Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 27 settembre 2022 | aggiornato alle 05:57| 88111 articoli in archivio

La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

Situato su quel lembo di terra che divide il lago di Fogliano dal mare, il Fogliano Hotel rinasce grazie a Gianluca e Roberta Boldreghini. Tre i ristoranti: il bistrot interno, quello sulla spiaggia e Il Vistamare

di Jerry Bortolan
 
16 giugno 2022 | 15:23

La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

Situato su quel lembo di terra che divide il lago di Fogliano dal mare, il Fogliano Hotel rinasce grazie a Gianluca e Roberta Boldreghini. Tre i ristoranti: il bistrot interno, quello sulla spiaggia e Il Vistamare

di Jerry Bortolan
16 giugno 2022 | 15:23
 

Per più di 30 anni, mentre da Roma raggiungevo San Felice Circeo (Lt) - dove avevo una casa sul mare a Punta Rossa - non mi sono mai fermato al lido di Latina, vuoi un po’ per snobismo, vuoi perché era voce comune ritenere che la zona fosse priva di interesse. Forse, e dico forse, allora sarà stato anche così, ma il tempo passa e modifica quasi tutto e, molte volte, la mano dell’uomo cambia i posti anche in meglio o almeno ci prova. Ed è quello che è successo al Lido di Latina, un angolo scarsamente considerato ma incastonato all’interno del Parco nazionale del Circeo tra il lago di Fogliano e il mare, che ora vive un’altra atmosfera e vitalità ed è diventato un luogo che ti assale per la sua incantevole e preziosa location grazie al superbo hotel Il Fogliano, frutto del sogno e dell’intraprendenza di una straordinaria coppia di giovani e super attivi imprenditori di Latina, Gianluca e Roberta Boldreghin, che operano nel settore dell’enogastronomia e turismo. «Per me e mia moglie Roberta - mi raccontano - compagna di ogni avventura di vita e di lavoro, è stato amore a prima vista e appena siamo entrati nell’hotel, abbiamo capito che era un luogo unico e nel quale avremmo potuto dare vita al nostro sogno di accoglienza e ristorazione. Così, abbiamo cominciato un lungo cammino, che ha come obiettivo l’eccellenza».

La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina


Eccellente recupero

È così che la “zucca si trasforma in una bella carrozza”: il Fogliano era un vecchio e malandato hotel, costruito all’inizio della bella e larga spiaggia che arriva fino a Torre Paola alla base del promontorio del Circeo, torre che fu costruita nel 1563 da Papa Pio IV a difesa dalle continue incursioni dei pirati saraceni. Dopo averlo acquistato, i coniugi hanno dato vita a un grande progetto di restyling e riorganizzazione trasformandolo in un superbo Hotel New Life.

La terrazza della suite dell'hotel La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

La terrazza della suite dell'hotel


Gourmet e sulla spiaggia

La struttura ricettiva è quella raffinata di un “boutique hotel”: 19 camere di cui due suite con Jacuzzi sulla terrazza con vista mare, uno stabilimento balneare con 252 ombrelloni e 119 cabine, due rooftop con lounge bar e il “Jungle”, ristorante sulla spiaggia aperto a pranzo e a cena in grado di offrire un servizio calibrato, elegante e veloce guidato dello chef Filippo Cassan.

Jerry Bortolan a Il Folignano La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

Jerry Bortolan a Il Folignano


Questo all’esterno nella stagione estiva. Per tutto l’anno, all’interno è stato realizzato un preziosissimo ristorante gourmet, chiamato Il Vistamare, delimitato per tre quarti da alte pareti trasparenti che, come in una boule di cristallo, anche d’inverno ti fanno sentire di essere dentro il mare con il profilo del Circeo sullo sfondo. In questa stagione, poi, attraverso lo specchio d’acqua azzurra si può godere lo spettacolo delle evoluzioni sulle onde che le decine di Kitesurf fanno con le loro vele colorate. E sì, è stato un totale rinnovamento culturale e ambientale quello creato sul litorale laziale dove è già diventato una meta top.


“Liberi” al bistrot per gustare il pesce

E allora raccontiamo quello che troverete una volta entrati al Fogliano. Spazi, terrazze sul mare e, finalmente, un vero punto di riferimento gastronomico: una cosa che è sempre mancata in tutte le località turistiche vicine, con un’ampia scelta tra un bistrot décontracté e il ristorante Vistamare. Il bistrot è perfetto per sentirsi liberi, dove andare vestiti in modo informale, ma propone una cucina del gusto e passione per chi ama il pescato, per cui il semplice fritto di pesce diventa “gourmet” per l’equilibrio della cottura e la pulizia dell’olio fritto che non lascia odori e residui grassi in bocca. Se poi volete fare bingo e urlare un wow mentre siete seduti ad un tavolo all’esterno al sole, accarezzati dal vento profumato di iodio, ordinate il tagliolino al King Crab (granchio gigante) che con la sua dolce polpa creerà una salsa molto intensa di sapore elegante, non aggressiva, abbinato a un bicchiere di Riesling della Mosella: inciderete un ricordo nella memoria del gusto.


La cucina di Giovanni D’Ecclesiis

Per stupire i fini palati dei gourmet ci pensa l’estro e la tecnica dello chef Giovanni D’Ecclesiis, al Vistamare, con una sequenza di piatti comprensibili e allo stesso tempo esaltanti per il gioco di alta e precisa tecnica che spazia tra gli alimenti con temperature caldo-freddo, stimolando il palato ad una versatilità, come con la classica Tiella pugliese riso, patate e cozze nei bottoni di riso, cozze del lago di Paola e spuma di patate arrosto.

Giovanni D'Ecclesiis La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

Giovanni D'Ecclesiis

La stagionalità e freschezza è espressa in un piatto apparentemente semplice, la Spigola al verde e beurre blanc all’aneto, dove l’acidità e la apparente grassezza di un morbido beurre blanc infonde carattere alle delicate carni del pesce. Così come la gustosissima “Panzanella di dentice”: le tenere carni del pesce offrono quella consistenza morbida che nella ricetta originale è data dal pane bagnato, mentre il sapore è perfettamente riprodotto attraverso un gel di cipolla rossa e un coulis di pomodoro.


Insomma, la cucina di D’Ecclesiis è senz’altro una cucina raffinata e allo stesso tempo è un trait d’union tra tradizione e abbinamenti divertenti che giocano con il commensale illudendolo visivamente per poi rasserenarlo con i sapori. La voce del sud si fa sentire in tutti i suoi piatti. La lunga formazione dello chef ha origine in un laboratorio di pasticceria e, infatti, a chiudere i suoi menu propone un’offerta di dolci accattivanti non solo per il sapore ma anche per l’impatto estetico di importanza fondamentale: come l’insolito Blu Lagoon, un dolce che è la riproduzione dell’omonimo cocktail, con aspic di vodka, mousse di limone e blu curacao.


Alla direzione Giammarco Laghi

Ma senza le competenze di chi deve coordinare, supervisionare il lavoro e l’organizzazione della struttura non si decolla e Il Fogliano le ha trovate in un esperto di lungo corso: il direttore food&beverage Giammarco Laghi è un manager di rara simpatia ed eleganza che, grazie al suo fisico, si può anche permettere di indossare abiti old fashion che ricordano i dandy inglesi alle corse di Ascot, ma che vanta un ricco background lavorativo sia nazionale che internazionale. In particolare, la sua esperienza maturata all’estero è stata una continua crescita nell’attività di management e al Fogliano ha messo a punto un servizio altamente professionale e impeccabile con il personale nelle varie categorie.

Giammarco Laghi, Gianluca Boldreghini, Roberta Boldreghini La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

Giammarco Laghi, Gianluca Boldreghini, Roberta Boldreghini

Il direttore a pranzo La nuova vita de Il Fogliano Hotel a Latina

Il direttore Giammarco Laghi a pranzo con Gianluca Boldreghini


Insomma, il clima di efficienza, relax e vacanza che si respira dentro l’area del Fogliano vale sicuramente una interessante deviazione.


Il Fogliano Hotel NewLife
Piazzale G. Loffredo - 04100 Latina
Tel 0773 273418

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Hotel - Fiera Bolzano 2022