Feudo Arancio
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 23 febbraio 2020 | aggiornato alle 02:40| 63605 articoli in archivio
Feudo Arancio
Pentole Agnelli
HOME     VINO     CONSORZI

Montepulciano d’Abruzzo Docg - SCHEDA TECNICA

Montepulciano d’Abruzzo Docg - SCHEDA TECNICA
Montepulciano d’Abruzzo Docg - SCHEDA TECNICA
Pubblicato il 07 ottobre 2014 | 15:59
La zona di produzione
Si produce nei comuni intorno alla provincia di Teramo, nei comuni di Campli, Controguerra, Colonnella, S. Omero, Ancarano, Notaresco, Morro d’Oro, Atri, Giulianova e Torano Nuovo per la Docg Colline Teramane.



Il vitigno
Vitigno di Montepulciano minimo 90%; può concorrere alla produzione di questo vino anche il vitigno Sangiovese fino ad un massimo del 10%. L'uva ha la buccia spessa dalla tarda maturazione e richiede un clima asciutto e caldo.

Caratteristiche
  • Aspetto: Rosso rubino intenso.
  • Profumo: Profumo fruttato di mora lievemente aspra, di frutti rossi maturi, tra cui il ribes rosso selvatico, e spezie. Caratteristica principale è l'aroma di liquirizia, (si dice"liqueriziaceo"). A volte il fondo è ammandorlato e dai sentori speziati.
  • Gusto: Mediamente tannico, di buon corpo, ottima struttura.
  • Gradazione alcolica: Gradazione alcolica minima di 12,5°
  • Età ottimale: Il vitigno Montepulciano d'Abruzzo è destinato alla produzione di vini rossi da lungo invecchiamento. Il vino a denominazione di origine controllata e garantita (Docg) “Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane" deve essere sottoposto ad un periodo di invecchiamento non inferiore a due anni (tre anni per la Riserva) in botti di rovere o castagno e ad un affinamento di 6 mesi in bottiglia. Il periodo di invecchiamento decorre dal 1° novembre dell'annata di produzione delle uve.
  • Calice e servizio: Ideale è utilizzare un bicchiere da vino rosso corposo, un calice che consenta l'ossigenazione del vino. La temperatura ideale di servizio è di 18°C.
  • Abbinamento con i cibi: I migliori abbinamenti gastronomici sono piatti piuttosto importanti, come bolliti, brasati, arrosti, pollame e formaggi stagionati.

Cenni storici
Esistono diverse versioni sull'introduzione di questo vitigno in Abruzzo e soprattutto queste "leggende" aprono dispute fra questa regione e la Toscana. C'è quella che vede il vitigno Montepulciano introdotto nella regione agli inizi del XIX secolo per opera di un viaggiatore proveniente dalla Toscana, e poi quella che sostiene la nascita del vitigno Montepulciano in Valle Peligna, notizia confermata da uno scritto dello storico Michele Troia risalente al XVIII secolo, (in un periodo, quindi, molto anteriore rispetto a quando si vantavano le origini toscane del vitigno). È nota la leggenda secondo la quale Annibale guarì i suoi cavalli dalla scabbia dopo averli lavati con abbondante Montepulciano d'Abruzzo.

Cenni letterari
Ovidio ne "Le Metamorfosi", celebrò la bellezza dei vigneti della Valle Peligna (da cui proviene storicamente il vitigno del Montepulciano) dalla quale giungevano a Roma i vini destinati agli imperatori e alla loro corte.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Montepulciano Abruzzo Vino Docg scheda tecnica

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®