Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 08 agosto 2020 | aggiornato alle 14:19| 67139 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     PROFESSIONI     PIZZAIOLI

Non tutte le pizze surgelate sono uguali
Attenzione agli ingredienti e alla qualità

Non tutte le pizze surgelate sono uguali 
Attenzione agli ingredienti e alla qualità
Non tutte le pizze surgelate sono uguali Attenzione agli ingredienti e alla qualità
Pubblicato il 30 dicembre 2014 | 10:38

Le pizze surgelate occupano il 12% dei prodotti surgelati venduti in Italia, ma non tutte sono di ottima qualità: bisogna prestare attenzione agli ingredienti, al Paese di provenienza e ai materiali di produzione

La pizza surgelata vale il 12% del totale degli alimenti sottozero venduti in Italia. Amatissima all’estero, anche in Italia, nonostante un certo snobismo, ha i suoi fan, come dimostra l'alta percentuale che occupa nel valore totale del mercato dei surgelati. Ed è uno dei pochi segmenti che tiene testa alla crisi, con un +0,4% e una crescita costante negli ultimi anni. La pizza surgelata, tuttavia, non è tutta uguale, anch'essa ha le sue regole.



«Il prodotto di riferimento - afferma Dario Roncadin, amministratore delegato di Roncadin Spa, azienda che produce 60 milioni di pizze surgelate all’anno - inutile nasconderlo, resta sempre quello realizzato in pizzerie tradizionali e di qualità. Tuttavia la pizza surgelata industriale ha dei vantaggi: è sempre a portata di mano, pronta in pochi minuti, è soggetta a severi controlli e deve rispettare alti standard di qualità. E, se scelta con attenzione, è anche buona, basta saper scegliere».

Esistono a questo proposito sette cose che forse non tutti sanno sulla pizza surgelata. La prima è che, paradossalmente non tutte quelle presenti nel banco dei surgelati sono prodotte nel nostro Paese. «La normativa corrente - spiega Roncadin - non prevede l’obbligo di indicare il Paese dello stabilimento di produzione, in quanto può bastare un generico “made in Ue”. Per sapere se la pizza è realizzata in Italia, bisogna fare più attenzione al retro della confezione».

Altro consiglio è di leggere con attenzione la lista degli ingredienti. «Più corta è - prosegue sempre Roncadin - meglio è. Al di là della farcitura, la pizza è un alimento semplice e fatto di ingredienti basilari: farina, acqua, pomodoro, olio, sale e soprattutto, poco lievito». Terzo elemento da considerare è che una buona pizza, sia artigianale sia industriale, non deve far venire troppa sete, indice di una quantità eccessiva di lievito. «Se si mangia la pizza di sera - continua l'amministratore delegato - e ci si alza la notte per bere, può voler dire che la quantità di lievito nell’impasto era troppo elevata».

Quarto. A fare la differenza è la qualità dei singoli ingredienti e per scoprire meglio le caratteristiche del prodotto è sempre necessario leggere bene l’etichetta. «Ad esempio, è possibile avere qualche informazione sull’olio - suggerisce Dario Roncadin - quello di oliva è da preferire, quello di palma è di qualità bassa». Quinto elemento da tenere in considerazione, lo spessore della base della pizza è una delle differenze principali tra il prodotto del banco surgelati e quello del pizzaiolo, ma anche in questo caso si possono trovare dei prodotti che si avvicinano a quelli artigianali.

Il segreto sta nella tecnica utilizzata: «Le pizze surgelate - chiarisce l'amministratore di Roncadin Spa - risultano di solito un po’ più spesse rispetto a quelle fatte a mano, in quanto il processo industriale abituale prevede che la pasta passi tra due rulli e, in questo modo, non si riesce a renderla molto sottile». Sesto, considerare il metodo di cottura: il forno a legna è sempre preferibile perché consente di tenere sotto controllo l’umidità dell’impasto e di renderlo più croccante. L’attenzione alla sicurezza dei materiali e delle attrezzature deve essere massima. Infine il settimo “segreto” riguarda il topping più amato, la mozzarella. Una buona produzione di pizza surgelata la aggiunge dopo la cottura, cosicché venga cotta una volta solamente, a casa di chi ha acquistato il prodotto, in modo che non diventi gommosa perdendo nel gusto.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pizza surgelata lievito qualita mozzarella made in Italy

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®