Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 11 luglio 2020 | aggiornato alle 23:11| 66672 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     BIRRA    

Birra, in Italia consumi in lieve crescita
Vola l’export con 2 milioni di ettolitri

Birra, in Italia consumi in lieve crescita Vola l’export con 2 milioni di ettolitri
Birra, in Italia consumi in lieve crescita Vola l’export con 2 milioni di ettolitri
Pubblicato il 18 luglio 2011 | 18:54

Nei primi 5 mesi del 2011 sono stati venduti 4,7 milioni di ettolitri di birra, +1,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Una ripresa incoraggiante ma non ancora sufficiente a colmare le perdite del biennio 2008-2009. Intanto l'export sfiora i 2 milioni di ettolitri (+161% in 5 anni)

Nel 2010 il settore birrario italiano ha registrato un'inversione di tendenza, tanto nella produzione (12,8 milioni di ettolitri, +0,3%) quanto nei consumi (28,6 litri pro capite, +2,1%). E nei primi 5 mesi del 2011 sono stati venduti 4,7 milioni di ettolitri di birra, +1,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Una ripresa incoraggiante ma non ancora sufficiente a colmare le perdite del biennio 2008-2009.

Volano le esportazioni a quasi 2 milioni di ettolitri (+161% in 5 anni), 1.500 i marchi prodotti e distribuiti nel nostro Paese, per far fronte a un consumo sempre più diversificato e responsabile. Il rapporto annuale 2010 di AssoBirra conferma il dinamismo del Made in Italy birrario, che dà occupazione a 144mila persone e conta oltre 350 impianti produttivi. Una realtà capace di riaffermare la propria valenza economica, occupazionale e sociale nel permanere di una situazione difficile, su cui pesano la dinamica al ribasso dei consumi, soprattutto fuori casa e l'impennata delle quotazioni delle materie prime. Nel 2010 prodotti quasi 13 milioni di ettolitri. Italia 10° produttore Ue. Dopo due anni particolarmente difficili, il 2010 ha segnato un'inversione di tendenza, tanto nella produzione quanto nei consumi.

«Questa piccola ripresa del mercato sembra continuare anche nel 2011, pur con un andamento altalenante che ricalca quello dell'anno passato», commenta Alberto Frausin, neo presidente di AssoBirra. «Secondo le nostre stime, dopo un primo trimestre difficile, tra gennaio e maggio 2011 sono stati venduti quasi 4,7 milioni di ettolitri di birra, +1,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Numeri che confermano la capacità del settore birrario italiano di reagire a una congiuntura difficile, per non dire sfavorevole, in cui permangono gravi fattori d'incertezza, su tutti la perdurante tensione sui prezzi delle materie prime e l'andamento al rialzo dei costi di produzione in genere, che rischiano di avere un impatto critico rilevante sui conti e sui margini delle aziende».

«Proseguiremo in questa direzione - conclude Frausin - puntando sulla qualità dell'offerta e sulla crescente apertura al mercato mondiale, che mostra di accogliere tale offerta con favore. Alle Istituzioni chiediamo di garantire le condizioni di una competizione libera e corretta con i produttori degli altri Paesi, in modo da poter continuare a svolgere il proprio compito: dare occupazione e contribuire alla ricchezza dell'economia italiana». Dalla birra made in Italy 144mila posti di lavoro. Un settore che vale 2,55 miliardi di euro.

Fonte: Agi

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


birra consumi beverage alcol produzione bionda malto Italia a Tavola beverage birra

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®