Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 29 maggio 2024  | aggiornato alle 19:37 | 105484 articoli pubblicati

Roero
Salomon FoodWorld
Salomon FoodWorld

Turismo, entro aprile oltre 172mila assunzioni. Ma rimangono alcune criticità

Crescita del 13% rispetto allo stesso trimestre del 2023: le aspettative sulle presenze nel mese di aprile 2024 sono positive. Il dato rappresenta il 70% del totale previsto per l’intero settore del turismo: camerieri e cuochi le figure più richieste. Tra il divieto ai minori di fare i bagnini e ai liceali di avere contratti di apprendistato, però, alcuni nodi restano da sciogliere

23 febbraio 2024 | 13:05
Turismo, entro aprile oltre 172mila assunzioni. Ma rimangono alcune criticità
Turismo, entro aprile oltre 172mila assunzioni. Ma rimangono alcune criticità

Turismo, entro aprile oltre 172mila assunzioni. Ma rimangono alcune criticità

Crescita del 13% rispetto allo stesso trimestre del 2023: le aspettative sulle presenze nel mese di aprile 2024 sono positive. Il dato rappresenta il 70% del totale previsto per l’intero settore del turismo: camerieri e cuochi le figure più richieste. Tra il divieto ai minori di fare i bagnini e ai liceali di avere contratti di apprendistato, però, alcuni nodi restano da sciogliere

23 febbraio 2024 | 13:05
 

Saranno 172.440 le assunzioni nella ristorazione tra febbraio e aprile di quest’anno, il 13% in più rispetto allo stesso trimestre del 2023. Il dato rappresenta il 70% del totale previsto per l’intero settore del turismo, che avrà bisogno di 246.270 addetti nel periodo preso in considerazione. Con la bella stagione alle porte e l’arrivo delle festività e dei ponti che interessano principalmente l’inizio della primavera, le imprese stagionali si preparano a riaprire i battenti in vista della ripresa dei flussi turistici, facendo posizionare il turismo al secondo posto tra i settori più attivi nella ricerca di personale.

A renderlo noto, sulla base dei dati Unioncamere-Excelsior, è il Centro studi di FIPE-Confcommercio, la Federazione italiana Pubblici Esercizi, secondo cui le aspettative sulle presenze nel mese di aprile 2024 sono positive e dovrebbero quantomeno confermare i numeri del 2023, quando toccarono quota 28 milioni.

Turismo, entro aprile oltre 172mila assunzioni. Ma rimangono alcune criticità

Le assunzioni saranno il 13% in più rispetto allo stesso trimestre del 2023

Turismo, le figure maggiormente ricercate

Le professioni relative alla ristorazione sono quelle che offrono maggiori opportunità di lavoro: solo nel mese di febbraio la richiesta è di 40.390 addetti. In testa tra le figure professionali più ricercate si confermano i camerieri, con oltre 65.000 profili nel trimestre. Seguono, poi, i cuochi con 41.720 assunzioni previste e i baristi con oltre 23.900 posti da coprire.

Nello specifico, per il 56,7% dei casi si ricerca personale che abbia già esperienza specifica nel settore a dimostrazione che si privilegia la professionalità, con una preferenza per la fascia di età tra i 25 e i 44 anni. A fronte di questi trend, poco meno di un’azienda su due (il 49,2%) lamenta ancora difficoltà nel reperimento del personale, prevalentemente per il ridotto numero di candidati. Una dinamica che, tuttavia, risulta in contrazione, seppure lieve, se confrontata con quella del 2023, quando era del 52% la quota di aziende che lamentava difficoltà di reperimento di personale

Turismo: gli ostacoli da superare nella ricerca di personale

Tuttavia alcuni settori continuano a soffrire, anche a causa di alcune scelte legislative. Se le iscrizioni alle scuole alberghiere tengono con alcuni casi di eccellenza come il “Maggia” di Stresa (Vb), la scelta del governo di vietare ai liceali di fare gli apprendisti nel comparto del turismo - e più in generale agli alunni che non afferiscano ad un percorso di studi compatibile - è ritenuta dannosa per il comparto.

 Turismo, entro aprile oltre 172mila assunzioni. Ma rimangono alcune criticità

Il divieto ai minorenni di fare i bagnini è ritenuto un problema

Con l'avvicinarsi dell'estate, oltre al problema delle concessioni balneari che lascia in sospeso molti professionisti, è esploso anche quello conseguente al divieto per i minorenni anche di fare i bagnini dato che il nuovo regolamento ha alzato l'età minima per l'accesso ai corsi di formazione da 16 a 18 anni e che circa il 90% degli iscritti agli stessi non ha ancora raggiunto la maggiore età.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Molino Grassi
Mulino Caputo
Comavicola
Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni

Molino Grassi
Mulino Caputo
Comavicola

Agugiaro e Figna Le 5 Stagioni
Consorzio Barbera Asti
Molino Spadoni