Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 27 maggio 2022 | aggiornato alle 08:22 | 84976 articoli in archivio

Guida Touring, Bottura ancora in vetta 51 locali nell’Olimpo della ristorazione

La nuova guida “Alberghi e Ristoranti d’Italia 2015” del Touring club conferma lo chef dell’Osteria Francescana al primo posto con un punteggio di 95/100. In seconda posizione con 92/100 Alajmo, Bassi e Monco, e Crippa. Zillo, Metullio, Martini e Abbruzzino sono i giovani talenti che hanno meritato il titolo di “Top Chef di domani”

12 novembre 2014 | 10:02
Guida Touring, Bottura ancora in vetta 
51 locali nell’Olimpo della ristorazione
 
Guida Touring, Bottura ancora in vetta 
51 locali nell’Olimpo della ristorazione

Guida Touring, Bottura ancora in vetta 51 locali nell’Olimpo della ristorazione

La nuova guida “Alberghi e Ristoranti d’Italia 2015” del Touring club conferma lo chef dell’Osteria Francescana al primo posto con un punteggio di 95/100. In seconda posizione con 92/100 Alajmo, Bassi e Monco, e Crippa. Zillo, Metullio, Martini e Abbruzzino sono i giovani talenti che hanno meritato il titolo di “Top Chef di domani”

12 novembre 2014 | 10:02
 

È di nuovo Massimo Bottura il miglior cuoco italiano secondo la nuova guida “Alberghi e Ristoranti d’Italia 2015” del Touring club, curata da Teresa e Luigi Cremona. Lo chef dell’Osteria Francescana di Modena guadagna un punto, passando da 93 a 94, e si conferma in vetta all’“Olimpo della ristorazione”, ovvero la lista di ristoranti, inaugurata lo scorso anno, che ha in un certo senso “assorbito” le 2 e 3 Medaglie, e che comprende tutti quei locali che hanno ottenuto un punteggio dagli 85/100 in su. L’anno scorso i locali d’eccellenza inclusi nell’Olimpo della ristorazione erano 47, mentre quest’anno sono 51, 6 dei quali hanno un punteggio superiore ai 90/100.



Seconda posizione a pari merito, con 92 punti, per Massimiliano Alajmo de Le Calandre di Rubano (Pd), Italo Bassi e Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze ed Enrico Crippa del Piazza Duomo di Alba (Cn). Quest’ultimo ha guadagnato ben 2 punti rispetto allo scorso anno, mentre i primi due sono rimasti stabili. In terza posizione, con 90 punti, troviamo Gianfranco Vissani del Vissani di Baschi (Tr) e Heinz Beck de La Pergola di Roma, il quale rispetto all’anno scorso guadagna 1 punto.

L'Olimpo della Ristorazione 2015

CUOCO RISTORANTE PUNTI 2015 PUNTI 2014 VARIAZ.
Massimo Bottura Osteria Francescana - Modena 95 94 +1
Massimiliano Alajmo Le Calandre - Rubano (Pd) 92 92 =
Italo Bassi e Riccardo Monco Enoteca Pinchiorri - Firenze 92 92 =
Enrico Crippa Piazza Duomo - Alba (Cn) 92 90 +2
Heinz Beck La Pergola - Roma 90 89 +1
Gianfranco Vissani Vissani - Baschi (Tr) 90 90 =
Norbert Niederkofler St. Hubertus - San Cassiano (Bz) 89 87 +2
Niko Romito Reale - Castel di Sangro (Aq) 89 88 +1
Davide Scabin Combal.Zero - Rivoli (To) 88 89 -1
Antonino Cannavacciuolo Villa Crespi - Orta San Giulio (No) 88 87 +1
Nadia e Giovanni Santini Dal Pescatore - Canneto sull'Oglio (Mn) 88 88 =
Nicola e Pierluigi Portinari La Peca - Lonigo (Vi) 88 87 +1
Pier Giorgio Parini Il Povero Diavolo - Torriana (Rn) 88 88 =
Antonio Guida Il Pellicano - Porto Ercole (Gr) 88 87 +1
Giancarlo Perbellini Perbellini - Isola Rizza (Vr) 87 87 =
Mauro Uliassi Uliassi - Senigallia (An) 87 87 =
Enrico e Roberto Cerea Da Vittorio - Brusaporto (Bg) 87 86 +1
Moreno Cedroni Madonnina del Pescatore - Senigallia (An) 87 86 +1
Sandro e Maurizio Serva La Trota - Rivodutri (Ri) 87 86 +1
Pino Cuttaia e Loredana Cipriano La Madia - Licata (Ag) 87 88 -1
Carlo Cracco Cracco - Milano 86 88 -2
Fabio Pisani e Alessandro Negrini Il Luogo di Aimo e Nadia - Milano 86 87 -1
Philippe Léveillé Miramonti l'Altro - Concesio (Bs) 86 86 =
Enrico Bartolini Devero - Cavenago di Brianza (Mb) 86 85 +1
Roberto Conti Trussardi Alla Scala - Milano 86 / /
Alessandro Gilmozzi El Molin - Cavalese (Tn) 86 86 =
Fabrizia Meroi Laite - Sappada (Bl) 86 86 =
Aurora Mazzucchelli Marconi - Sasso Marconi (Bo) 86 85 +1
Emanuele Scarello Agli Amici - Udine 86 85 +1
Nino Di Costanzo Il Mosaico - Casamicciola Terme (Na) 86 85 +1
Alfonso ed Ernesto Iaccarino Don Alfonso 1890 - Sant'Agata sui Due Golfi (Na) 86 85 +1
Gennaro Esposito Torre del Saracino - Vico Equensev (Na) 86 85 +1
Ciccio Sultano Duomo - Ragusa 86 86 =
Davide Palluda All'Enoteca - Canale (Cn) 85 85 =
Gian Piero Vivalda Antica Corona Reale-Da Renzo - Cervere (Cn) 85 85 =
Igor Macchia La Credenza - San Maurizio Canavese (To) 85 / /
Alfredo Russo Dolce Stil Novo-Alla Reggia - Venaria Reale (To) 85 85 =
Marco Sacco Piccolo Lago - Verbania 85 85 =
Edvige e Paola Gavazzi Al Gambero - Calvisano (Bs) 85 85 =
Ilario Vinciguerra Ilario Vinciguerra - Gallarate (Va) 85 85 =
Jörg e Kevin Trafoier Kuppelrain - Castelbello-Ciardes (Bz) 85 85 =
Daniele, Lorena e Lionello Cera Antica Osteria da Cera - Campagna Lupia (Ve) 85 85 =
Corrado Fasolato Spinechile - Schio (Vi) 85 85 =
Valeria Piccini Da Caino - Manciano (Gr) 85 85 =
Igles Corelli Atman - Pescia (Pt) 85 85 =
Salvatore Tassa Colline Ciociare - Acuto (Fr) 85 85 =
Anthony Genovese Il Pagliaccio - Roma 85 85 =
Francesco Apreda Imàgo - Roma 85 85 =
Mattia e Marcello Spadone La Bandiera - Civitella Casanova (Pe) 85 / /
Antonio e Luca Abbruzzino Antonio Abbruzzino - Catanzaro 85 / /
David Tamburini La Gazza Ladra - Modica (Rg) 85 / /

I premi speciali della guida 2015

Top Chef di domani
  • Area nord-ovest: Mauricio Zillo - Rebelot del Pont, Milano
  • Area nord-est: Matteo Metullio - La Siriola, San Cassiano (Bz)
  • Area centro: Marco Martini - Stazione di Posta, Roma
  • Area sud: Luca Abbruzzino - Antonio Abbruzzino, Catanzaro

Premio speciale “Stanze italiane”
  • Area nord-ovest: Laida Weg Experience Hotel - Rima San Giuseppe (Vc)
  • Area nord-est: Mignon - Trieste
  • Area centro: Asilo Masi - Capannoli (Pi)
  • Area sud: Foresteria Planeta - Menfi (Ag)

Premio speciale “Buona cucina”
  • Area nord-ovest: Locanda Walser - Formazza (Vb)
  • Area nord-est: Maré - Cesenatico (Fc)
  • Area centro: Cucinaa - Foligno (Pg)
  • Area sud: QQucina Qui - Catania

Premio miglior giovane pastry chef (Rigoni di Asiago)
  • Denny Caliaro - Ristorante La Tana, Asiago (Vi)
  • Daniele Bonzi - Torre del Saracino - Vico Equense (Na)

Premio miglior direttore di sala (Glion)
  • Luca Cinacchi - Café Trussardi e Trussardi Alla Scala, Milano
  • Riccardo Nocera - Glass Hostaria, Roma

Premio miglior primo piatto di pasta (De Cecco)
  • Ristorante Osteria della Brughiera - Villa d’Almè (Bg)
  • Ristorante Arnolfo - Colle di Val d’Elsa (Si)

Premio migliori attrezzature in cucina (Agenzia Stefano Conti)
  • Ristorante L’Altro Vissani - Cortina d’Ampezzo (Bl)
  • Ristorante Porto Fluviale - Roma

La guida 2015
La storica guida ha da un anno innovato forma e sostanza. All’interno di ogni regione, il cambio d’ordinamento degli indirizzi, prima in suddivisione tematica, poi di località, consente al lettore di scegliere la destinazione in base al proprio gusto, al proprio modo di vivere un soggiorno o un’esperienza culinaria.

Punti fermi nel volume, raccolti nelle pagine “Olimpo dell’Ospitalità” e “Olimpo della Ristorazione”, i grandi nomi della gastronomia italiana e gli alberghi super lusso: luoghi dallo scenario più unico che raro e dal costo importante, a rappresentare l’eccellenza del Belpaese. Non si abbandona nemmeno il premio ai quattro chef emergenti, che si distinguono per talento, creatività e continua ricerca.

Ad aprire il corpo guida, in cui la sezione del Dormire precede in ogni regione quella del Mangiare, le sezioni “Camere d’autore” e “Cucina d’autore”, che presentano un compendio di indirizzi non certo economici, a cui gli esperti del Touring, nel corso degli anni, hanno riconosciuto l’alto livello qualitativo di accoglienza, servizio e offerta. Per il viaggiatore che non vuole rinunciare alla semplicità degli ambienti, alle atmosfere intime e ai piccoli e curati dettagli, contenendo tuttavia i costi, si riconfermano le selezioni “Stanze Italiane” e “Buona Cucina”. Poi, vi è la serie di indirizzi pensati per il turista in visita alle grandi città, che considera la necessità di un soggiorno in spazi alternativi al classico albergo - siano essi ostelli, bed & breakfast o pensioni datate ma centralissime - e di un pasto veloce ed economico presso paninoteche, hamburgerie o chioschi.

Novità per l’edizione 2015: le selezioni degli indirizzi proposti per ogni regione sono introdotte da una pagina di apertura seguita dalla carta regionale che riporta tutte le località considerate e per le quali sia stata citata almeno una struttura. Inoltre, per rendere più agevole la consultazione sono stati introdotti a fine volume anche gli indici delle località e dei nomi.


Titolo: Alberghi e ristoranti d’Italia 2015
Sottotitolo: Un’accurata selezione di oltre 4500 proposte tra indirizzi classici e nuove tendenze
Editore: Touring Editore
Collana: guide Touring
Formato: 13 x 22,5 cm
Pagine: 660
Legatura: Olandese
Colore: 4 colori
In libreria: novembre 2014

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali