Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 18 novembre 2019 | aggiornato alle 20:36| 62072 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     EVENTI     MANIFESTAZIONI

Parma, un autunno di sagre
tra “i sapori della nebbia”

Parma, un autunno di sagre 
tra “i sapori della nebbia”
Parma, un autunno di sagre tra “i sapori della nebbia”
Pubblicato il 17 ottobre 2019 | 16:18

Viaggio tra sagre, fiere e piccoli produttori, in una terra che deve alla nebbia le sue atmosfere magiche e i suoi prodotti migliori, come il Culatello, i funghi di Borgotaro e i tartufi di Fragno.

La nebbia, ingrediente segreto e inafferrabile di tante specialità di Parma. In nessun altro luogo questa condizione meteorologica speciale ha un rapporto tanto stretto con il cibo: è come se ogni autunno si rinnovasse un patto tacito tra questa terra e i suoi abitanti, che attendono la nebbia come altrove si cerca il sole.

Si annuncia un autunno di iniziativa a Parma attorno ai sapori del territorio (Parma, un autunno di sagre tra i sapori della nebbia)
Si annuncia un autunno di iniziativa a Parma attorno ai sapori del territorio

E proprio "Speriamo ci sia la nebbia" è lo slogan di November Porc, la “staffetta più golosa d'Italia” nella terra di Verdi e Guareschi: quattro paesi – Sissa, Polesine, Zibello e Roccabianca - e quattro weekend per celebrare le mille virtù gastronomiche del maiale e i suoi derivati, il Culatello, la Spalla Cruda, il Prete, lo Strolghino, i Ciccioli, e naturalmente Prosciutto di Parma. Sapori esaltati dalla nebbia. Un augurio che vale soprattutto per il Culatello, che durante la stagionatura, grazie all’umidità diffusa, acquista tutto il suo sapore. Ma è anche periodo di funghi e tartufi, che assorbono le sostanze del terreno e le concentrano, esaltandole nelle ricette.

L'Antica Corte Pallavicina (Parma, un autunno di sagre tra i sapori della nebbia)
L'Antica Corte Pallavicina

A novembre vale davvero la pena perdersi nella nebbia per apprezzare pienamente, tra rumori ovattati, colori soffusi e atmosfere incantate, i sapori della Food Valley. Un tour che inizia a Polesine Parmense, all’Antica Corte Pallavicina, presso l’azienda agricola – con relais e ristorante stellato - della famiglia Spigaroli, tra gli organizzatori di November Porc. Nel castello quattrocentesco sulle sponde del Po si assaggiano i prodotti e si ammirano le sale affrescate, la corte centrale, l’orto, le cantine di stagionatura. L’occasione per visitare l’allevamento di maiali neri allo stato brado e il Museo del Culatello di Zibello, che appartiene al circuito dei Musei del Cibo di Parma.

I salumi della cantina "Il Cielo di Strela" (Parma, un autunno di sagre tra i sapori della nebbia)
I salumi della cantina "Il Cielo di Strela"

Nella bassa, a San Secondo Parmense, ci attende invece la Rocca dei Rossi, un maniero tardo-medievale che oltre a degli affreschi monumentali ospita nelle sue scuderie il Museo della Nebbia: un’installazione che fa leva sui sensi per raccontare il lato “buono”, anche in senso gastronomico, della nebbia, offrendo un’esperienza originale.

Il tour prosegue con i produttori soci di Parma City of Gastronomy, tra cui i maestri norcini che sono ben lieti di aprire le porte delle loro aziende per raccontarsi. Cominciamo da Roncole Verdi di Busseto, a pochi passi in linea d’aria dalla casa natale di Giuseppe Verdi, visitabile. Qui si trova Dallatana, il salumificio – con annesso ristorante in un mulino del Seicento – che produce il Culatello di Zibello Dop, ma anche altre specialità, adottando rigide regole di etica ambientale. Sempre in zona, ecco Alle Roncole, ristorante ed esempio di ospitalità parmense, punto di riferimento per la cucina locale. Immergendoci nella nebbia, nelle atmosfere rarefatte e sognanti della Bassa, non possiamo non evocare Giovanni Guareschi, che apparteneva a questi luoghi e che li ha raccontati meglio di chiunque altro. Ancora a Roncole Verdi c’è l’archivio Guareschi, gestito dalla sua famiglia. Sempre nella Bassa Parmense troviamo Bre’ Del Gallo, azienda a Roccabianca, custode dell’antica arte norcina da generazioni. L’azienda della famiglia Magnani produce, oltre al Culatello di Zibello Dop e ai vari salumi della tradizione locale, anche vini Fortana e Malvasia.

Rimaniamo nel caleidoscopico “Mondo Piccolo” che abbiamo conosciuto sulla carta e sullo schermo, non lontano dalle terre di Don Camillo e Peppone. Sempre a Fontanelle di Roccabianca, il paese natale di Guareschi, ci ritempriamo con la salumoterapia, la specialità dell’Hostaria da Ivan. Tra salumi appesi, vini pregiati, giardiniere e mostarde, coperti da un tovagliolo – come per i suffimigi – gli ospiti aspirano gli effluvi di un tagliere. Ogni ingrediente è stato portato a temperatura per esprimere tutto il suo potenziale olfattivo. Risultato: aumentano le endorfine, migliora l’umore, cresce inevitabilmente l’appetito, ma per fortuna poi viene il momento dell’assaggio.

Poco distante, una tappa imperdibile, la splendida Reggia di Colorno, la “piccola Versailles”, casa dei Farnese, dei Borbone, di Maria Luigia d’Austria, con monumentale giardino alla francese e oltre 400 stanze da visitare. A poca distanza, sempre a Colorno, incontriamo il Podere Cadassa, dove vengono portati a stagionatura e preparati i Dop e Igp del territorio, da assaggiare con pasta fresca all’uovo fatta in loco e altre eccellenze tutte emiliane.

Dalla Bassa all’Appennino: si cambia scenario, ma si rimane più che mai a contatto con il territorio. Specialmente con i boschi, dove in autunno avviene una vera caccia al tesoro. Gli appassionati di funghi e tartufi conoscono bene i funghi porcini IGP di Borgotaro e il tartufo nero di Fragno, due prodotti che ben si sposano ai piatti della tradizione contadina locale come tortelli, tagliatelle, risotto, carni, uova e polenta.

Per vivere tutte le emozioni della raccolta dei funghi – la passeggiata nel sottobosco, la “lettura” del terreno, l’avvistamento fortunato, la preparazione per la tavola – è possibile scegliere uno degli agriturismi dove questa esperienza viene proposta ai clienti. Ad esempio, a Strela di Compiano, a Il Cielo di Strela, dove si organizza anche la caccia al tartufo con i cani. Dopo la raccolta si possono gustare i funghi insieme a salumi e miele prodotti in loco, in piatti preparati dallo chef Alma e padrone di casa Mario Marini. Altra formula interessante è quella del R&B Tolasuldolsa – in dialetto “prendila con calma” - una bike -house sostenibile di località Sambuceto, a Compiano, che propone avventure in mountain bike seguite da una bella tavolata di specialità locali, naturalmente con porcini. Spostandoci in Val di Taro, a Ostia Parmense, ecco Ca’ Bianca, oasi di tranquillità dove gustare una cucina genuina e casalinga con i prodotti dell’agriturismo e i funghi freschi dei dintorni.

E il tartufo? Per gli amanti del “diamante nero” c’è la Fiera Nazionale del Tartufo Nero di Fragno, una delle più importanti dedicate a questo prodotto. Una manifestazione che anima il paese di Calestano dal 20 ottobre fino al 17 novembre, con il mercato dei tartufai, convegni, conferenze, prodotti tipici gastronomici, bancarelle di artigianato, musica e artisti di strada, incontri. E ancora, tornano i tanti appuntamenti legati alla fiera, come l’Asta del Tartufo Nero di Fragno (11 novembre), il Borsino domenicale del Tartufo, la gara nazionale dei cani da tartufo (5 novembre). Ristoranti, trattorie e agriturismi del capoluogo e delle frazioni che offriranno menù appetitosi a tema per deliziare tutti i palati.

Anche la Val Ceno omaggia il diamante nero, il 19-20 e 26-27 ottobre a Bedonia, per scoprire la bontà e la duttilità del magico tartufo nero, durante la quinta edizione della fiera del tartufo di Bedonia, con mercato enogastronomico dei produttori locali, pranzi e cene a tema, mostre micologiche, giochi di strada per adulti e bambini.

Per informazioni: www.parmacityofgastronomy.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


eventi sagre iniziative prodotti locali parma emilia romagna il cielo di strela culatello salumi ciccioli Asta del Tartufo Nero di Fragno val ceno bedonia Parma City of Gastronomy busseto roncole

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).