ABBONAMENTI
 
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 02 dicembre 2020 | aggiornato alle 10:24| 70002 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
HOME     EVENTI     MANIFESTAZIONI

Concorso Crudi in Italia
Ad Asciano i vincitori della competizione

Concorso Crudi in Italia 
Ad Asciano i vincitori della competizione
Concorso Crudi in Italia Ad Asciano i vincitori della competizione
Pubblicato il 01 ottobre 2018 | 14:35

Domenica 7 ottobre alle 10.00, presso il museo Civico, Archeologico Palazzo Corboli di Asciano (Si), verranno assegnati i premi ai vincitori del Concorso nazionale del caseario a latte crudo “Crudi in Italia”.

L'evento, che ha visto la partecipazione di aziende casearie da tutta Italia, è stato realizzato dall’Associazione Cuochi Alta Etruria assieme a Comune di Asciano (Siena), Regione Toscana, Presidenza del Consiglio della Regione Toscana, Camera di Commercio Industria ed Artigianato di Siena, Azienda Usl Toscana Sud Est ed il supporto pratico della Fic (Federazione Italiana Cuochi) e dell’Urct (Unione regionale Cuochi Toscani), dell’Associazione Cuochi Senesi, che il 13 e 14 organizzerà a Siena la Festa Nazionale del Cuoco, e dell’Azienda di food service Sapori di Toscana.

(Concorso Crudi in Italia Ad Asciano i vincitori della competizione)

Perché realizzare un concorso per i formaggi a latte crudo? E cosa si intende per latte crudo?
«Con il termine latte crudo si intende latte che non ha subito trattamenti termici di conservazione ed è stato mantenuto a temperatura massima di 38°C (più o meno 2°C.) nel rispetto delle normative igienico sanitarie. Per cui se il latte non è di alta qualità, il formaggio ne risente e non è possibile apportare modifiche migliorative al prodotto. Quindi, per essere un buon formaggio a latte crudo, il formaggio ha bisogno di un latte di alta qualità e ottenerlo dipende molto anche dall’ambiente di allevamento, dal nutrimento e quindi dalla qualità dei pascoli e del territorio».

E perché proprio ad Asciano?
«Inizialmente il progetto doveva essere dedicato ai pecorini a latte crudo e vista la vocazione all’allevamento ovino delle Crete Senesi, Asciano era il luogo naturale dove realizzarlo. Successivamente abbiamo deciso di aprire la partecipazione anche ad altre tipologie di prodotti caseari e quindi al latte, vaccino e caprino perché la qualità del formaggio a latte crudo non poteva esimerci dal comprendere tutte le produzioni».

«La valutazione dei campioni ha impegnato per tre settimane il gruppo di valutazione scientifico-organolettica dei prodotti di eccellenza. Giorni intensi e di grande soddisfazione, in considerazione della qualità dei prodotti presentati, dal Fiore Sardo al Pecorino toscano dalla Vastedda di Vastogirardi al Bra di Cuneo, passando per il Parmigiano Reggiano. Una testimonianza di culture di qualità che ci ha fatto viaggiare per tutta la Penisola».

I partecipanti hanno inviato un campione dei loro prodotti che successivamente è stato collocato nelle categorie di appartenenza e reso completamente anonimo attraverso un codice alfanumerico casuale. Successivamente il gruppo di valutazione scientifico-organolettica dei prodotti di eccellenza ha analizzato ogni campione per mezzo di schede di valutazione che prendendo in considerazione struttura esterna presenza e caratteristica dell’occhiatura oltre ai requisiti organolettici. Per ogni parametro analizzato ogni giurato ha espresso un voto e la somma di tutti i risultati ha dato la classifica finale.

(Concorso Crudi in Italia Ad Asciano i vincitori della competizione)

Le categorie sono state determinate inizialmente dalla tipologia di latte utilizzato, ovino, vaccino, caprino, bufalino, misto; successivamente dal grado di maturazione del prodotto caseario. L’elevato numero di formaggi presentati e la loro varietà ha portato la commissione ad istituire oltre alle categorie classiche fresco, semi-stagionato e stagionato, due “nuove tipologie”: Freschissimo, per i prodotti caseari (mozzarella, crescenza ecc.) che esprimono il meglio se consumati entro pochi giorni dalla produzione e la categoria Stravecchio, per i formaggi a lunga maturazione, oltre i 365 giorni.

La decisione di premiare solo il primo di ogni categoria in gara ha purtroppo escluso chi per pochi punti (talvolta uno o due) non ha visto riconosciuto il frutto del proprio lavoro con un secondo od un terzo piazzamento.

Di seguito il programma della giornata di premiazione:

  • ore 10.00 Museo Corboli Convegno “Formaggio Alimentazione e Benessere” (latte crudo valore per ambiente e salute)
  • ore 11.30 Museo Corboli Premiazione dei formaggi a concorso
  • ore 13.00 Pausa pranzo
  • ore 15.30 Cooking show “I piaceri del latte”


Rassegna “50 sfumature di bianco” interpretate dai cuochi dell’Unione Regionale Cuochi Toscani, Laboratori didattici per i piccoli aspiranti casari. Madrina della giornata sarà Alice Volpi, campionessa mondiale di Fioretto 2018.

Per informazioni: www.cuochialtaetruria.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


eventi iat italiaatavola Crudi in Italia concorso latte crudo formaggio fromage stagionatura pecora Asciano Siena Toscana Associazione Cuochi Alta Etruria programma cooking show

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®