Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 10 dicembre 2019 | aggiornato alle 18:15| 62494 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     BIRRA     LIBRI

Anche l'Adid si schiera contro la grappa "fai da te"

Anche l'Adid si schiera contro la grappa
Anche l'Adid si schiera contro la grappa "fai da te"
Pubblicato il 27 ottobre 2008 | 15:47

Dopo le perplessità espresse dall'Anag, Associazione nazionale assaggiatori grapp, e la presa di posizione nettamente contraria del presidente dell'Istituto nazionale grappa, Cesare Mazzetti, in merito al disegno di legge della Lega Nord di rendere "legale" la produzione casalinga di grappa, riportiamo il parere di Antenore Toscani, presidente di Adid, Associazone degustatori italiani grappa e distillati.

«
La proposta di alcuni Senatori circa la liberalizzazione della produzione di grappa, sia pure con il limite di 30 litri, lascia molto ma molto perplessi.
Dopo che le distillerie hanno investito in impianti e uomini per valorizzare un prodotto espressione pura dell'Italianità e renderlo nobile come i più blasonati, si rischia di farlo ritornare nell'anonimato dei prodotti da evitare pena gravi rischi per la salute.Alla faccia di tutti gli sforzi fin qui fatti da tutti attorno alla qualità, alla tipicità, alla divulgazione del nostro messaggio del bere intelligente. Si perché il consumatore che degusterà un prodotto approssimativo, dopo qualche delusione, sarà portato a considerare la grappa un prodotto cattivo e tornerà a preferire i distillati esteri proprio come
avveniva qualche decennio fa.
Chi controllerà poi il rispetto dei 30 litri, gli alambicchi improvvisati fatti con bidoni del latte o pentole a pressione, e le relative norme igienico-sanitarie con conseguenti rischi per la salute dei consumatori? Come faranno i neofiti della distillazione a tenere sotto controllo il micidiale alcool metilico? Molto meglio snellire l'attuale burocrazia che impone oneri assurdi alle distillerie e favorire una legislazione chiara che tuteli sempre più i consumatori. Il ritorno al passato, seppure in veste ufficiale, può essere bello per altre cose ma mai quando riguarda l'alimentazione e la salute.
A nome dell'Adid (Associazione degustatori italiani distillati) esprimo tutta la mia contrarietà a questa proposta che vanificherebbe tutto ciò che i nostri docenti insegnano a chi frequenta i nostri corsi relativamente a qualità,tipicità e moderazione nell'assunzione delle bevande alcoliche.
»

Antenore Toscani
Presidente Adid

Articoli correlati:
Distillazione grappa "fai da te": no grazie per Anag e produttori
Grappa 'fai da te”: ma perché i politici non frequentano i corsi dell'Anag?

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).