Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 10 agosto 2020 | aggiornato alle 11:01| 67145 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     PROFESSIONI     PIZZAIOLI

Anche in Ticino pensano a una pizza a regola d'arte. L'APiT stila il decalogo

Anche in Ticino pensano a una pizza a regola d'arte. L'APiT stila il decalogo
Anche in Ticino pensano a una pizza a regola d'arte. L'APiT stila il decalogo
Pubblicato il 01 settembre 2008 | 00:00

Anche in Ticino la pizza sta diventando sinonimo di eccellenza e la categoria è impegnata sempre più nella promozione di un prodotto di qualità. Ne è un esempio il decalogo per la buona pizza stilato dall'associazione pizzaioli Ticino APiT, che contiene i giusti consigli e gli errori de evitare nell'impasto, nella  cottura e nella scelta degli ingredienti. Il presidente Giovanni Zinna (nella foto), docente ai corsi per il diploma cantonale di pizzaiolo, ne illustra i capisaldi.

1) Mettere molta cura negli ingredienti
Quelli di base sono acqua, lievito fresco, farina di grano tenero o miscela di farine di qualità, sale da cucina o marino, olio extra vergine d'oliva. L'acqua potabile, ricca di sali minerali e moderatamente dura; un'acqua dolce (gradi francese 1-7) può influenzare l'impasto e renderlo molto appiccicoso con il risultato di rendere più difficile la lavorazione e la formazione del glutine e di ostacolare la lievitazione. Il lievito deve essere fresco, poiché assicura una miglior attività fermentativa. La farina più adatta è quella di grano tenero, ideale per la panificazione; se è ricca di glutine conferisce più struttura all'impasto. Eventualmente si può miscelare questa farina con quelle di grano duro, segale, mais, soia ecc. in modo da personalizzare l'impasto. Importate è anche il sale, altera dare sapore, bilancia l'attività fermentativa del lievito e rinforza il glutine. L'olio di oliva rende la pasta vellutata e morbida, migliora il sapore e contribuisce a far espellere l'umidità più lentamente.

 2) Impasto eseguito con criteri semplici ma professionalità
Occorre seguire in modo scrupoloso la ricetta e aggiungere gli ingredienti nel giusto ordine. Acqua, lievito, farina, sale e per ultimo l'olio d'oliva. Da ribadire anche l'importanza di miscelare nel modo giusto i vari tipi di farina, in modo da raggiungere il grado di morbidezza voluto. In questo caso ci si regola secondo esperienza e conoscenza delle farine.

3) Impasti maturati dalle 24 alle 72 ore per garantire la giusta digeribilità
L'impasto deve lievitare e quindi maturare un certo numero di ore secondo le farine impiegate. Farina debole da 2 a 6 ore, farina media da 6 a 12, farine forti da 12 a 24, speciali oltre 24 ore.

4) La pizza deve essere ben cotta in tutte le parti, possibilmente nel forno a legna

5) Attenzione a non bruciare la pizza, soprattutto nella parte inferiore e ai bordi

6) La pizza non deve essere nè troppo secca né troppo umida e soprattutto soffice

7) La pizza deve avere un aspetto piacevole e di forma tondeggiante con un po' di bordo
La cottura dipende da diversi fattori: tipo e temperatura del forno, umidità della pasta, spessore della pizza da cuocere. Fin troppo ovvio che una pizza sottile e con l'impasto asciutto cuocia prima di una spessa o con un tasso di umidità maggiore.

8) Deve esserci un giusto equilibrio fra gli aromi e i sapori

9) Far risaltare le materie prime di ottima qualità e ben selezionate
Prediligere ingredienti di qualità, di stagione e freschi. Tenendo presente che gli ingredienti possono apportare umidità, così come gli abbinamenti, evitare azzardi e mode discutibili. Preparare in anticipo gli ingredienti e condirli bene prima di metterli sulla pizza.

10) La pizza va servita e mangiata ben calda
Il buongustaio l'apprezza quasi fiammeggiante e l'alta temperatura esalta le proprietà olfattive e gustative. Non riscaldarla nel microonde perché diventa gommosa, ma nel forno a 250 gradi.


FESTIVAL DEI PIZZAIOLI A LOCARNO, MAGGIO 2008
Nell'ambito delle iniziative Lungomare, 22 concorrenti dal Cantone, si sono sfidati lo scorso maggio nella realizzazione di pizze eccellenti. A dirigere i lavori l'Associazione Svizzera Pizzaioli, con il patrocinio di Lactalis Galbani Svizzera con Mozzarella Santa Lucia, GastroTicino e www.ristoranti.ch. Giuria presieduta da Nereo Cambrosio, Massimo Lotartaro, Paolo Grammatica, Giacomo Newlin, Katrin Kanalga. Organizzazione Giovanni Zinna (presidente APit) e segretaria Valentina de Sena Cena con concerto del Gruppo Nino de Tata Band. A salire sul podio:
1° Emanuel Paganelli Ristorante Al Torchio di Cavergno
2° Rosario Laino Ristorante Casinò di Locarno
3° Marco Mega Ristorante Stella di Mendrisio.
Il campionato ticinese di categoria si terrà agli inizi del 2009.

 

Claudio Riolo

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®