Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 28 luglio 2021 | aggiornato alle 12:55 | 76850 articoli in archivio

Cucina araba, fusion e moderna. Un viaggio culinario in Qatar

I migliori ristoranti nel Paese mediorientale vanno dal tradizionale kebab, passando per accostamenti inediti con cucina cinese e giapponese, fino ai classici internazionali. Un'esperienza di gusto a 360°

30 maggio 2021 | 14:30

Cucina araba, fusion e moderna. Un viaggio culinario in Qatar

I migliori ristoranti nel Paese mediorientale vanno dal tradizionale kebab, passando per accostamenti inediti con cucina cinese e giapponese, fino ai classici internazionali. Un'esperienza di gusto a 360°

30 maggio 2021 | 14:30

Mentre si prepara a riaprire i propri confini ai turisti, il Qatar sta rinnovando e migliorando le esperienze da offrire ai visitatori. Riguardo al mondo della ristorazione, infatti, il Paese sta incrementando in misura sempre maggiore la possibilità di scelta, con l’obiettivo di aprire molti altri ristoranti con un’offerta diversificata per soddisfare ogni desiderio culinario. In questo modo i visitatori potranno sperimentare in prima persona un’eclettica e ricca offerta gastronomica in continua espansione, che unisce il meglio dei sapori e dei piatti tradizionali alle tendenze internazionali e moderne.

I migliori chef del Qatar servono alcuni tra i migliori piatti tradizionali del Medio Oriente, offrendo un servizio eccellente e un’ospitalità impeccabile. Il Qatar National Tourism Council (Qntc) ha evidenziato una selezione delle esperienze culinarie da fare assolutamente per i visitatori, sia per il menu che per l’atmosfera del ristorante.

Il ristorante Liang al Mandarin Oriental Doha

Il ristorante Liang al Mandarin Oriental Doha


Al Nahham, il punto di forza sta nei piatti a base di frutti di mare

Il ristorante Al Nahham si trova all’interno del Banana Island Resort, hotel esclusivo accessibile con catamarano privato. Situato in riva al mare, offre ai clienti una vista spettacolare che è possibile ammirare dai tavoli posti all’aperto che si affacciano sul Golfo Arabico. Qui i visitatori possono gustare sapori locali e spezie grazie alla scelta di prodotti provenienti da tutta la regione. Uno dei punti di forza del menu sono i frutti di mare, con piatti incredibili come il Moghrabieh (cous cous con pesce cremoso, ceci e spezie orientali). Per gli amanti della carne, vi è una selezione di agnello da acquolina in bocca tra cui scegliere. È anche possibile concludere la serata sotto le stelle con una selezione di narghilè.

Boho Social, piatti internazionali in un'atmosfera bohémien

Il Boho Social è una nuova destinazione sociale e gastronomica che offre un viaggio culinario attraverso le Americhe, L’Asia e il Sud dell’Europa, con il Medio Oriente come casa base; infatti qui i visitatori hanno la possibilità di assaggiare del cibo moderno ed eclettico con un twist arabo. La struttura circolare del ristorante è situata in cima al Katara Beach Club e il suo interno è arredato da eleganti arredamenti bohémien chic progettati dal premiato designer d'interni Paul Bishop. Il ristorante propone piatti internazionali arricchiti da sapori locali e presentazioni moderne, che possono essere degustati sia all’interno del ristorante sia sulla terrazza, oppure in una delle 3 sale private sul mezzanino, che regalano una vista mozzafiato sul Golfo Arabico.

Cucina araba e non solo: anche piatti fusion e internazionali
Cucina araba e non solo: anche piatti fusion e internazionali


Lusso e tradizione da Liang al Mandarin Oriental Doha

Cenando in uno dei nove ristoranti gourmet del Mandarin Oriental Doha, situato nel centro di Doha, i visitatori possono deliziarsi con la rinomata ospitalità mediorientale. Il nome di uno di questi ristoranti, Liang, è la traduzione cinese di “fascio di luce riflesso dalla luna”. Enfatizzando sul concetto della Luna come simbolo chiave in entrambe le culture, il nome del ristorante mira a celebrare il legame tra la tradizione qatariota e quella cinese. Qui gli ospiti vi possono sperimentare esperienze tradizionali cinesi come la celebre cerimonia del tè, dove un Sichuan Tea Master certificato incorpora una teiera con il beccuccio lungo in una fusione di danze tradizionali e arti marziali.

Nobu Doha, tradizione araba e giapponese si incontrano

Una lussuosa esperienza culinaria è servita al Ristorante Nobu al Four Seasons Hotel a Doha, arroccato sopra il Golfo Arabo. Questo fiore all’occhiello presenta la firma dello chef Nobuyuki “Nobu” Matsuhisa per quanto riguarda la cucina giapponese. Il ristorante oggi è diretto dallo chef Andrew Bozoki e serve piatti da quinta essenza dal pesce fresco ai frutti di mare come la Tempura di gamberi, con una crema speziata o burro ponzu a lato, ma anche la Coscia di granchio reale con salsa shisho. I visitatori possono anche iniziare la loro giornata con il menu brunch curato dal Nobu Doha.

La sala da pranzo privata del Parisa Souq Wagif
La sala da pranzo privata del Parisa Souq Wagif


Parisa Souq Wakif, cucina tradizionale fino all'immancabile kebab

Per i visitatori che ricercano un’atmosfera tradizionale il Parisa Souq Wakif è il luogo giusto per trovarla. Localizzato nelle vie del Souq Wakif, il Parisa incanta con il suo interior elaborato e un’autentica atmosfera mediorientale. Opere d’arte persiane che raccontano miti e leggende, mosaici, candelabri ornati e migliaia di piccoli specchi garantiscono un’ambientazione unica e memorabile. Guardando al menu, i visitatori possono assaggiare alcuni tra i più iconici piatti persiani come l’Ash-e-Reshte, una zuppa vegetariana composta da ceci, fagioli rossi, prezzemolo, coriandolo, spinaci e noodles. Il punto di forza del menu rimane il Taj Barch Kebab, un piatto a base di agnello con spezie e lime fresco.

Yasmine Palace, The Pearl-Qatar, dal tocco di eleganza alle fragranze diffuse

Il Yasmine Palace è situato a The Pearl, un punto centrale di Doha. In questo spazio opulento, il passato e il presente si uniscono nella cucina tradizionale, accentuata dall’autentica architettura araba. Gli ospiti potranno godersi un’esperienza unica e sensoriale, partendo dal décor, tipicamente arabo con un tocco elegante e lussuoso, passando alle fragranze diffuse, fino ad arrivare alla cucina, la quale presenta un elemento centrale: il gelsomino. Un menu vario, in cui trovare proposte differenti, con quattro diversi corners che includono sia pietanze di pesce che di carne, ad esempio il Bahriyah Yasmine Palace, composto da frutti di mare assortiti alla griglia serviti con riso e salse assortite, ma anche il Yasmine Palace Lamb Buksha, pezzetti di agnello con riso aromatizzato e uvetta servito con yogurt al melograno.


© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali