Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 07 dicembre 2022  | aggiornato alle 11:51 | 90081 articoli in archivio

Il Re panettone 2014 parla campano Alfonso Pepe e Sal De Riso sul podio

I pasticceri Alfonso Pepe e Sal De Riso hanno conquistato i premi del concorso “I PanGiuso 2014”, rispettivamente per il Miglior panettone classico il primo, e per il Migliore dolce lievitato innovativo il secondo

 
01 dicembre 2014 | 17:44

Il Re panettone 2014 parla campano Alfonso Pepe e Sal De Riso sul podio

I pasticceri Alfonso Pepe e Sal De Riso hanno conquistato i premi del concorso “I PanGiuso 2014”, rispettivamente per il Miglior panettone classico il primo, e per il Migliore dolce lievitato innovativo il secondo

01 dicembre 2014 | 17:44
 



Il concorso “I PanGiuso 2014”, all'interno della manifestazione Re Panettone, si chiude con due maestri pasticceri salernitani sul podio: Alfonso Pepe (nella foto, a destra) della Pasticceria Pepe di Sant'Egidio Del Monte Albino si è aggiudicato il primo premio per il suo panettone tradizionale e Salvatore De Riso (nella foto, a sinistra) della pasticceria “Sal De Riso” di Tramonti (Sa) il premio per il miglior dolce innovativo con il suo “Girotondo di Frutta”. Ricordiamo che De Riso è attualmente candidato nel sondaggio Personaggio dell'anno 2014 dell'enogastronomia e della ristorazione (per votare CLICCA QUI)

da sinistra: Salvatore De Riso e Alfonso PepeIl concorso sostenuto da Giuso, giunto alla 3ª edizione e dedicato ai golosi dolci festivi per eccellenza, prodotti in maniera artigianale e solo con ingredienti naturali, senza coloranti, emulsionanti e altri additivi alimentari, ha visto i giurati confrontarsi con ben 56 tra panettoni classici e lievitati innovativi, proposti dai migliori pasticceri artigianali d’Italia.

Menzioni speciali per la categoria panettone tradizionale a Vincenzo Tiri della pasticceria Tiri di Acerenza (Pz) e a Sal De Riso. Per i dolci lievitati innovativi, le menzioni sono andate a “Haiku” della pasticceria Pane & Olio di Tokio e a “Babà del Vesuvio” di Pepe. Una vittoria che parla campano, quindi, quest'anno ma che ha visto trionfare soprattutto l'eccellenza dell'artigianalità made in Italy al servizio del dolce più rappresentativo di questo periodo che ci permette di essere riconosciuti in tutto il mondo.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       

15/12/2014 14:53:06
1) Sal de Riso lo seguo da anni
Seguo Sal De Riso da anni e lo trovo fantastico, in più occasioni ho provato a preparare alcune delle sue ricette, panettone compreso, con risultati un po' deludenti. Quindi quando ho scoperto che esiste anche la vendita online dei suoi panettoni, mi è sembrato un sogno! Ne ho comprati tre, due dei quali regalo a care amiche. Per chi fosse interessato, e un fan come me, lascio il link al sito http://dolcisalderiso.ursamajorgroup.org/Secco/276/ita/default.aspx?t=Secco&c=276
Morena Cotta





RCR