Rotari
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 30 marzo 2020 | aggiornato alle 07:04| 64446 articoli in archivio

Soave, tappo a vite anche per il Classico
Più libertà di scelta per i produttori

Soave, tappo a vite anche per il Classico
Più libertà di scelta per i produttori
Soave, tappo a vite anche per il Classico Più libertà di scelta per i produttori
Pubblicato il 19 dicembre 2012 | 14:43

Il Comitato nazionale tutela vini ha accolto la richiesta del Consorzio per la tutela vini Soave e Recioto di Soave e apre all'utilizzo della capsula a vite e del tappo di vetro anche per il Soave Classico

Più libertà di tappo per i produttori del Soave che potranno ora scegliere oltre al tradizionale tappo in sughero anche la capsula a vite a vestizione lunga tipo Stelvin ed il tappo di vetro. L’ha stabilito il 18 dicembre a Roma il Comitato nazionale tutela vini che ha così accolto la richiesta del Consorzio di tutela del Soave. Il Soave è la prima denominazione italiana che adegua il proprio disciplinare al nuovo decreto ministeriale che rivede e semplifica le norme che riguardano il confezionamento dei vini Doc.

La vocazione all'internazionalizzazione del Soave – l’85% del prodotto viene venduto all'estero in oltre settanta paesi – aveva spinto i produttori verso queste chiusure innovative già dal 2005, ma solo per il Soave senza specificazioni aggiuntive.

I mercati più sensibili ed esigenti rispetto a questi aspetti sono da sempre quelli del Nord Europa ai quali, negli ultimi anni si sono aggiunte piazze storiche come la Germania e l’Inghilterra, sulla spinta dei produttori del nuovo mondo meno legati alla tradizione.
Si tratta dunque di una scelta commerciale per presidiare meglio mercati che rimangono strategici per il Soave ma anche una importante scelta tecnica per un vino bianco caratterizzato da freschezza e fragranza con profumi ed aromi molto delicati.

L'intensa attività di sperimentazione fatta dal Consorzio in sinergia con i produttori fin dai primi anni del 2000 ha consentito di dimostrare come queste chiusure garantiscano una maggiore longevità al vino evitando in parallelo ogni “sentore di tappo".

Rimandata al 2013 invece la possibilità di utilizzo del tappo a vite per il Soave Superiore Docg senza le menzioni tradizionali. In questo caso i produttori devono attendere un’ulteriore imminente modifica del decreto sul confezionamento dei vini Doc.

Parte adesso una fase nuova per il Soave in quanto in merito alle chiusure era da sempre forte il dibattito tra produttori tradizionalisti ed innovatori. Oggi il percorso di maturazione, stimolato da un mercato in veloce evoluzione, ha di fatto convinto tutti sulla bontà di questa scelta.

«È evidente - sottolinea Arturo Stocchetti, presidente del Consorzio del Soave - che si tratta di un approccio culturale nuovo. L’evoluzione sempre più veloce dei gusti e del mercato impone alle denominazioni più attente sul fronte dell’internazionalizzazione una flessibilità produttiva importante per crescere sulle piazze emergenti e consolidarsi su quelle storiche. I nuovi consumatori, non essendo legati alla trappola della tradizione, riescono più facilmente a superare le barriere mentali che legano il concetto di vino di qualità al tappo in sughero. Oggi, grazie a norme meno rigide e a produttori lungimiranti il Soave Doc e il Soave Docg potranno competere maggiormente su mercati considerati strategici».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


soave tappo tappo a vite

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®