Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 05 dicembre 2022  | aggiornato alle 22:38 | 90029 articoli in archivio

Al Gallo di Pordenone, un’antica osteria che sa di mare

La cucina di questa osteria, datata 1850, principalmente di mare propone un menu capace di abbinare le novità e le rivisitazioni. Ai fornelli Andrea Spina e la moglie Diletta Pitton. In cantina i vini del Collio

 
25 settembre 2022 | 10:30

Al Gallo di Pordenone, un’antica osteria che sa di mare

La cucina di questa osteria, datata 1850, principalmente di mare propone un menu capace di abbinare le novità e le rivisitazioni. Ai fornelli Andrea Spina e la moglie Diletta Pitton. In cantina i vini del Collio

25 settembre 2022 | 10:30
 

Nel 1850 era la prima osteria di Pordenone. La si trova superato il ponte sul Noncello, entrando in città: la sua posizione è unica, fra il Duomo e il Municipio, accanto allo studio che fu de “Il Pordenone”, affrescato dallo stesso artista. Ad accogliere gli ospiti Andrea Spina (socio di Euro-Toques Italia), Diletta Pitton e Roberto per condurli in un percorso che sa di mare.


Tra antico e moderno

La storicità dell’edificio incontra con una piacevole e inaspettata sorpresa la modernità dei suoi interni, in un ambiente luminoso tra minimalismo e cura del dettaglio che farà vivere un’esperienza indimenticabile a ogni ospite.


Pesce, re della tavola

La cucina principalmente di mare propone un menu capace di abbinare le novità e le rivisitazioni. La genuinità, le stagioni e la naturalità ispirano la preparazione delle pietanze, dagli antipasti, ai primi di pasta fatta in casa, ai secondi e per finire con i dessert preparati con passione nella cucina del ristorante.


Andrea Spina costruisce il piatto cercando di esaltare l’ingrediente di base - il pesce - che manipola il meno possibile e attorno al quale definisce la ricetta. Ma Spina sa mescolare con garbo e buon gusto il pesce dell’Alto Adriatico con prodotti della Pedemontana pordenonese in un sapiente gioco di colori-profumi-sapori. Con la moglie Diletta è cuoco al Gallo dal 2009: ne hanno fatto uno dei punti di riferimento della ristorazione cittadina.


Tra i piatti da non perdere Granchio blu nuotatore, avocado e spuma di cetriolo; Carpaccio di tonnetto rosso dell’Adriatico con salsa ponzu; Scampetti della Sicilia spadellati aglio, olio, peperoncino. E per chi non mangia il pesce? Da provare Frico delle Latterie di Pradis e polenta; Tagliolini al ragù di coniglio e porcini o Costine di agnello alla plancia, patate al rosmarino.


In cantina il Collio protagonista

L’ispirazione della cantina nasce dalla provenienza di Diletta: il Collio. Una selezione di vini che vanno dal Collio friulano e sloveno fino al sud Italia alla scoperta dei piccoli e grandi produttori senza tralasciare alcune cantine estere. Abbinamenti ideali per la cucina a base di pesce.

Al Gallo di Pordenone, un’antica osteria che sa di mare


La nascita di un cuoco

Il percorso professionale di Andrea Spina prende il via al termine del primo anno scolastico: durante la stagione estiva è commis di cucina in un albergo di Jesolo (Ve). Un impegno di formazione costante che prosegue fino al termine degli studi effettuati all’istituto alberghiero Bonaldo Stringher di Udine.

Al Gallo di Pordenone, un’antica osteria che sa di mare

Andrea Spina, Diletta Pitton e Roberto


Due le esperienze all’estero, una in California a Fresno e una in Australia a Melbourne. Approfondimenti che lo formano ulteriormente e sviluppano l’attitudine a elaborare una cucina internazionale e fusion. Andrea Spina propone una cucina di pesce, vocazione che ha affinato a Grado (Go), isola celebre per la gastronomia marinara.


Al Gallo
Via San Marco 10 - 33170 Pordenone
Tel 0434 521610

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Webinar Algida

Molino Braga