Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 07 ottobre 2022 | aggiornato alle 10:35| 88440 articoli in archivio

Tra laghi e montagne: alla scoperta del Garda trentino

Il Garda Trentino è il riferimento per chi predilige uno stile di vita attivo, ama il cibo sano e i sapori genuini, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli e trova nella pace della natura il proprio relax

 
12 aprile 2022 | 09:30

Tra laghi e montagne: alla scoperta del Garda trentino

Il Garda Trentino è il riferimento per chi predilige uno stile di vita attivo, ama il cibo sano e i sapori genuini, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli e trova nella pace della natura il proprio relax

12 aprile 2022 | 09:30
 

Non un solo volto, ma mille sfaccettature: laghi, montagne, boschi, borghi, storia, arte e molto altro si possono trovare nel Garda Trentino, un territorio che si estende a nord del Lago di Garda arrivando a toccare le Dolomiti. Tanto sport all’aria aperta praticabile tutto l’anno grazie al clima mite, eccellenze enogastronomiche da degustare, antiche storie da scoprire e luoghi dove rigenerare corpo e mente, il Garda Trentino è il riferimento per chi predilige uno stile di vita attivo, ama il cibo sano e i sapori genuini, è sempre alla ricerca di nuovi stimoli e trova nella pace della natura il proprio relax.

Riva Del Garda, Cima Capi Via Ferrata. Foto: APT Garda Dolomiti SpA Tra laghi e montagne: alla scoperta del Grada trentino

Riva Del Garda, Cima Capi Via Ferrata. Foto: APT Garda Dolomiti SpA


Tra laghi e montagne

Il Garda Trentino comprende i territori di Riva del Garda, Arco, Nago-Torbole, Tenno, Dro-Drena, la Valle di Ledro, Comano e la Valle dei Laghi. Località uniche, tanto che molti nomi illustri, tra cui Goethe, i fratelli Mann e Dürer, per citarne alcuni, ne hanno decantato la bellezza che ancora oggi cattura gli occhi e il cuore di ogni visitatore.


Riva del Garda, la perla del Lago di Garda

La sua storia risale all’epoca romana; una terra di confine che per la sua posizione strategica è stata da sempre contesa dai territori vicini, fino a divenire ufficialmente una cittadina italiana dal 1918. Riva del Garda è il punto di congiunzione tra le acque blu del lago di Garda e le Dolomiti di Brenta: il paesaggio è unico, perché unisce quello tipicamente mediterraneo, fatto di ulivi, oleandri, palme con quello alpino delle montagne vicine. Panorami mozzafiato e un centro storico tutto da scoprire, a cominciare dalla Rocca, una fortezza medievale oggi sede del Mag - Museo Alto Garda - bagnata dalle acque del lago, o dal Bastione che sovrasta la città, raggiungibile con un ascensore panoramico che sale sulla montagna.


Riva del Garda è una cittadina che sprizza di energia, dove poter passare dalla passeggiata o pedalata rilassante lungo le piste ciclabili - consigliato il sentiero panoramico a picco sul lago la Ponale, uno dei più famosi d’Europa - ai percorsi montani più avventurosi dedicati agli amanti del trekking e della bike; dal relax in spiaggia agli adrenalinici sport d’acqua praticabili sul lago, come la vela, che qui gode di un’antica tradizione; dallo shopping in centro alle visite culturali al Mag, fino alle tantissime degustazioni di prodotti tipici che questo territorio offre, come l’olio extra vergine d’oliva del Garda Trentino Dop, il pesce di lago Igp, la carne salada - un unicum del territorio - i formaggi, i vini e gli spumanti trentini… e questo è solo un assaggio di quello che la “perla” del Lago di Garda ha da offrire.

Riva del Grada, Ponale. Foto: APT Garda Dolomiti SpA Tra laghi e montagne: alla scoperta del Grada trentino

Riva del Grada, Ponale. Foto: APT Garda Dolomiti SpA


Nago-Torbole, la terra dei venti

Due piccoli borghi, uno che si affaccia sul lago di Garda e uno a pochi km nell’entroterra, Torbole e Nago sono la meta perfetta per gli amanti della natura e della vacanza attiva. Pittoresco porticciolo di case variopinte, Torbole è famosa per essere la città del vento, dove fare windsurf, wing foil e sport acquatici in generale; ma basta girare lo sguardo verso l’entroterra per avere subito voglia di salire attraverso sentieri, fare gite in mountain bike, escursioni a piedi o arrampicate. Insieme, Torbole e Nago costituiscono un insieme di varietà e di eclettismo, di panorami mozzafiato e di natura incontaminata, che lasceranno sicuramente il segno. Non solo sport: Torbole è anche la patria di produzione dell’omonimo broccolo, presidio Slow Food.


Arco, arrampicata su roccia

Meta turistica degli Asburgo sin dall’Ottocento, Arco offre una vacanza totalizzante, grazie alle innumerevoli attività sportive praticabili nella zona. Infatti, non solo è riconosciuta oggi come la capitale dell’arrampicata sportiva, ma dà anche la possibilità di fare escursioni a piedi o in mountain bike; passeggiate lungo il fiume Sarca; itinerari montani; per poi terminare la giornata con un aperitivo o una cena nel centro storico. Qui, da Piazza III Novembre, è possibile perdersi tra l’intreccio delle strette vie, ammirare gli antichi palazzi e il vecchio casinò, salire per un sentiero di ulivi e cipressi fino al Castello - da cui godere di una magnifica vista - e ancora, passeggiare all’Arboreto, il parco arciducale realizzato nel 1872 per Alberto d’Asburgo, che ospita piante e fiori da tutto il mondo.

Sup a Riva del Garda Tra laghi e montagne: alla scoperta del Grada trentino

Sup a Riva del Garda


Tenno, la bellezza dei ritmi lenti

Da Riva del Garda, seguendo le pittoresche serpentine che risalgono il territorio, si giunge a Tenno, un borgo medievale adagiato su uno dei monti che racchiude il Lago di Garda, vicino al quale si trova l’omonimo lago dalle acque turchesi. Il territorio di Tenno è l’ideale per chi cerca una vacanza rigenerante nella tranquillità della natura: si trova, infatti, al centro della Riserva di Biosfera “Alpi Ledrensi & Judicaria”, una riserva naturale riconosciuta Patrimonio Mondiale dell’Unesco per la straordinaria biodiversità, la grande ricchezza storico-culturale e per l’equilibrio esemplare che si è creato tra uomo e natura nel corso dei secoli. Per gli amanti del turismo lento, non può di certo mancare una visita ad uno dei Borghi più Belli d’Italia, Canale di Tenno: un paesino di montagna da fiaba, dove respirare cultura, storia e antiche tradizioni in ogni angolo.


Dro-Drena, una camminata nella storia

Dal Ponte di Ceniga di Dro al Castello di Drena, queste due cittadine sono due tappe per gli amanti della storia e della natura! Dro è la patria delle susine Dop, mentre a Drena sono famosi i marroni provenienti dai castagneti millenari che crescono attorno al paese.
Da non perdere le “Marocche” - dal trentino maroc (pietra) - un’area naturale protetta costituita da distese di massi, formatisi da una serie di frane durante l’ultima era glaciale, dove ammirare anche le tracce di due diverse specie di dinosauri. Un vero “viaggio sulla Luna”.
Per gli amanti dello sport, oltre a escursioni a piedi o in bici, la via ferrata Rio Sallagoni al Castel Drena offre un avventuroso percorso.


Valle di Ledro, paradiso per tutta la famiglia

Relax, sport, divertimento, buona cucina e cultura: sono questi gli ingredienti che rendono la Valle di Ledro una meta per una vacanza indimenticabile. Situata a pochi km dal Lago di Garda, a sud delle Dolomiti di Brenta, la Valle di Ledro offre ogni tipo di attività: le acque limpide dell’omonimo lago sono ideali per praticare nuoto, sup, canoa, ma anche wakeboard e vela, o semplicemente per rilassarsi in spiaggia; la natura circostante è un paradiso per gli amanti del canyoning, delle escursioni, della mountain bike e del parapendio; piccoli borghi offrono la possibilità di addentrarsi nella cultura locale e nell’enogastronomia tradizionale e mitteleuropea. La cucina ledrense presenta, infatti, dei piatti unici derivanti dalla tradizione culinaria boema, tra cui gli emblematici gnocchi, entrati a far parte della cucina locale durante l'esodo della popolazione in Boemia nella Prima Guerra Mondiale.


Nella Valle di Ledro si trovano anche luoghi di interesse speciale, come il sito archeologico delle Palafitte del Lago di Ledro, entrato a far parte della lista dei siti tutelati dall’Unesco, e la Riserva di Biosfera Unesco “Alpi Ledrensi & Judicaria”.


Comano, alla fonte dell’essere

Un viaggio tra culture, tradizioni montane e natura incontaminata. La Valle di Comano è il luogo dove distendere i sensi e lasciarsi trasportare in una vacanza autentica circondati dal paesaggio rurale: in poco tempo si passa dalle cime delle Dolomiti di Brenta ai paesini appartenenti ai Borghi più Belli d’Italia, come Rango, un piccolo centro dall’anima contadina rimasto come immobile nel tempo; si può passeggiare tra cascate, visitare castelli e degustare la ricca proposta gastronomica a km0. Un territorio unico che lo porta ad essere, insieme a Stenico, Bleggio Superiore e Fiavè, parte della Riserva di Biosfera Unesco "Alpi Ledrensi & Judicaria".


Comano è famosa per le sue terme, la cui acqua - che sgorga ad una temperatura costante di 27°C - è ricca di fluoro e di molteplici proprietà curative. Ma c’è molto di più: è un territorio ideale per gli amanti della vacanza attiva, in quanto offre numerosi sentieri per fare hiking e bike, come il Kilometrozero Unesco Bike Tour, che permette la scoperta della ricca cultura culinaria del luogo tra prodotti tipici, tra cui la Patata del Lomaso e la Noce del Bleggio, presìdio Slow Food; la possibilità di cimentarsi nella pesca sportiva o di percorrere i suggestivi percorsi di trail running, tra salite e discese emozionanti.

 

Lago di Cavedine. Foto: APT Garda Dolomiti SpA Tra laghi e montagne: alla scoperta del Grada trentino

Lago di Cavedine. Foto: APT Garda Dolomiti SpA


Valle dei laghi, specchi d’acqua e tradizioni antiche

A nord del paese di Sarche, tra il Lago di Garda e Trento si trova una valle con piccoli borghi e più di sette laghi alpini: il lago di Terlago, i Laghi di Lamar, i laghi di Cavedine e il Lago di Toblino sono i laghi più noti, a cui si aggiungono piccoli laghetti come il Lago di Lagolo, vere oasi immerse nella natura che invogliano a piacevoli escursioni.


La Valle dei Laghi è un territorio affascinante composto da piccoli borghi e insediamenti rurali inseriti nel panorama naturale di frutteti e vigneti: un luogo tutto da scoprire, a piedi o in bicicletta, lungo la pista ciclabile dedicata. Gli Instagram addicted dovranno sicuramente prevedere una visita al Castello di Toblino, una suggestiva rocca cinquecentesca costruita su un piccolo braccio di terra che si estende nel lago.


Ma anche gli amanti della buona tavola apprezzeranno sicuramente questa località, famosa per le sue varietà di grappa ma soprattutto per la produzione del Vino Santo Trentino Doc, un vino passito tipico della zona, dalle incredibili note fruttate. Da non perdere il DiVinNosiola, un evento che si tiene ogni anno ad aprile, in occasione del tradizionale rito della spremitura delle uve passite di Nosiola, e la Notte degli Alambicchi Accesi, a dicembre, uno spettacolo itinerante dedicato all'arte della distillazione artigianale della grappa trentina, nell'antico borgo di Santa Massenza.


Avventure a cielo aperto

Terra e cielo, acqua e roccia: il Garda Trentino è la meta per chiunque desideri una vacanza attiva. Impossibile resistere ai richiami della natura di questo territorio, che offre la possibilità di intraprendere numerose attività, tutte in luoghi di incredibile bellezza: dall’offerta bike, con percorsi Mtb e Road, di diverse difficoltà, al climbing e alle vie ferrate; dagli sport acquatici sul Lago di Garda, come la vela, il windsurf, il wing foil, il sup ad altre attività come il wakeboard sul Lago di Ledro - in questa valle i torrenti sono perfetti anche per fare canyoning - e di Terlago; fino al trekking e al trail running.


Superano i 1000 km i sentieri percorribili per buona parte dell’anno, differenti per difficoltà e durata, comprensivi anche di itinerari tematici di interesse geologico e naturalistico, come le Marocche a Drena; storico-culturale, come i percorsi della Grande Guerra sul Lago di Garda; gastronomico, come i sentieri del gusto a Comano; panoramico, come la Ciclabile Valle dei Laghi, che unisce il Lago di Garda con quello di Terlago.

Garda Trentino pone un’attenzione estrema nel garantire, agli appassionati di sport e professionisti, la massima sicurezza. Proprio per questo, nel 2009 è stato istituito l’Outdoor Park Garda Trentino (Opgt), un progetto volto a preservare e valorizzare le infrastrutture sportive all'aria aperta.


In tutto il territorio sono inoltre presenti strutture Outdoor Friendly, dotate di servizi su misura per garantire agli amanti dello sport all’aria aperta un’ospitalità fondata sulla qualità e uniformità dei servizi: qui gli ospiti possono contare su materiale informativo sulle attività outdoor e sugli eventi nel territorio, carte escursionistiche e mtb, riviste specializzate, colazione a buffet, lunch box da asporto (su richiesta), lavanderia per abbigliamento tecnico, deposito per attrezzature sportive e attrezzi per la manutenzione e la riparazione.


La cucina, punto d’incontro tra montagna e lago

Si viaggia anche con il palato: il Garda Trentino è una meta di valore inestimabile per gli amanti della buona tavola. Il clima mediterraneo favorisce la coltivazione di prodotti unici, molti dei quali Dop, Deco e presidio Slow Food: l’Olio del Garda Trentino Dop, frutto di una lunga tradizione olivicola; la Carne Salada Deco; il pesce di lago, tra cui trote e salmerini Igp; il Broccolo di Torbole, presidio Slow Food; le Susine Dop di Dro e i marroni, come quelli di Drena; la patata del Lomaso; le noci del Bleggio, presidio Slow Food.


A questi si aggiungono le numerose varietà di ortaggi, molti dei quali coltivati secondo rigorosi criteri bio; mele, pere, fichi, frutti di bosco, kiwi, uva da tavola e tanti altri frutti, freschi o lavorati per preparare marmellate, succhi, sciroppi, salse e persino grappe; i saporiti formaggi stagionati e freschi tipici della Valle di Ledro; l’aceto balsamico trentino, realizzato dalla cottura del mosto delle uve locali; tanti vini, tra cui il Nosiola – simbolo d’eccellenza della Valle dei Laghi dalla cui uva si ricava il Vino Santo Trentino Doc, presidio Slow Food – e gli spumanti di montagna come il Trentodoc, eccellenza del metodo classico trentino; fino alle birre artigianali e alle numerose grappe e liquori aromatici.

Patria di grandi vini. Foto: APT Garda Dolomiti SpA Tra laghi e montagne: alla scoperta del Grada trentino

Patria di grandi vini. Foto: APT Garda Dolomiti SpA


Per promuovere e valorizzare la qualità dell’offerta culinaria della zona è stato istituito il progetto “Vacanze con Gusto”, attraverso cui aziende agricole, cantine, frantoi, caseifici, agriturismi, ristoranti e negozi aderenti si fanno promotori di un’economia sostenibile, basata sulla territorialità e sulla stagionalità, e propongono ai visitatori e ai consumatori prodotti di eccellenza, nel pieno rispetto della tradizione e dell’ambiente.


La bellezza della scoperta

Una vacanza è speciale quando lascia ricordi indelebili nella mente. Ed è ciò che il territorio del Garda Trentino sa offrire: dall’uscita in sup alla Cascata del Ponale, alla passeggiata nei luoghi più misteriosi di Riva del Garda; dall’aperitivo esclusivo in barca a vela a base di bollicine e pesce di lago, all’escursione al tramonto fino alla cima del Monte Stivo… ogni anno è possibile collezionare momenti speciali con le “Top Experience” del Garda Trentino, esperienze uniche che mostreranno le tante e sfaccettate possibilità di questo territorio.
Senza dimenticare l’enorme panorama culturale: basti pensare ai castelli che si trovano nella zona, tra cui il Castello di Arco, il Castello di Toblino, il Castello di Drena o il Castello di Stenico; ai Borghi più Belli d’Italia, come Canale di Tenno e Rango, ricchi di storia e di una magia unica, che trasporteranno il visitatore in un’atmosfera da fiaba, tra miti e leggende medievali.


Per gli amanti dell’arte, il Mag (Museo Alto Garda) offre numerose mostre temporanee e permanenti, ma vi sono anche musei a cielo aperto, come i percorsi di Land Art a Ledro e il Bosco Arte Stenico a Comano o il Museo delle Palafitte di Fiavè e il Museo delle Palafitte di Ledro, entrambi Patrimonio Unesco.


Da non perdere una gita alle centrali idroelettriche visitabili del territorio, tra cui la centrale di Fies, che oggi ospita un hub culturale; la centrale di Riva del Garda, progettata negli anni ’20 dall’architetto Giancarlo Maroni, l’artefice del Vittoriale degli Italiani; o la Centrale di Santa Massenza, l’impianto più potente del Trentino. Infine, il Museo del Caffè di Arco e il Museo Foletto di Ledro sono due tappe imperdibili per gli amanti della storia e delle tradizioni.

 

Il Grada è rinomato anche per il pregiato olio. Foto: APT Garda Dolomiti SpA Tra laghi e montagne: alla scoperta del Grada trentino

Il Grada è rinomato anche per il pregiato olio. Foto: APT Garda Dolomiti SpA


Riscoprire il proprio legame con la natura

Ogni tanto è bene fermarsi, respirare a pieni polmoni l’aria fresca, percepire i propri bisogni, ammirare ciò che ci circonda, riconnettersi con sé stessi e con la natura: il Garda Trentino è anche questo, panorami mozzafiato, boschi dove passeggiare in tranquillità, incantevoli borghi tutti da scoprire, in cui il tempo sembra essersi fermato.


Le numerose spiagge dei laghi del Garda Trentino - attrezzate o libere - sono perfette per riposare e prendere il sole nella bella stagione. Le acque cristalline del lago di Ledro o di Cavedine offrono inoltre la possibilità di fare piacevoli nuotate, giri in canoa o in sup.

Garda Trentino è dunque un territorio in cui staccare la spina dalla quotidianità e dedicarsi al proprio benessere psico-fisico, tra immersioni nella natura, degustazioni enogastronomiche e shopping nei centri storici, dove lasciarsi conquistare dal mood tipicamente italiano in perfetto equilibrio con l’ordine mitteleuropeo.


Curiosità

Climbing
  • 19 falesie presenti sul territorio.
  • Stefano Ghisolfi, il più forte climber italiano, è Ambassador Garda Trentino.
  • Ogni anno ad Arco si tiene il Rock Master, il Festival Internazionale di arrampicata sportiva, uno dei più antichi eventi dedicati al mondo verticale.
  • Gli atleti della Nazionale di Arrampicata Sportiva Italiana (Fasi) scelgono il Climbing Stadium di Arco come sede ufficiale per i propri allenamenti.

Water Sport
  • Il Garda Trentino ospita più di 10 specchi d’acqua.
  • Il campione olimpico di vela Ruggero Tita è Ambassador di Garda Trentino.
  • Il Lago di Ledro è il campo di regata più alto in Italia e secondo in Europa.
  • Oltre alla vela e al windsurf, il wing foil sta diventando uno sport di tendenza praticato sul Lago di Garda.
  • Il Lago di Ledro e il Lago di Terlago sono gli unici in Trentino dove praticare il wakeboard.

Bike
  • Oltre 2mila km di itinerari di Mtb praticabili tutto l’anno.
  • Il Garda Trentino ospita numerosi eventi dedicati alla bike: il Bike Festival che ogni anno accoglie più di 45mila visitatori, la Bike Transalp e la Tour Transalp, le due più grandi competizioni ciclistiche d’Europa.
  • Insieme a Max 2, azienda austriaca specializzata in sistemi di orientamento, è attivo un progetto di ritabellazione dei sentieri, per aiutare gli ospiti a fruire nel migliore dei modi del mondo dell’outdoor nel Garda Trentino.

Trekking
  • Il Garda Trentino offre più di mille km di sentieri percorribili per la maggior parte dell’anno: da percorsi più facili e di breve durata, fino ad escursioni più impegnative ma molto suggestive, come Garda Trek o Ledro Trek.
  • Nella primavera 2022 sarà inaugurato il percorso del Monte Corno.
  • Novità 2022, i Garda Rangers, una squadra di veri e propri “custodi” dell’Outdoor Park del Garda Trentino, dedite al controllo e alla manutenzione dell’intera rete escursionistica e degli itinerari del territorio.

Gusto
  • Peter Brunel ha ottenuto una stella dalla Guida Michelin 2021 per il suo ristorante “Peter Brunel
  • Ristorante Gourmet” di Linfano, ad Arco, suggellando ulteriormente la qualità della proposta enogastronomica della zona.
  • Il Garda Trentino è una terra ricca di prodotti certificati Dop, Deco. e Slow Food.
  • Il Garda Trentino è la zona di produzione tradizionale dell’olio di oliva più settentrionale al mondo.
  • Il Frantoio Agraria di Riva è il “Frantoio dell’Anno 2021” di Gambero Rosso.
  • A ottobre si tiene l’evento “Frantoi Aperti”, dove poter degustare questa eccellenza del territorio.

Esplorare
  • Il nuovissimo ascensore panoramico Bastione, realizzato interamente in vetro, che collega in solo due minuti il centro storico di Riva del Garda con il Bastione veneziano.
  • Canale di Tenno e Rango: due dei Borghi più belli d’Italia.
  • Dolomiti di Brenta, Palafitte di Fiavè, le Palafitte di Ledro e la Riserva di Biosfera “Alpi Ledrensi & Judicaria”, siti riconosciuti come Patrimonio Unesco.


Per maggiori informazioni: gardatrentino.it

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Hotel - Fiera Bolzano 2022
Algida