Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 21 gennaio 2020 | aggiornato alle 19:26| 63046 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     EVENTI     GOURMET

La Confraternita del Bacalà alla vicentina
salpa alla volta della “Via Querinissima”

La Confraternita del Bacalà alla vicentina salpa alla volta della “Via Querinissima”
La Confraternita del Bacalà alla vicentina salpa alla volta della “Via Querinissima”
Pubblicato il 27 luglio 2012 | 17:14

Partendo da Røst, in Novergia, La Confraternita del Bacalà alla Vicentina affronterà ben 3.700 chilometri in barca toccando 11 Paesi europei. L'equipaggio ripercorrerà l’itinerario del viaggio che Pietro Querini fece nel 1432 per rientrare nella sua patria, la Serenissima Repubblica di Venezia

Pronti, via: la 500 gialla della Confraternita del Bacalà alla Vicentina inizierà domenica 29 luglio il trasferimento da Sandrigo (Vi) a Røst, in Novergia. Sarà questo, infatti, il punto di partenza della 'Via Querinissima”, un viaggio attraverso 11 Paesi europei con il quale il sodalizio intende promuovere il piatto principe della tradizione gastronomica locale in occasione del 25° anniversario della propria fondazione. L'equipaggio, seguito da 3 camper di supporto, affronterà ben 3.700 km. Tanta è infatti la strada da percorrere per portarsi nell'isola norvegese, che è un po' il 'giacimento” dello stoccafisso che giunge a Vicenza per la preparazione del piatto.

Fausto Fabbris, vicepresidente della Confraternita e presidente della Pro Sandrigo, Carlo Pepe, tesoriere della Confraternita del Bacalà, Antonio Chemello, coordinatore del 'Gruppo Ristoratori del Bacalà alla Vicentina”, ed Ennio Dall'Amico, rappresentante dei Bacalà Club, affrontano questa 'maratona” che è però solo l'anteprima del viaggio vero e proprio. La 'Via Querinissima” (dalla congiunzione dei nomi Querini e Serenissima), partirà infatti ufficialmente il 6 agosto da Røst, con i protagonisti che seguiranno il più fedelmente possibile l'itinerario del viaggio che il nobile Pietro Querini fece nel 1432, per rientrare nella sua patria, la Serenissima Repubblica di Venezia. Un viaggio a cui tradizionalmente si attribuisce l'introduzione in terra veneta del Bacalà.

Prima del via ufficiale, però, a Røst sono previste grandi celebrazioni. La cittadina norvegese, infatti, ha organizzato una vera e propria festa del Bacalà alla Vicentina che si terrà sabato 4 agosto e che avrà il suo momento clou nella cerimonia con cui la piazza principale della città sarà intitolata a Pietro Querini. Per l'occasione lo chef Antonio Chemello si è coordinato con un pool di cuochi locali, per preparare almeno un migliaio di porzioni del piatto vicentino da offrire alla cittadinanza.

Il lunedì successivo, quindi, ecco la partenza, che sarà spettacolare. Sì perché i componenti della spedizione emuleranno le gesta del Querini, salpando in barca da Røst, come fece il navigatore, per arrivare alla città di Trondheim, da dove il Querini continuò il viaggio usando i mezzi dell'epoca, mentre i 'nostri” lo faranno a bordo della Fiat 500 color giallo Confraternita.

«L'obiettivo di questo viaggio - spiega Luciano Righi, presidente della Confraternita del Bacalà alla Vicentina - è quello di creare, nelle sue varie tappe, una rete di relazioni con rappresentanti delle istituzioni locali, ma anche con chi si occupa di cultura gastronomica e chi lavora nel campo del turismo e della ristorazione, per promuovere il nostro piatto e il nostro territorio».



«Abbiamo già in calendario un fitto programma di incontri - afferma il vicepresidente Fausto Fabbris - e contiamo di tornare da questa 'spedizione” con una vera e proprio agenda di massima che ci permetterà di organizzare, a Vicenza, nella primavera del 2013, il Forum Europeo del Baccalà, che avrà lo scopo di approfondire tutti gli aspetti relativi a questo prodotto: da quelli storico-scientifici a quelli commerciali-turistici, da quelli istituzionali a quelli enogastronomici». Un progetto, questo, nato da un'idea della Confraternita e condiviso dalla Presidenza del Ceuco (Comitato europeo delle confraternite enogastronomiche), e possibile anche grazie al sostegno della Regione Veneto, della Confcommercio Vicenza, del Consorzio Vicenzaè, di aziende e di privati, estimatori del piatto.

Ma il viaggio avrà anche un'altra importante finalità: quella di promuovere la ristorazione vicentina, che ha contribuito in modo fondamentale a preservare l'originalità di questo piatto. Non a caso portabandiera del Bacalà sarà proprio Antonio Chemello, presidente dei ristoratori della Confraternita e consigliere dell'Associazione provinciale ristoratori Confcommercio, insignito recentemente del premio internazionale Aurum per il proprio impegno nella promozione del piatto berico. «Durante il viaggio ci saranno svariate occasioni per far assaggiare il Bacalà alla Vicentina - afferma - ma cercheremo anche di individuare un ristretto numero di ristoranti a cui insegnare come proporre alla clientela il nostro piatto tradizionale. Il sogno? Vedere in bella mostra la targa della Confraternita, garanzia del rispetto della ricetta tradizionale, anche a migliaia di chilometri da Vicenza».

Per informazioni:
Pro loco Sandrigo
Tel 0444 658148

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


confraternita bacalà alla vicentina 500 viaggio norvegia europa via querinissima Italia a Tavola circoli

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).