Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 13 luglio 2020 | aggiornato alle 10:10| 66680 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Raffreddore, i consigli per la prevenzione
Attenzione a non coprirsi troppo!

Raffreddore, i consigli per la prevenzione
Attenzione a non coprirsi troppo!
Raffreddore, i consigli per la prevenzione Attenzione a non coprirsi troppo!
Pubblicato il 15 dicembre 2013 | 14:23

Con l’avvicinarsi dell’inverno è possibile incorrere in malattie da raffreddamento: come prevenirle e come intervenire se si viene colpiti dal raffreddore? I suggerimenti degli esperti Francesca Puggioni e Luca Malvezzi

A pochi giorni dall’inizio dell’inverno, il freddo è diventato una costante delle nostre giornate, così come le fastidiose malattie da raffreddamento, le quali però possono essere evitate. Riportiamo il contributo che Francesca Puggioni, specialista dell'unità operativa di Pneumologia in Humanitas, e Luca Malvezzi, specialista dell’unità operativa di Otorinolaringoiatria in Humanitas, hanno rilasciato per Humanitasalute.it, in cu spiega come prevenire questo tipo di malattie e come intervenire qualora colpiti.


Difese immunitarie più forti

L’ideale sarebbe arrivare sani all’autunno, possono essere di aiuto in questo senso i cicli con immunostimolanti in compresse o bustine, una strategia preventiva della durata di un mese o più, efficaci nel rafforzare le difese immunitarie. Nel nostro organismo non deve poi mancare la vitamina C: la si può assumere tramite il consumo di frutta fresca stagionale o in caso di controindicazioni mediante integratori.



Attenzione alle temperature

Occorre poi prestare attenzione alle temperature cercando di evitare gli sbalzi. In auto non bisognerebbe superare i 20 gradi; in casa invece la temperatura ideale è sui 20-21 gradi.

Quanto coprirsi?
Quando si esce non bisogna coprirsi in maniera eccessiva: indossare giubbotti e cappotti e poi sudare espone al raffreddamento. È consigliabile coprire la bocca con una sciarpa se si esce nelle prime ore del mattino: questa fascia oraria è particolarmente rischiosa per la contrazione dei virus. La pelle ha bisogno di traspirare pertanto sono preferibili i capi di lana e cotone e le giacche a vento con le aperture sotto le ascelle.

E per chi invece ha contratto il virus influenzale?
Chi ha il raffreddore non deve far mancare al proprio organismo la vitamina c, deve curare l’idratazione bevendo almeno un litro e mezzo di liquidi al giorno per favorire il drenaggio del muco. Via libera dunque ad acqua, tè, tisane e spremute. Assicurarsi un’alimentazione ricca di frutta e verdura, anche cotta; prediligere alimenti facilmente digeribili e consumare numerosi piccoli pasti. Se possibile evitare di uscire in modo da non agevolare la diffusione del virus. In caso di raffreddore preferire i fazzoletti di carta da gettare poi nello scarico del wc o in un sacchetto chiuso. I virus in questo modo vengono isolati e non possono continuare a diffondersi.

Quali farmaci è consigliabile assumere?
In caso di febbre si può ricorrere al paracetamolo. Senza indicazione medica però non bisogna assumere antibiotici: questi non contrastano l’azione del virus e possono peggiorare la situazione distruggendo la flora intestinale e creando batteri resistenti agli antibiotici, vanificandone gli effetti qualora dovessero servire per altre patologie. I probiotici invece sono alleati dell’intestino e contribuiscono a ripristinarne i batteri buoni.

E se il raffreddore non passa?
Se il raffreddore dura molti giorni, recidiva frequentemente e si trasforma facilmente in tracheobronchite è consigliabile consultare uno specialista. La parola a Luca Malvezzi, specialista dell’unità operativa di Otorinolaringoiatria in Humanitas.

Il raffreddore è una rinosinusite virale perché anche nel raffreddore vi è una compartecipazione dei seni paranasali. La durata è in genere di 5, massimo 10 giorni e tipicamente le secrezioni rinosinusali sono di colore chiaro. Quando la durata si protrae e le secrezioni assumono un colore giallo/gialloverde la rinosinusite è di tipo batterico e la valutazione specialistica consente diagnosi e corretta terapia antibiotica e steroidea.

In alcuni soggetti raffreddori con queste caratteristiche (rinosinusiti) si presentano con una certa frequenza nel corso dell’anno e possono coinvolgere bronchi e polmoni. Non bisogna essere superficiali e tenere presente che oggi, in modo più corretto rispetto al passato, si devono considerare le vie aeree come un unico sistema, così come spesso, un unico sistema viene considerato dal punto di vista patologico, United Airways Disease.

Pertanto, la soglia di attenzione deve aumentare, la valutazione clinica diventare collegiale, coinvolgendo l’otorinolaringoiatrica, la pneumologica e l’allergologica, così da favorire il corretto inquadramento clinico (evidenza di asma e allergia) e fornire gli strumenti adeguati per curare nel migliore dei modi il paziente.

Una possibilità terapeutica è la chirurgia rinosinusale. Una chirurgia “sartoriale”, ritagliata in base alla patologia e all’”esigenza” di ogni singolo paziente e progettata sulla base della valutazione sugli aspetti anatomici del massiccio facciale (il frequent flyer, ovvero colui che frequentemente si sposta in aereo per ragioni lavorative è uno dei soggetti candidabili alla chirurgia rinosinusale in caso di dolori facciali soprattutto presenti nelle manovre di atterraggio).

Oggi si tende a considerare le vie aeree come un unico sistema e pertanto si attua una presa in carico del paziente collegiale, con il coinvolgimento dell’otorinolaringoiatra, dello pneumologo e dell’allergologo.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


raffreddore freddo inverno prevenzione

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®