Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 aprile 2020 | aggiornato alle 20:00| 64608 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     LOCALI     HOTEL e SPA
di Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
Federico Biffignandi
di Federico Biffignandi

Difesa autonoma contro i post negativi
Hotel di Bologna multa i clienti critici

Difesa autonoma contro i post negativi 
Hotel di Bologna multa i clienti critici
Difesa autonoma contro i post negativi Hotel di Bologna multa i clienti critici
Primo Piano del 16 gennaio 2018 | 10:10

Nel tutti-contro-tutti divampato da quando le fake news hanno fatto irruzione sulla scena mondiale si inserisce un nuovo caso. L’hotel Re Enzo di Bologna multa i clienti che postano recensioni negative sulla struttura. «In caso di commenti negativi sarà facoltà dell’albergo applicare penali del valore compreso tra 50 e 500 euro».

Si legge così su un cartello appeso nell’ascensore dell’albergo, un modo del tutto originale - e discutibile - per difendersi autonomamente dal fenomeno delle recensioni negative che piovono sui siti appositi (con TripAdvisor capofila). La mancanza di regole e l’urgenza di trovarne di certe di cui il direttore Alberto Lupini ha scritto sul suo editoriale, porta anche a questi gesti. Come a dire: se nessuno mi tutela, ci penso da solo a farmi giustizia. Ma se è deplorevole leggere certi commenti negativi palesemente inventati che minano la credibilità di un albergo o di un ristorante, e se è poco dignitoso comprarsi le recensioni positive, come si può giudicare un albergo che - imponendo multe ai clienti - obbliga di fatto a parlare solo bene della struttura o, al limite, non parlarne proprio? Logico concludere che anche questa sia una forma di ricatto.

(Difesa autonoma contro i post negativi Hotel di Bologna multa i clienti critici)

Il titolare, Cristian Maini, si difende così: «Vale solo per i clienti che prenotano con alcuni tour operator, non per i singoli che utilizzano piattaforme online». Tre le sanzioni scattate nel 2017 «di fronte a gravi commenti lesivi della dignità ai danni della struttura e dei dipendenti», tutte di 50 euro, «un costo addebitato ai tour operator che a sua volta si rifà sul cliente». Ma chi decide se un commento è lesivo? Albergo e tour operator, pare di capire, di sicuro non un giudice, almeno fino a oggi. «Ricorsi? Per ora nessuno si è mosso».

(Difesa autonoma contro i post negativi Hotel di Bologna multa i clienti critici)

Che l’albergo voglia difendersi da commenti che ledono la sua immagine è del tutto legittimo, ma per questo esistono le denunce, i tribunali e i giudici. Vero: le lungaggini. Vero: la difficoltà di portare le prove. Vero: la quasi impossibilità di risalire all’identità di chi posta una recensione. Vero: TripAdvisor non sta facendo nulla per arginare il fenomeno. Ma decidere di imporre autonomamente delle multe non fa che aggiungere un altro “pistolero” al già caotico far west che si è creato attorno alla rete e alle sue regole mancanti. Questo non è quello che si definisce “trovare delle regole certe”.

foto: radiocittadelcapo.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Tripadvisor recensione post albergo multa

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®