Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 13 agosto 2022 | aggiornato alle 17:11 | 86944 articoli in archivio

Coronavirus, Università chiuse Borrelli: Finita l'emergenza a Lodi

A fine giornata il totale dei contagiati è di 821 contagiati e 21 vittime in Italia. L'emergenza di Lodi annunciata nel pomeriggio da Fontana è rientrata: a dirlo è il commissario Borelli. La Lombardia chiude le università fino al 7 marzo.

 
28 febbraio 2020 | 09:45

Coronavirus, Università chiuse Borrelli: Finita l'emergenza a Lodi

A fine giornata il totale dei contagiati è di 821 contagiati e 21 vittime in Italia. L'emergenza di Lodi annunciata nel pomeriggio da Fontana è rientrata: a dirlo è il commissario Borelli. La Lombardia chiude le università fino al 7 marzo.

28 febbraio 2020 | 09:45
 

Ore 18.30 - Borrelli: rientrata criticità a Lodi
«La situazione a Lodi è rientrata nella normalità». Lo ha detto il commissario all'emergenza coronavirus, Angelo Borrelli, spiegando che «ieri sera dopo le 19 al Comitato operativo era arrivata segnalazione che più di 100 persone erano in coda per essere visitate. La sanità regionale ha disposto il potenziamento del presidio di pronto soccorso e la criticità è rientrata».

18.15 - Borrelli: 21 morti, 821 contagiati in Italia
Sono 821 i contagiati in Italia per il Coronavirus. Il nuovo dato e' stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla Protezione Civile. Il numero tiene conto anche delle 21 vittime - 4 in piu' di ieri - e dei pazienti guariti.

Coronavirus in Italia, i contagi e le vittime - Coronavirus, aggiornamenti live Borrelli: Finita l'emergenza a Lodi

Coronavirus in Italia, i contagi e le vittime

18.12 - Università Lombardia, chiuse fino al 7 marzo
Le Universita' della Lombardia "ritengono che siano ancora attuali le ragioni che hanno condotto a sospendere le attivita' didattiche nella settimana iniziata con lunedi' 24 febbraio. Pertanto le attivita' formative in presenza sono sospese fino a sabato 7 marzo". Lo rende noto la Conferenza dei rettori delle Universita' Lombarde. "Al fine di contenere gli effetti negativi di questa emergenza, tutte le Universita' della Lombardia si sono nel frattempo attivate per offrire agli studenti forme di didattica a distanza, secondo modalita' proprie di ogni singolo Ateneo. Le informazioni di dettaglio sono disponibili sui siti dei singoli Atenei e vengono comunicate e aggiornate in modo dettagliato a tutte le comunita' accademiche. Ogni Ateneo lombardo sta lavorando all'analisi dei diversi scenari possibili e all'individuazione delle opportune soluzioni da adottare sia nel breve sia nel medio/lungo periodo, in particolare sul fronte dell'organizzazione della didattica". La prospettiva e' che tutte le attivita' possano riprendere lunedi' 9 marzo.

18.09 - Riapertura scuole? Aggiorniamo a domani
"Ci sarà un aggiornamento fino a domani, il comitato tecnico lavora fino all'ultimo. Per quanto riguarda il dpcm sarà emesso domani". Così il premier Conte alla domanda se le scuole riapriranno nelle zone colpite dal coronavirus

Ore 15.40: Martedì 3 marzo riaprono le scuole a Palermo

Ore 15.28: Asti, 3 ricoverati e 4 in quarantena a casa
Sono due anziane donne di Portacomaro d'Asti e un pensionato di Asti i tre ricoverati nel reparto Malattie Infettive dell'ospedale Cardinal Massaia e positivi al primo test sul Coronavirus. La conferma arriva dal commissario dell'Asl di Asti, Giovanni Messori Ioli. «Ci sono anche altri quattro casi sospetti di astigiani in quarantena con permanenza fiduciaria nella loro casa», ha aggiunto. Le condizione di salute di tutti e 7 sono buone.

Ore 15:17 - Allerta virus, Alitalia chiede cassa integrazione

Ore 15.08 - In Spagna confermati 32 casi di contagio
Sono 32 i casi di contagio da coronavirus confermati in Spagna. Di questi, otto nella regione di Valencia, la più colpita, sei nelle isole Canarie e sei in Andalusia. Nella capitale Madrid sono, invece, cinque i casi riscontrati.

Ore 15.07 - Libano vieta l'ingresso ad arrivi da Italia e 3 Paesi
Il Libano vieta l'ingresso nel Paese a tutti i passeggeri di voli provenienti dall'Italia a meno che non siano cittadini libanesi o stranieri che abbiano un permesso di residenza nel paese.

Ore 15:04 - Primo caso in Messico, era tornato dal nord Italia
Il ministero della Sanità messicano ha confermato oggi il primo caso di coronavirus nel Paese. Si tratta di un uomo di 34 anni rientrato dal nord Italia qualche giorno fa e che è ricoverato nell'Istituto nazionale delle malattie respiratorie di Città del Messico.

Ore 14.51 - Sindaco Lodi: da noi nessun contagiato
«A Lodi non ci risultano persone contagiate dal coronavirus. L'emergenza a cui faceva riferimento il presidente Fontana è relativa al numero di ricoveri nel nostro ospedale. Persone giunte probabilmente dai comuni della zona rossa». Lo ha detto all'Ansa il sindaco di Lodi Sara Casanova.

Ore 13.29 - Fontana: «Emergenza a Lodi, 51 ricoveri»
«Purtroppo questa notte è scoppiata un'altra emergenza a Lodi. A Lodi improvvisamente nel pomeriggio di ieri c'è stata un affollamento di ricoveri: 51 ricoveri gravi di cui 17 in terapia intensiva. Lodi non ha un numero sufficiente di camere di terapia intensiva per cui sono stati trasferiti in altre terapie intensive della Regione». Lo ha spiegato il presidente della Lombardia Attilio Fontana all'Aria che tira su La7 parlando di coronavirus. «Se si ridesse meno della mascherina e si guardasse il problema più attentamente credo che sarebbe saggio», ha aggiunto.

Ore 12.04 - 60 casi confermati in Germania
Il ministro della Salute tedesco ha reso noto che sono almeno 60 i casi confermati in Germania.

Ore 12.04 - Primi casi in Galles e Irlanda del Nord, legati all'Italia
Salgono a 17 i contagi da coronavirus accertati nel Regno Unito: nelle ultime ore sono stati segnalati la prima infezione in Irlanda del Nord e - stamattina - la prima in Galles, entrambi su persone provenienti dall'Italia settentrionale (nel primo caso via Dublino), come riferisce la Bbc. Le autorità sanitarie locali gallesi e nordirlandesi hanno assicurato di aver preso "tutte le misure appropriate" per contenere la diffusione del virus.

Ore 10.53 - Borse europee in rosso
Le Borse europee peggiorano con l'effetto del coronavirus. La peggiore è Francoforte (-5,04%), Madrid (-4,4%), Londra e Parigi (-4,3%). Male anche Milano (-3,2%).

Ore 10.50 - Iss conferma tre casi di positività in Campania
L'Istituto superiore di sanità ha appena inviato comunicazione formale che conferma i tre casi di positività in Campania. Lo comunica la direzione strategica dell'Azienda Ospedaliera dei Colli la quale, ribadisce che, nel corso della giornata di ieri, sono stati effettuati i tamponi sui contatti dei tre che hanno dato esito negativo. I tre casi si sono verificati nel Casertano, nel Salernitano e a Napoli.

Ore 10.06 - Un caso in Lituania, donna tornata da Verona
Anche la Lituania registra un primo caso di persona positiva al nuovo coronavirus: lo riferisce il ministero della Salute del Paese baltico sul suo sito web ufficiale precisando che si tratta di una donna tornata da Verona il 24 febbraio. La donna  è adesso ricoverata in isolamento a Siauliai, non ha febbre o altri sintomi evidenti della malattia. Lo riporta l'agenzia Interfax.

Ore 10.05 - 133 casi in Veneto, 8 in terapia intensiva
Sono 133 i casi di positività ai test Coronavirus in Veneto, secondo l'ultimo aggiornamento diffuso dalla Regione e relativo alle ore 6.30. Di questi, 69 sono asintomatici, 29 sono i ricoverati totali, di cui 8 in terapia intensiva. Rispetto al bollettino delle ore 18.00 di ieri si sono registrati 13 nuovi casi. Il focolaio più grande resta quello di Vò Euganeo, con 59 casi (5 nuovi), seguito da Treviso con 23 (uno nuovo), poi Venezia (10, uno nuovo), Limena (9, invariato), Mirano (5, invariato) e Vicenza (3, invariato); altri 23 casi (6 nuovi) non sono associati a focolai. Le persone dimesse e in isolamento sono 3, i decessi rimangono due.

Ore 10.04 - Il sindaco di Nizza: primo caso di Coronavirus, è donna rientrata da Milano

Ore 9.20 - Coronavirus, Facebook annulla conferenza annuale degli sviluppatori


Ore 9.14 - Visitò Cina, presidente Mongolia in quarantena
Il presidente della Mongolia, Khaltmaagiin Battulga, è in quarantena dopo essere rientrato da una visita di Stato in Cina dov'era stato ricevuto dal presidente cinese, Xi Jinping. Si tratta del primo capo di Stato a essere soggetto alla misura contro la diffusione del nuovo coronavirus.

Ore
7.50 - British Airways cancella 56 collegamenti col Nord Italia

La British Airways ha deciso di cancellare nuovi voli verso il nord Italia e di prolungare questa misura, inizialmente prevista fino all'11 marzo, almeno fino al 28 marzo. Lo riporta la Bbc. Oltre ai collegamenti con Milano, ha annunciato la compagnia di bandiera britannica, saranno interrotti 56 collegamenti con diverse destinazioni tra le quale Bologna, Venezia e Torino.

Ore 7.43 - Primo contagiato in Bielorussia: è un iraniano
La Bielorussia ha annunciato il suo primo caso di contagio da coronavirus. È uno studente iraniano rientrato la settimana scorsa passando per l'Azerbaigian. il ministero della Salute ha precisato che le sue condizioni sono "soddisfacenti".

Ore 7.30 - Coronavirus, primo caso in Olanda, era tornato dal nord Italia
L'Olanda ha annunciato il primo caso di contagio da coronavirus. Lo riporta la Bbc. Si tratta di una persona a Tilburg, nel sud, che era rientrata da poco dal nord Italia.

Ore 7.07 - Nessun caso su Msc Meraviglia, Messico autorizza sbarco
La compagnia fa sapere che le autorità sanitarie messicane hanno confermato che non ci sono persone contagiate, ma solo due casi di influenza stagionale. Ha quindi autorizzato gli oltre 4mila turisti a visitare Cozumel. La nave era stata respinta da 2 porti nei Caraibi

Ore 7.04 - È un italiano il primo malato in Nigeria
È un italiano rientrato da Milano il 25 febbraio il primo contagiato dal nuovo coronavirus in Nigeria. Lo ha annunciato il ministero della Saluta nigeriano precisando che «il paziente è ricoverato in ospedale nello stato di Lagos condizioni stabili e non presenta sintomi preoccupanti».

Ore 6.58 - Bach (Cio): "Con le Olimpiadi determinati ad andare avanti"
Il Comitato olimpico internazionale (Cio) è "assolutamente determinato" a organizzare le Olimpiadi di Tokyo come da programma, nonostante l'espansione del coronavirus. Lo ha detto il presidente del Cio, Thomas Bach, in un messaggio ai media giapponesi nella tarda serata di giovedì.

Ore 6.14 - Confermato primo caso in Nigeria
Confermato in Nigeria il primo caso di contaminazione con il nuovo coronavirus. Ne dà notizia il locale ministero della Sanità. Si tratta del primo caso nell'Africa sub-sahariana.

Ore 6.13 - In Cina altri 44 morti e 327 nuovi casi
Dei 44 nuovi morti annunciati, 41 sono relativi all'Hubei, la provincia epicentro dell'epidemia, due a Pechino e uno allo Xinjiang. I casi sospetti si sono attestati a 452, quelli critici si sono ridotti di 394 unità, a quota 7.952. Alla fine di giovedì, i pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono risultati 3.622, portando il totale a 36.117, secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale (Nhc). I casi di infezione confermati a livello globale sono saliti a 78.824, comprensivi di 2.788 decessi.

Ore 6.11 - Borsa di Tokyo in caduta libera (-3,48%)
La Borsa di Tokyo cede ulteriore terreno al termine della sessione mattutina con gli investitori sempre più allarmati per un'espansione su scala globale del coronavirus, e dopo il maggior calo giornaliero di sempre registrato a Wall Street. L'indice di riferimento Nikkei arretra del 3,48% a quota 21.184,77, con una perdita di oltre 760 punti.

Ore 6.10 - Borse, tonfo di Shanghai (-2,84%) e Shenzhen (-3,60%)
Le Borse cinesi ampliano le perdite e crollano sui timori dell'epidemia del coronavirus: l'indice Composite di Shanghai cede il 2,84%, a 2.906,36 punti, mentre quello di Shenzhen perde il 3,60%, a quota 1.826,84.

Continuano le notizie di aggiornamento di Italia a Tavola sul coronavirus. Ripartiamo da quanto accaduto fino a ieri sera. Il commissario per l'emergenza coronavirus Angelo Borelli aggiorna i dati: 650 casi positivi in Italia, ma 45 guariti (40 in Lombardia, 3 nel Lazio e 2 in Sicilia). 17 le vittime. I contagiati in Veneto salgono a 116, di cui 28 ricoverati; in Lombardia positivi in 403, in ospedale 216. Gallera parla di un calo di persone ospedalizzate.

Aggiornamenti live 27 febbraio
Aggiornamenti live 26 febbraio
Aggiornamenti live 25 febbraio

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali