Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 24 settembre 2021 | aggiornato alle 20:41 | 78130 articoli in archivio

Un “bouquet” di nespole per accogliere la primavera

Un bel mazzo di fiori, da regalare a una donna in onore dell’arrivo della primavera, può essere sostituito da una manciata di nespole. Secondo la tradizione, infatti, il nespolo era la pianta per la “donna virtuosa”. Il simpatico aneddoto ci introduce al frutto del mese, originario dell'oriente

08 aprile 2012 | 11:35

Un “bouquet” di nespole per accogliere la primavera

Un bel mazzo di fiori, da regalare a una donna in onore dell’arrivo della primavera, può essere sostituito da una manciata di nespole. Secondo la tradizione, infatti, il nespolo era la pianta per la “donna virtuosa”. Il simpatico aneddoto ci introduce al frutto del mese, originario dell'oriente

08 aprile 2012 | 11:35

 Un bel mazzo di fiori, da regalare a una donna in onore dell'arrivo della primavera, può tranquillamente essere sostituito da una manciata di nespole. Secondo la tradizione, infatti, il nespolo era la pianta per la 'donna virtuosa”. Il simpatico aneddoto ci introduce al frutto di questo mese, originario dell'Europa sud-orientale e dell'Asia sud-occidentale. Le varietà disponibili più comuni sono la germanica, di forma tondeggiante e colore giallo scuro o marrone chiaro (quando matura) e la giapponese, di forma oblunga e colore più chiaro.

La nespola germanica ha un gusto fortemente acido e richiede, per essere commestibile, di essere 'frollata”, ossia dev'essere esposta ad almeno una forte gelata prima di essere raccolta. La giapponese ha un gusto più delicato e può essere consumata così com'è una volta matura.

I semi di entrambe le varietà sono leggermente tossici e bisogna quindi fare attenzione a non ingerirli. Si tratta di un frutto raro, molto difficile da trovare in commercio ma di insolita bontà; in ogni caso, la nespola germanica dovrebbe essere acquistata quando la polpa è ancora verde e poi lasciata in un ambiente fresco finché non diventa più soffice e marrone. A questo punto è pronta per essere consumata; può essere conservata in frigorifero per 3 giorni al massimo. La giapponese dev'essere invece acquistata già matura e consumata entro massimo 2-3 giorni, e nel frattempo conservata in frigorifero.

Tanto più il frutto è acerbo tanto maggiore è la quantità di tannini presenti, molecole ad azione antiossidante che danno la sensazione di asciutto in bocca e provocano un effetto astringente sull'intestino. Al contrario, nel frutto maturo i tannini si trasformano in zuccheri e il frutto assume una lieve funzione lassativa. La nespola contiene anche discrete quantità di acido formico e acetico, che determinano il gusto acidulo, oltre alla fibra alimentare solubile.

Liquore di nespole
Ingredienti: 600 g di alcool a 90°C, 500 g di zucchero, 2 kg nespole, cannella, noce moscato, 400 g di acqua
Preparazione: lavare le nespole con cura, asciugarle, sbucciarle e metterle in un recipiente con tutto l'alcol necessario. Trascorsi 40 giorni preparare uno sciroppo con l'acqua e lo zucchero e unirlo alla frutta. Filtrare il liquore così ottenuto prima di imbottigliarlo. Lasciarlo riposare per qualche mese in un posto asciutto prima di servirlo.

Nespole al vino
Ingredienti: 1 kg di nespole mature, 150 g di zucchero, un limone, 2 chiodi di garofano, 2 bicchieri di vino bianco secco
Preparazione: sbucciare le nespole, eliminare i noccioli, tagliarle a pezzi e metterle in una casseruola. Unire a questo punto lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, i chiodi di garofano, il vino e cuocere a calore moderato sin quando la polpa dei frutti sarà ben tenera.

Pollo alle nespole
Ingredienti: 150 g di petto di pollo, 1 presa di noce moscata, maggiorana, cannella, vino bianco, sale, 2 nespole e farina
Preparazione: tagliare il pollo a cubetti, infarinarlo bene e tuffarlo in una pentola wok calda. Unire le spezie e cuocere, spruzzare col vino bianco e lasciare sfumare. Aggiungere le nespole lavate e tagliate a cubetti e sbucciate. Tempo di cottura 3-4 minuti.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali