Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 31 luglio 2021 | aggiornato alle 20:56 | 76908 articoli in archivio

Cucina e moda per il Made in Italy Il "dolce stil cuoco" di Firenze

Sei cuochi, tra i più noti del settore, saranno i protagonisti di un innovativo show cooking, dove ogni piatto sarà d'ispirazione agli studenti dello IED di Firenze, che realizzaranno in diretta un abito in abbinamento

28 febbraio 2014 | 14:59

Cucina e moda per il Made in Italy Il "dolce stil cuoco" di Firenze

Sei cuochi, tra i più noti del settore, saranno i protagonisti di un innovativo show cooking, dove ogni piatto sarà d'ispirazione agli studenti dello IED di Firenze, che realizzaranno in diretta un abito in abbinamento

28 febbraio 2014 | 14:59



Una sfilata di piatti abbinati ad abiti realizzati sul momento, messi in mostra sui manichini. Mentre sei chef fra i più famosi prepareranno le loro pietanze, come nel gioco del “Se questo piatto fosse un abito…”, gli studenti dell’Istituto Europeo di Design di Firenze produrranno un modello che si addica meglio alla creazione culinaria.

È questa l’idea innovativa su cui si articolerà lo storico Premio Italia a Tavola, organizzato sabato a Firenze con la collaborazione di Fipe-Confcommercio e Fipe Toscana. La serata di gran gala intitolata “Tra Cuochi e Stilisti”, in calendario domani, 1 marzo, all’hotel Baglioni, è un inno al valore del made in Italy che si ritrova nell’enogastronomia tanto quanto nella moda.

Aldo Cursano«Durante lo show cooking - afferma Aldo Cursano (nella foto), vice-presidente vicario di Fipe-Confcommercio - per la prima volta il mondo della moda lavorerà realizzando un abito (con tanto di ricetta) ispirato alla pietanza a cui è abbinato. Si tratta di un format-test che vuole valorizzare il connubio moda-cucina anche in vista dell’Expo 2015 e creare un legame stretto fra due delle produzioni italiane più riconosciute al mondo. A breve, d’intesa con Fipe nazionale, allargheremo l’iniziativa a stilisti già in carriera».

Per dare il giusto valore all’impegno di questi studenti è stata costituita una giuria tecnica composta da giornalisti, esperti di enogastronomia e designer chiamata a esprimere un giudizio sul miglior abbinamento così da selezionare lo studente più vicino alla sensibilità del piatto.

La serata sarà preceduta da un pomeriggio di confronto sul rapporto delicato fra ristorazione, guide e recensioni online. Dopo un confronto duro e serrato fra il portale leader nei commenti da parte dei consumatori, TripAdvisor e Fipe, in rappresentanza di tutti i ristoratori, è stata raggiunta un’intesa ancora da perfezionare in cui il diritto di critica, anche negativa, del consumatore non sia fuorviante e lesivo della reputazione del locale recensito.

«Proprio in Toscana - afferma ancora Aldo Cursano - è stato dato il via alla battaglia contro le false recensioni. Siamo contenti che proprio in Toscana si stia giungendo alla soluzione del problema. L’uso corretto e trasparente dei commenti è un veicolo promozionale importante sia per il successo del ristoratore, sia per il successo dello stesso TripAdvisor».

Il talk show sarà quindi l’occasione per dirimere le controversie fra Fipe e TripAdvisor e per perfezionare le modalità di partecipazione al portale da parte dei consumatori in modo da garantire a tutti i visitatori del sito e allo stesso ristoratore che il commento pubblicato sia veramente frutto dell’opinione strettamente personale di chi la esprime.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali