Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 21 maggio 2024  | aggiornato alle 02:58 | 105291 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Salomon FoodWorld

Luca Caramellino è il nuovo enologo di Tenute Ballasanti

Nuova fase per la cantina di Giarre, sul versante orientale dell'Etna, fondata da Manuela Seminara, donna siciliana innamorata della sua terra natìa, con una brillante carriera manageriale, e Fabio Gualandris, astrofisico

27 febbraio 2024 | 15:22
 

Luca Caramellino è il nuovo enologo di Tenute Ballasanti

Nuova fase per la cantina di Giarre, sul versante orientale dell'Etna, fondata da Manuela Seminara, donna siciliana innamorata della sua terra natìa, con una brillante carriera manageriale, e Fabio Gualandris, astrofisico

27 febbraio 2024 | 15:22
 

Tenute Ballasanti sceglie l'enologo Luca Caramellino «per dare eleganza e personalità ai propri vini, mantenendone intatto il carattere». Inizia una nuova fase per la cantina di Giarre (Catania), sul versante orientale dell'Etna, fondata da Manuela Seminara, donna siciliana innamorata della sua terra natìa, con una brillante carriera manageriale, e Fabio Gualandris, top manager, astrofisico e innovatore bergamasco con la passione per la botanica. Classe 1971, di origini piemontesi, Luca Caramellino si laurea in Viticoltura ed Enologia nel 1996 e dal 2007 intraprende una carriera come consulente libero professionista, collaborando con diverse cantine in tutto il territorio italiano, tra cui Ottin in Valle d'Aosta.

Luca Caramellino è il nuovo enologo di Tenute Ballasanti

Luca Caramellino è il nuovo enologo di Tenute Ballasanti

La sua visione della vendemmia si rifà a una missione dove vendemmiatori, cantinieri e operatori in prima linea dedicano impegno e passione al processo vitivinicolo. L'ecletticità e la fantasia che lo contraddistinguono si ispirano all'amore per il mare e i viaggi e portano una ventata di freschezza e innovazione al progetto Ballasanti. «La collaborazione  - spiega Manuela Seminara -  nasce da un incontro di spiriti affini. Abbiamo scelto di affidarci a lui perché è un autentico poeta del vino, con il quale abbiamo trovato una profonda sintonia nel linguaggio enologico. Il suo ingresso non cambierà l'identità della tenuta, anzi, ci aiuterà a esprimerla ancora meglio».

Oltre al miglioramento di vini e immagine aziendale, è stato avviato un processo di restyling delle etichette, che ora richiamano i tratti distintivi dell'azienda attraverso il concetto del triangolo, la figura geometrica perfetta. Le referenze, ora imbottigliate in borgognotta, includono l'Etna Bianco Doc, l'Etna Rosso Doc e il Nerello Mascalese Sicilia Doc.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       
LE ALTRE NOTIZIE FLASH
Loading...


Molino Pavoni
Onesti Group
Cosi Com'è
Elle & Vire

Molino Pavoni
Onesti Group
Cosi Com'è

Elle & Vire
Molino Dallagiovanna
Molino Colombo