortaggi in versione pinzimonio o insalatina mista. Armati di coltello e tagliere, affettare dunque in quantità "spinaci crudi ricchi di vitamina C; asparagi crudi che oltre alla vitamina C contengono acido folico (anche questo con la cottura viene neutralizzato) e tante sostanze minerali utili alla pelle e agli altri annessi cutanei; peperone verde che, consumato crudo - calcola l'esperta - contiene una quantità di vitamina C ben 5 volte superiore all'arancia e 2 volte maggiore del kiwi".

E per chi non si accontenta di antipasto 'green' e pasta rossa, e trova spazio ancora per un secondo piatto e un dolce, la cosa migliore è continuare il pasto con un piatto di verdura e finirlo con la frutta. «Si può consigliare ad esempio la cicoria ripassata, che oltretutto - osserva Farnetti - depura il fegato ed è molto diuretica. Per dessert, infine, chi non ha problemi di linea e si può permettere anche una porzione di frutta può concludere con 150 grammi di ciliegie, ricche di antociani» della famiglia dei flavonoidi, «oppure 2-3 albibocce ricche di beta-carotene». La pelle sarà più dorata, ma soprattutto 'armata' contro le insidie dei raggi ultravioletti.


Fonte: Adnkronos

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


dieta sole pelle abbronzatura frutta verdura Italia a Tavola salute Alimentazione diete

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®