Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 09 agosto 2022 | aggiornato alle 14:59 | 86819 articoli in archivio

Charleston, ristorazione di classe a Palermo

Lo storico locale di Palermo riapre dopo il lungo e duro periodo della pandemia. Ai fornelli il giovanissimo Gaetano Verde, il quale però gode di una lunga esperienza in cucine di tutto il mondo

di Gianni Paternò
 
03 luglio 2022 | 11:30

Charleston, ristorazione di classe a Palermo

Lo storico locale di Palermo riapre dopo il lungo e duro periodo della pandemia. Ai fornelli il giovanissimo Gaetano Verde, il quale però gode di una lunga esperienza in cucine di tutto il mondo

di Gianni Paternò
03 luglio 2022 | 11:30
 

Il Charleston, da oltre 55 anni rappresenta la storia della ristorazione di classe a Palermo, fu il primo ristorante con un locale di gran classe, con camerieri in frac e guanti bianchi, con la cottura alla lampada, è stato frequentato dai più famosi personaggi: intellettuali, artisti, reali, nobili, industriali, politici, nonché ad ottenere nel 1974 le 2 stelle Michelin, anche se poi perse. 

La famiglia Glorioso, oggi Mariella con la sua famiglia, lo ha sempre gestito cercando di farne il punto di riferimento nella ristorazione della capitale sicula, a cominciare dalla location che non è da semplice locale bensì una grande, sontuosa, villa a Mondello, la bella spiaggia del capoluogo, con i suoi arredi antichi e di design, i salotti, il piano a coda, le librerie, una ampia veranda elegante, un curato giardino dove godere le frescure estive.

Il dehor Rivoluzione al Charleston

Il dehor

In cucina il giovanissimo Gaetano Verde

La pandemia e una ristrutturazione lo hanno tenuto chiuso per parecchi mesi e finalmente da aprile ha riaperto le sue porte a cena. Un rinnovamento che investe molto del personale a cominciare dal nuovo, giovanissimo, chef: il palermitano Gaetano Verde, classe 1995.

Algida Dolce Vita

Gaetano decide giovanissimo di seguire la sua passione per la cucina. Lascia la sua città convinto che solo attraverso il "viaggio" ed il confronto che da esso ne deriva si possa crescere in competenza e professionalità. Approda così a Taverna Estia, 2 stelle Michelin, per trasferirsi successivamente al Lebury a Londra ed ancora a Parigi dove ha l'opportunità di lavorare con maestri quali Robuchon e Pacaud. Ad arricchire la sua esperienza si aggiunge il lavoro svolto presso il Ritz.
Gli anni parigini rappresentano l’esperienza più formativa, dove la ricerca della perfezione tecnica e una sostanziale attenzione verso le materie prime diventano due tasselli fondamentali del suo percorso in cucina. 

Cucina giovane, ma d'esperienza

Tornato nella sua Palermo, assume ora il ruolo di executive chef del ristorante Charleston, sposando il progetto ambizioso di una vera e propria istituzione della ristorazione. La sua è una cucina giovane, attenta allo studio della materia prima che si concretizza nella ricerca di allevatori, pescatori, agricoltori, casari che hanno fatto della qualità il loro punto di forza; un percorso dove tecnica e conoscenza interagiscono, mirando ad offrire un'esperienza di gusto, frutto della simbiosi fra arte e artigianato. Grazie a una materia prima perfetta, ai sapori, ai colori e ai ricordi della Sicilia e, infine, alla grande padronanza tecnica, nascono anche abbinamenti inconsueti.

Una cucina “istintuale”, come la definisce lo chef, dove rigore e tecnica acquisiti in Francia sono le basi imprescindibili per potersi divertire e lasciar spazio all’improvvisazione in cucina. Piatti dai sapori netti, in cui non c’è spazio per la confusione, ma la cui lettura sia immediata a chi li assaggia, dove la materia si riconosce in sé. Una cucina felice, in cui si riflette l’armonia di una squadra, composta da giovani talenti, che si diverte, ma con rigore. Degna di nota la pasticcera francese Mathilde Bonnehon, anch’essa giovanissima, che causa carenza di personale ormai si è adattata a fare anche la sous chef.

Della nostra cena non descriviamo la degustazione, vi facciamo immaginare, ricavandoli dalle foto, i gusti e i profumi delle pietanze anche perchè cambiano continuamente.

 

Ristorante Charleston
viale Principe di Scalea 39 - 90149 Palermo
Tel 091 450171

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali