Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 06 agosto 2020 | aggiornato alle 12:20| 67106 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     OLIO     CONCORSI
di Mariella Morosi
Mariella Morosi
Mariella Morosi
di Mariella Morosi

Alle Dop Garda, Canino e Sardegna
il Premio Sirena d’oro 2013

Alle Dop Garda, Canino e Sardegna
il Premio Sirena d’oro 2013
Alle Dop Garda, Canino e Sardegna il Premio Sirena d’oro 2013
Primo Piano del 14 marzo 2013 | 16:46

Il Sirena d’oro 2013, giunto alla sua 11ª edizione, ha visto trionfare le tre Dop Garda, Canino e Sardegna nelle tre categorie fruttato leggero, medio e intenso. Il concorso ha avuto tra le novità la partecipazione, oltre che degli oli Dop, anche di quelli Igp. Gli oli in gara erano 178 in rappresentanza di 37 aree Dop e Igp

Sul podio del Sirena d’oro, il concorso nazionale dedicato alle eccellenze olearie Dop, e per la prima volta Igp, si sono collocate rispettivamente, per le tre categorie fruttato leggero, medio e intenso, l’Azienda agricola Riva del Garda con la Dop Garda-Trentino, l’Azienda agricola Laura De Parri con la Dop Canino e la Cooperativa agricoltori Valle del Cedrino con la Dop Sardegna. Il Sirena d’argento ha premiato per le stesse tre categorie l’Azienda agricola Tommaso Masciantonio con la Dop Colline Teatine,l’Azienda Biancheri con la Dop Colline Pontine e l’Azienda biologica Titone con la Dop Valli Trapanesi. Il Sirena di bronzo ha premiato infine la Redoro Frantoi Veneti con la Dop Veneto, l’azienda agricola Marfuga con la Dop Umbria, Colli Assisi Spoleto e i Frantoi Cutretra con la Dop Monti Iblei.



Gran Menzione ai quarti e quinti classificati: per il fruttato leggero l’Azienda agricola Laino Rosa, della Dop Bruzio (Sibaritide) e Azienda Domenici di Marchionni Rita della Dop Sabina, per il fruttato medio l’Azienda Torretta srl della Dop Colline Salernitane e l’azienda biologica Cuore Verde della Dop Umbria,Colli Assisi Spoleto. Infine per il fruttato intenso hanno conseguito la Gran Menzione l’Azienda Biologica Orsini della Dop Colline Pontine e Alfredo Cetrone con la stessa Dop.

La proclamazione dei 15 vincitori, scelti tra le 178 etichette in gara in rappresentanza di 37 aree Dop e Igp, avverrà a Sorrento (Na), la città campana che ha istituito il Sirena d’oro in collaborazione con Unaprol e FederDop Olio, nel corso della Borsa Valori del Territorio (25-28 aprile). La presentazione dei risultati del concorso è avvenuta a Roma a Palazzo Marini alla presenza del presidente della commissione Agricoltura della Camera, on. Paolo Russo, della sen. Colomba Mongiello dell’Ufficio di presidenza di Palazzo Madama, del sindaco e vice sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e Giuseppe Stinga, del consigliere delegato della Regione Campania per l’Agricoltura, Daniela Nugnes, del presidente di Unaprol, Massimo Gargano, del presidente di FederDop Olio, Silvano Ferri e per l’Aifo, l’associazione che riunisce oltre 4mila frantoi d’Italia, Giampaolo Sodano.

«Questo è un momento particolare per l’olio - ha detto Michele Bungaro dell’Unaprol, che ha coordinato gli interventi - per l’escalation di buone regola a tutela del consumatore e anche dei produttori, a cominciare dalla legge cosiddetta salva-olio. È significativo che questo concorso abbia preso il via proprio dalla Campania, una regione che produce molte delle grandi eccellenze italiane».

«E proprio da qui partirà presto - secondo quanto annunciato da Daniela Nugnes della Regione Campania - la realizzazione di una Fiera internazionale dell’olio, in collaborazione con Unaprol, con lo scopo di promuovere le nostre migliori produzioni anche all’estero. Non deve essere solo una vetrina - ha assicurato - ma un mezzo strategico e diretto per raggiungere meglio mercati in cui già è forte l’appeal del made in Italy».

Per il presidente della Commissione Agricoltura della Camera, Paolo Russo, che divide con la senatrice Colomba Mongiello il merito del difficile quanto rapido varo della legge salva olio, la città di Sorrento con questo concorso ha realizzato una proposta evocativa turistica attraverso un prodotto d’eccellenza. «Le straordinarie eccellenze del nostro Paese - ha detto - vanno sostenute perché significano lavoro, utile di impresa, turismo e molto altro. Ci sono nuove strade da affrontare, anche sul piano comunitario. Troppe volte abbiamo tenuto un atteggiamento di soggezione di fronte all’Europa, che spesso ci è stata ostile e che invece deve essere per tutti l’Europa delle opportunità».

Per la senatrice Colomba Mongiello (che da oggi diventa deputato per l’esito elettorale) l’introduzione delle norme che tutelano l’italianità del prodotto e la sua origine può concretamente definire il campo di frodi e sofisticazioni, cominciando dalla pubblicità ingannevole. «La legge - ha detto - è partita dalla consapevolezza che ogni contraffazione va ad intaccare il lavoro dell’agricoltore. Deve essere tutelato e normato non solo l’olio, ma tutto il nostro agroalimentare, come dimostrano i recenti scandali, e questo quadro normativo va esteso alle altre filiere».



Grande attenzione merita anche la trasformazione dell’olio. Per Gianpaolo Sodano, vicepresidente dell’Aifo, l’associazione che riunisce 4mila aziende olearie, le bottiglie devono portare la firma del frantoio che trasforma le olive in olio. «Solo con una stretta alleanza tra i frantoi artigiani e i produttori di olive - ha sottolineato - il nostro olio può affermarsi e crescere. Ora le maglie della legge sono meno larghe, ma per decenni è stato possibile scrivere sulle etichette un “made in Italy” quando le olive venivano chissà da dove».

Anche per Silvano Ferri di Federdop questo grande prodotto, la cui biodiversità è data da 170 cultivar, deve avere un ruolo di maggiore centralità nel sistema Paese. «C’è spazio per tutti - ha detto - ma ci vuole rispetto per chi lavora e per chi produce».

«Questa è l’Italia che vogliamo, quella che ci piace - ha detto Massimo Gargano dell’Unaprol riferendosi al Sirena d’oro - questo premio che valorizza il lavoro agricolo, le componenti salutistiche del prodotto, l’economia e non solo: i nostri nuovi modelli di olivicoltura tendono a prediligere lo sviluppo di identità territoriali».

Alla migliore Italia agricola, a chi crede ancora nel valore della terra,il sindaco e il vice sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e Giuseppe Stinga, hanno dedicato anche questa edizione del Sirena d’oro, nato qui 11 anni fa, in una Campania dove non esistono grandi tenute ma piccoli appezzamenti di terreno coltivati da nuclei familiari. In occasione della premiazione, che avverrà nel corso della Borsa Valori del Territorio, saranno in calendario anche convegni, attività didattiche e degustazioni. Alla presentazione, visibilmente orgogliosi e anche un po’ emozionati, erano presenti anche i 15 premiati, che si sono messi tutti in posa per la foto ricordo.

Vincitori 11° Premio Sirena d’oro di Sorrento

Categoria fruttato leggero

1° classificato
Sirena d’Oro

Az. Agr. Riva del Garda

Dop Garda (Trentino)

2° classificato
Sirena d’Argento

Az. Agr. Tommaso Masciantonio

Dop Colline Teatine
(Frentano)

3° classificato
Sirena di Bronzo

Redoro Srl Frantoi Veneti

Dop Veneto

4° classificato
Gran Menzione

Az. Agr. Laino Rosa

Dop Bruzio (Sibaritide)

5° classificato
Gran Menzione

Az. Agr. Domenici di Marchionni Rita

Dop Sabina


Categoria fruttato medio

1° classificato
Sirena d’Oro

Azienda Agricola Laura De Parri

Dop Canino

2° classificato
Sirena d’Argento

Az. Biancheri Francesco Saverio

Dop Colline Pontine

3° classificato
Sirena di Bronzo

Az. Agr. Marfuga

Dop Umbria
(Colli Assisi-Spoleto)

4° classificato
Gran Menzione

Az. Torretta srl

Dop Colline Salernitane

5° classificato
Gran Menzione

Az. Agr. Biologica Cuore Verde
SS Soc. Agr.

Dop Umbria
(Colli Assisi-Spoleto)


Categoria fruttato intenso

1° classificato
Sirena d’Oro

Soc. Coop. Agr. Olivicoltori Valle del Cedrino

Dop Sardegna

2° classificato
Sirena d’Argento

Az. Agr. Biologica Titone

Dop Valli Trapanesi

3° classificato
Sirena di Bronzo

Frantoi Cutrera di Cutrera G. & C. snc

Monti Iblei (Gulfi)

4° classificato
Gran Menzione

Az. Agr. Biologica Orsini

Dop Colline Pontine

5° classificato
Gran Menzione

Az. Agr. Alfredo Cetrone

Dop Colline Pontine

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


sirena d'oro premio concorso nazionale olivicoltura dop igp fruttato extravergine

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®