Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 luglio 2020 | aggiornato alle 22:51| 66544 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Freddo invernale e influenza
Ecco i consigli per contrastarla

Freddo invernale e influenza
Ecco i consigli per contrastarla
Freddo invernale e influenza Ecco i consigli per contrastarla
Pubblicato il 21 dicembre 2013 | 16:52

Aumentano i casi di influenza stagionale; febbre, raffreddore, tosse e malessere sono i sintomi più comuni di questo virus; per combatterla basta lavarsi spesso le mani, ripararsi dal freddo, e ricorrere al vaccino

Tra le conseguenze del freddo invernale, l’influenza è una delle più diffuse. Grazie ad un esperto proviamo a scoprire cosa è, come si trasmette, le strategie per prevenirla e i consigli per combatterla. Riportiamo il contributo che Matteo Moro della direzione sanitaria di Humanitas, ha rilasciato per Humanitasalute.it.

L’influenza è una malattia infettiva causata da un virus che si trasmette per via respiratoria a distanza ravvicinata. Le persone che ne sono colpite sono contagiose dal giorno prima della manifestazione dei sintomi e per i 3-5 giorni successivi. La trasmissione del virus avviene per mezzo delle minuscole goccioline che il malato emette tossendo, starnutendo o anche parlando.



L’influenza si manifesta nei mesi invernali perché il freddo contribuisce a ridurre i mezzi di difesa delle vie respiratorie e perché le basse temperature agevolano l’affollamento delle persone in ambienti chiusi, favorendo la trasmissione del virus e il contagio.
 
I consigli per contrastarla
La prima regola che consente di ridurre il contagio del virus è certamente il contenimento delle goccioline:
  • È pertanto consigliabile starnutire e tossire coprendo naso e bocca con un fazzoletto, che una volta usato va gettato via immediatamente. La trasmissione dei virus avviene a distanza ravvicinata, per cui è preferibile mantenere una certa distanza dagli altri se si è influenzati.
  • È poi importante lavare spesso le mani, soprattutto dopo aver soffiato il naso o tossito. Le mani infatti possono veicolare il virus dell’influenza e altri microrganismi: lavarle spesso è una buona regola igienica generale che consente di prevenire la diffusione di diversi germi.
  • Se si ha l’influenza è poi consigliabile, se possibile, stare a casa ed evitare di frequentare luoghi pubblici.
 I sintomi dell’influenza
I sintomi influenzali esordiscono in maniera brusca, il soggetto ammalato presenta febbre spesso alta fin da subito, sintomi a carico delle vie respiratorie (rinite, mal di gola, tosse) e sintomi a carico dell’intero organismo (cefalea, stanchezza, malessere generale).

L’influenza, così come definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, prevede che siano presenti febbre, almeno un sintomo respiratorio e almeno un sintomo generale. Noi invece siamo comunemente abituati a definire influenza anche altre infezioni respiratorie, non causate dal virus influenzale, spesso più lievi e con poca febbre. L’influenza è una malattia virale, assumere antibiotici non serve (salvo prescrizione medica).
 
Il vaccino: la vera prevenzione
L’influenza è una patologia seria e non va sottovalutata, si pensi che ogni anno nel mondo sono tra 250mila e 500mila le vittime dell’influenza, secondo l’OMS, delle quali almeno 40mila in Europa. Il vaccino è la misura cardine di prevenzione, vaccinarsi consente di avere una protezione del 70-90%.

Poiché però i virus cambiano nel tempo, occorre vaccinarsi ogni anno per essere protetti nella stagione in corso. L’efficacia del vaccino dipende dalla correttezza della previsione sui virus stagionali. Ogni anno infatti, l’influenza viene monitorata attraverso una rete di medici sentinella che segnalano i sintomi che colpiscono i loro pazienti e consentono di stimare l’andamento generale (l’anno scorso oltre 6 milioni di ammalati in Italia).

Alcuni di questi medici poi effettuano dei tamponi utili per l’isolamento dei virus e la conseguente composizione vaccinale dell’anno successivo. Ci sono anni in cui i soggetti che si vaccinano hanno una buona protezione e anni in cui il vaccino è meno adatto al virus circolante.

Il ministero della Salute identifica le categorie per le quali il vaccino è maggiormente raccomandato e messo a disposizione gratuitamente: anziani over 65, bambini ed adulti con malattie croniche e condizioni cliniche che possono comportare un aumento del rischio di complicazioni, operatori sanitari e persone che assistono soggetti ad alto rischio, operatori nei servizi essenziali per la collettività.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


influenza vaccino freddo invernale

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®