Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 luglio 2020 | aggiornato alle 23:06| 66544 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Dieting, ortoressia e spuntini notturni
Quando lo stress "cambia" la tavola

Dieting, ortoressia e spuntini notturni Quando lo stress
Dieting, ortoressia e spuntini notturni Quando lo stress "cambia" la tavola
Pubblicato il 11 giugno 2012 | 14:58

Dieting, ortoressia e Night Eating Syndrome sono solo alcuni dei disagi alimentari provocati dallo stress e dall'ansia. Tutti fenomeni in aumento in Italia negli ultimi anni, che finiscono per avere pesanti riflessi sulla salute. Occhio anche al bambino alle prese con le prime pappe

Passare da una dieta all'altra, incassando con regolarità la frustrazione dei chili che vanno via e poi ritornano; oppure eliminare del tutto e in modo ossessivo dal menu cibi ritenuti quasi 'velenosi”, ossessionati dal diktat del mangiar sano; o concedersi abbuffate notturne pantagrueliche, finendo per annegare in depressione e rabbia e vergogna.

Dieting, ortoressia e Night Eating Syndrome «sono solo alcuni dei disagi alimentari provocati dallo stress e dall'ansia. Tutti fenomeni in aumento in Italia negli ultimi anni, che finiscono per avere pesanti riflessi sulla salute». Lo spiega all'Adnkronos Salute Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente dell'Associazione europea per il disturbo da attacchi di panico, che insieme al nutrizionista Giorgio Calabrese ha dedicato un libro al binomio stress e cibo. In 'Stress&Dieta. Consigli e rimedi per vivere al meglio” (Kowalski), i due esperti esplorano il legame cibo-mente, e propongono una serie di test per capire che rapporto si ha con gli alimenti, ma anche le indicazioni sui prodotti alimentari più utili per difendersi dagli effetti negativi della tensione e dell'ansia sulla salute.

«Il legame tra psiche e cibo è antichissimo, fin dall'allattamento associamo un ricordo emotivo di piacere al pasto. Quando sei angosciato, avvilito, abbattuto, ricorri al cibo come a una consolazione, e in caso di stress tendi a cercare una golosa ricompensa che ti permetta di superare il disagio. Ma in questo modo - avverte Vinciguerra - si rischia una dipendenza, un rapporto malato con gli alimenti». Insomma, secondo Vinciguerra «oggi sempre più persone ricorrono al cibo come un interruttore anti-stress, concedendosi alcuni piatti quando non sarebbe il caso, o bandendoli dalla propria vita in modo ossessivo. Due approcci opposti ma ugualmente rischiosi, che si accompagnano a un altro fenomeno molto diffuso: la vigoressia. In questo caso l'attività fisica è vista come un must e l'ossessione per il corpo cela un disagio psicologico ugualmente importante».

Ma che rapporto abbiamo con il cibo? L'esperta propone dei test per capire chi siamo a tavola, ma anche che atteggiamento abbiamo rispetto alle dinamiche di controllo, che entrano in gioco con la scelta del cibo. 'Disegnando” gli identikit del coscienzioso, del confidente, del vigilante e dell'aggressivo, si suggeriscono anche degli esercizi che possono aiutare a conoscersi meglio. «Se non ci nutriamo in maniera corretta, non possiamo fornire al nostro corpo gli elementi necessari per vivere al meglio e senza stress. Ma ci sono degli errori tipici che bisogna evitare: io ho ragionato per categorie, dalla casalinga, allo sportivo, al bambino, ho cercato di elencare gli errori più comuni che si fanno con il cibo», spiega.



Ad esempio, nel caso del manager, "una persona che vive correndo", il pericolo è legato all'abitudine di limitarsi troppo spesso al monopasto serale, sovente consolatorio, finendo per costruire «un rapporto disfunzionale con il cibo e gli alcolici, spesso usati per raggiungere quello stato di rilassamento altrimenti difficile da ottenere». Occhio anche al bambino alle prese con le prime pappe: non deve percepire la nostra ansia che lui mangi o no. «In questo modo può finire per usare la pappa come un ricatto per sentirsi protetto, al centro dell'attenzione», spiega l'esperta. Ma allora cosa fare per migliorare la nostra autostima e il rapporto con il cibo? «Una dieta sana e un approccio più naturale verso noi stessi contribuiscono ad allontanare paure e ansie, ossessioni e malattie. La parola d'ordine è vivere slow, partendo da una colazione fatta stando seduti e con calma, fino ad arrivare ad assaporare con calma ogni volta ciò che mangiamo. Smettendo di correre anche la compulsività viene meno», assicura Vinciguerra.

Giorgio Calabrese esamina le reazioni metaboliche allo stress e suggerisce gli alimenti utili per proteggere l'organismo. Un ruolo importante spetta alla vitamina C, cruciale per produrre la giusta dose di adrenalina, ormone che mette in moto tutta una serie di reazioni biochimico-metaboliche che cercano di riportare equilibrio nel cervello dello stressato. I cibi ricchi di vitamina C, come arance, broccoli, kiwi, frutti di bosco, peperoni e pomodori sono utili, come quelli ricchi di beta-carotene: carote, verdure a foglia verde e frutti gialli o arancioni. Tra le indicazioni dell'esperto, anche quella di bere molta acqua (per gli adulti almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno), moderare i grassi puntando su quelli polinsaturi (fonte di Omega 3) e bilanciare l'assunzione di sale. Nel volume si analizzano anche una serie di 'strategie” anti-stress, come il ricorso alle chewing-gum. «Una ricerca ha recentemente dimostrato che farlo sembra aiutare a ridurre lo stress e la tensione», oltre a favorire la contrazione, ricorda l'esperto nel volume, che esamina anche i minerali essenziali per la vitalità e il buonumore.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


dieta anoressia cibo biologico stress Italia a Tavola salute Alimentazione diete

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®