Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 08 agosto 2022 | aggiornato alle 18:47 | 86787 articoli in archivio

Combattere il rischio di tumore con tutto il piacere del caffè

Gli estimatori della pregiata bevanda scura e bollente possono stare tranquilli: bere caffè non fa male, anzi. Uno studio americano afferma che per ottenere una riduzione del rischio di cancro di circa il 15% bastano 4 tazze di caffè al giorno. Dalla torrefazione Trismoka alcune gustose proposte

 
24 settembre 2012 | 17:48

Combattere il rischio di tumore con tutto il piacere del caffè

Gli estimatori della pregiata bevanda scura e bollente possono stare tranquilli: bere caffè non fa male, anzi. Uno studio americano afferma che per ottenere una riduzione del rischio di cancro di circa il 15% bastano 4 tazze di caffè al giorno. Dalla torrefazione Trismoka alcune gustose proposte

24 settembre 2012 | 17:48
 

Come ridurre in modo efficace ma nello stesso tempo piacevole il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto? Il segreto sta nel bere caffè quotidianamente. Si tratta di un'abitudine che sortirebbe effetti benefici a livello intestinale proteggendo dal rischio di tumore. Al fine di ottenere una riduzione significativa, fino al 40%, del rischio di cancro all'intestino, secondo uno studio, bisognerebbe assumere una quantità di caffè pari a circa 6 o più tazzine al giorno. Questo il dato che emerge dalla ricerca condotta dagli scienziati statunitensi del National cancer institute di Rockville, nel Maryland, i quali hanno scoperto che per ottenere anche solo una riduzione del rischio di circa il 15% bastano 4 tazze di caffè al giorno.

Per gli estimatori della pregiata bevanda scura e bollente - milioni di persone - la notizia è particolarmente positiva perché unisce, non solo metaforicamente, il piacere di sorseggiare un ottimo espresso alla bella sensazione che si stia pure contribuendo al benessere del proprio fisico.

Da parte sua Trismoka, la pluripremiata torrefazione bresciana sempre più conosciuta dai cultori del buon caffè, offre valide proposte a baristi e clienti, al fine di garantire loro piacere e difesa per il corpo.

Da sinistra: Andrea Lattuada, esperto degustatore Scae, e il titolare di Trismoka, Paolo UbertiTra i prodotti dell'azienda guidata da Paolo Uberti figurano, ad esempio, la miscela 'Gourmet”, composta da Arabica centro-americani come Guatemala e Columbia, con una rilevante percentuale di Santos Pergamino Sul de Minas. Tale miscela consente di ottenere un caffè dall'ottima cremosità e tessitura a trame molto fitte con un colore di crema leggermente chiara e tigrata. Ottima la corposità, che presenta una marcata impronta di cioccolato e cacao lievemente agrumato.

Anche il 'Degustazione” è un interessante caffè, con qualità Arabica importanti come il Kenya e il Papua Nuova Guinea. Caffè dalla buona cremosità e tessitura con buona la corposità. Risulta poco amaro, leggermente acido, speziato e con sentori di cacao. Registra un basso tasso di caffeina, pari a circa l'1,25% e si percepisce fine e persistente in bocca.

Altra tipologia di caffè degna di nota, tra quelle proposte da Trismoka, è il 'Brasil”, composto da Arabica centro-americane e Robusta lavato. Caffè dalla buona cremosità e tessitura con un corpo intenso. Poco amaro, con retrogusto di nocciole e noce. Buona la persistenza in bocca. Difficile resistere, e allora... caffè Trismoka per tutti!

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali