Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 06 luglio 2020 | aggiornato alle 19:50| 66574 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

L’obesità si combatte con l’istruzione
Chi ha studiato di meno è più a rischio

L’obesità si combatte con l’istruzione
Chi ha studiato di meno è più a rischio
L’obesità si combatte con l’istruzione Chi ha studiato di meno è più a rischio
Primo Piano del 09 ottobre 2013 | 17:16

Secondo l’Istat, esiste una correlazione tra il grado di istruzione e l’incidenza dei casi di obesità: il 16,8% di coloro che si sono fermati alla scuola elementare contro il 5,5% tra quanti hanno conseguito la laurea. Il 10 ottobre ricorre in tutta Italia l’Obesity day, giornata di sensibilizzazione dell'opinione pubblica su sovrappeso e salute

Tra chi ha frequentato solo la scuola elementare la percentuale di obesi è tripla (16,8%) rispetto a quelli che hanno conseguito la laurea (5,5%), a conferma dell’importanza dell’educazione nel combattere stili di vita errati che compromettono anche la salute. È quanto emerge da uno studio della Coldiretti sulla base dei dati Istat in occasione della Giornata mondiale contro l’obesità (10 ottobre) che si celebra in Italia con il 35,6% della popolazione in sovrappeso e il 10,4% addirittura obesa nel 2012.



L’istruzione è dunque il miglior modo per combattere l’obesità, che interessa l’11% di coloro che hanno fatto solo le scuole medie e il 7,1% di chi ha frequentato le superiori. La Coldiretti è impegnata nelle scuole con il progetto di educazione “Campagna Amica” che coinvolge oltre 100mila alunni delle scuole elementari e medie in tutta Italia che partecipano ad oltre 3mila lezioni in programma nelle fattorie didattiche e agli oltre 5mila laboratori del gusto organizzati nelle aziende agricole e in classe.

In questo momento di difficoltà l’obiettivo è quello di formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell’ agricoltura con i cibi consumati ogni giorno. A preoccupare è l’impatto della crisi sulla spesa, con il rischio di portare in dispensa prodotti low cost offerti spesso a prezzi troppo bassi per essere sinceri, che rischiano di avere un impatto sulla salute. Dietro questi prodotti spesso si nascondono infatti ricette modificate, l’uso di ingredienti di minore qualità o metodi di produzione alternativi che è importante conoscere per non cadere nell’inganno.

La Coldiretti fa anche notare che allarmi sugli effetti della crisi sulla salute dei cittadini vengono anche dal mondo scientifico, come l’Osservatorio europeo delle politiche e dei sistemi sanitari che ha dimostrato il forte impatto della crisi economica sui servizi sanitari dei Paesi europei per colpa anche della cattiva alimentazione poiché con le tasche vuote i cittadini sono più portati al consumo di cibi meno sani. Un problema che riguarda anche le giovani generazioni con la Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) che ha lanciato recentemente l’allarme sul fatto che con la crisi gli italiani per i propri bambini si rivolgono più facilmente a cibi di scarsa qualità, gustosi, poco costo con snack e merendine e bevande zuccherate che prendono il posto di alimenti più salutari, come cereali, pesce, frutta fresca e verdura. In Italia l’obesità riduce l’aspettativa di vita di 17 anni ed è la seconda causa di morte dopo il fumo.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Obesity day obesità sovrappeso salute istruzione alimentazione

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®